Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

A2 M sud. Report 7^ giornata

Pallanuoto
images/joomlart/article/efe114b63193483322aad21359fca74e.jpg

Concluse le partite della settima giornata del girone sud del campionato maschile di serie A2. Il programma si apre con le vittorie casalinghe di TGroup Arechi 16-10 con Telimar e NC Civitavecchia 10-8 con Rari Nantes Frosinone. La Roma Nuoto pareggia in casa 13-13 con il Bari Waterpolo e mantiene il primato in classifica con un punto di vantaggio sul Nuoto Catania che vince facile con il 7 Scogli.  


Programma e risultati


NC CIVITAVECCHIA-RN FROSINONE 10-8



CIVITAVEC


NC CIVITAVECCHIA: Visciola, Muneroni, Iula, Chiarelli 2, Gori, Calcaterra 2, Minisini, Caponero, Romiti 2 (2 rig.), Castello, Checchini 3, Muneroni, Morachioli 1. All. Pagliarini
RN FROSINONE: Vespa, Carchiolo 2, Salvatori 1, Ceccarelli, Onida 1, Perazzetti, Spinelli 1, Scassellati, Vitale, Manzo, Murro 1, Carnevali 2, Lanotte. All. Lorenzini
Arbitri: Piano e Schiavo
Note: parziali 1-2, 1-2, 3-1, 5-3. Usciti per limite di falli nel quarto tempo Castello (C), Salvatori, Vitale e Manzo (F). Superiorità numeriche: Civitavecchia 2/ 13 + 2 rigori, Frosinone 4/7. Spettatori 300 circa


Il Frosinone si aggiudica i primi due tempi, entrambi per 2-1, e spaventa Civitavecchia. La squadra guidata da Marco Pagliarini si scrolla di dosso le paure e ribalta il risultato nel terzo tempo con Chiarelli, Romiti su rigore e il figlio d'arte Enrico Calcaterra; un solo gol messo a segno dal Frosinone con Carchiolo. Il Civitavecchia insiste nella sua azione tambureggiante nell'utlimo periodo: tre gol in successione di Checchini, Chiarelli e Romiti su rigore, poi di nuovo Calcaterra tiene a distanza il Frosinone che tenta invano la rimonta con Murro e Carnevali nel finale.


TGROUP ARECHI-TELIMAR 16-10

arechi telimar


TGROUP ARECHI: Busa', Luongo 7 (1 rig.), Giordano 1, Esposito 1, Lobov 1, Esposito, Busa', Iannicelli, Lanfranco, De Rosa 1, Baldi 3, Massa 2, Ferrigno. All. Grieco
TELIMAR: Serrentino, Lisica, Galioto 2, Di Patti 1, Lo Dico, Geloso 1, Giliberti 3, Geloso, Tuscano 1 (1 rig.), De Caro, Fabiano, Pesenti 2, Sansone. All. Schimmensi
Arbitri: Pinato e Savino
Note: parziali 4-2, 5-3, 3-2, 4-3. Usciti per limite di falli Esposito (A) nel terzo tempo, Di Patti (T) e Giliberti (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: TGroup Arechi 9/12 + un rigore; Telimar 2/12 + un rigore. Spettatori 150 circa

La TGroup Arechi guadagna tre punti che le permettono di arrivare alla seconda posizione in classifica, dietro la Roma Nuoto, a 16 punti. Vanno a rete per primi gli ospiti con Di Patti e Giliberti ma la risposta dei padroni di casa non si lascia attendere: tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo piazzano un break di 6 gol ribaltando il risultato. Galioto mette un freno alla sequenza positiva della Tgroup Arechi sfruttando correttamente una superiorità (6-3), ma non basta a svegliare i suoi. Da questo momento le squadre avanzano di pari passo, l'una cercando di mantenere il vantaggio, l'altra di rientrare in scia, arrivando alla fine del terzo parziale 12-7. La rete di Baldi fa segnare sul tabellone, a inizio degli ultimi otto minuti, il massimo vantaggio per la squadra di Grieco (13-7). Telimar tenta il rientro con tre gol consecutivi di Giliberti, Tuscano su rigore e Galioto; Arechi non si distrae e Massa, Baldi e ancora una volta Luongo ristabiliscono il + 6. Luongo è il miglior marcatore con 7 gol e si conferma in testa alla classifica dei marcatori del girone sud.


LATINA PALLANUOTO-CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO 12-12

LatinaSalerno28 01 17


LATINA PALLANUOTO: Bonito, Simeoni 1, Mattiello 2, Schettino, Mauti, Falco 1, Mellacina, Priori 1, Parisi 4 (1 rig.), Sabioni, Aiello, Barberini 3, Marini. All. Formica
CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO: Noviello, Fortunato, Maras, Migliaccio 3, Pasca Di Magliano 3, Momente' 1, De Luce 1, D'angelo, Gallozzi 2, Parrilli, Saviano 1, Ingrosso, Scotti Galletta 1. All. Citro
Arbitri: Brasiliano e Ferrari
Note: parziali 3-2, 3-5, 3-2, 3-3. Uscito per limite di falli Mauti (L) nel quarto tempo. Parisi (L) ha sbagliato un rigore (parato da Ingrosso) nel quarto tempo. Superiorità numeriche Latina Pallanuoto 2/11, Campolongo Hospital RN Salerno 5/12 + un rigore. Spettatori 150 circa

Il Latina pareggia col Campagnolo Hospital Salerno grazie ad una rete allo scadere di Mattiello. I padroni di casa chiudono sul 3-2 la prima frazione con i gol di Simeoni, Parisi e Mattiello, per gli avversari vanno a segno Scotti Galletta e Mementè. Gli ospiti ribaltano il risultato e arrivano 7-6 all'intervallo di metà gara; le doppiette di Pasca Di Magliano e Migliaccio e il gol di De Luce indirizzano il match a favore dei campani, Parisi tiene a galla i laziali con 2 gol. La squadra di casa rimonta due volte (chiude il terzo tempo 9-9) ma la più spettacolare è la seconda, quando nelle fasi conclusive del match Parisi e Mattiello riacciuffano il risultato (Salerno era vanti di due gol a due minuti dalla fine).


ROMA NUOTO-WATERPOLO BARI 13-13

romaa

ROMA NUOTO: De Michelis, De Santis, Faraglia, Fiorillo 2, Panerai 4, Navarra, Spione, Moroni, Lapenna 1 (1 rig.), Setka 3, Africano 2, Letizi 1, Pinci. All. Fiorillo
WATERPOLO BARI: Tramacera, Gregorio, Sassanelli, Scamarcio, Provenzale 5 (1 rig.), Nosovic 4, Clemente, Santamato 1, De Risi 1, Palmisano 1, De Bellis 1, Patti, Orsi. All. Risola
Arbitri: Frauenfelder e Rotondano
Note: parziali 3-2, 4-4, 2-4, 4-3. Usciti per limite di falli Sassanelli e Debellis (B) nel terzo, Palmisano (B) nel quarto tempo. Espulsi Spione (R) nel primo tempo per entrata in acqua irregolare, Lapenna (R) per proteste nel secondo tempo, Patti (B) per gioco violento nel quarto. Superiorità numeriche: Roma 5/19 + un rigore, Bari 5/10 + un rigore. Spettatori 100 circa

Si interrompe in casa, contro un coriaceo e combattivo Bari, la serie di vittorie della Roma Nuoto. La gara non era iniziata nel migliore dei modi per i padroni di casa che a metà del primo tempo dovevano subire il vantaggio ospite, complice un'entrata irregolare in acqua (ottavo uomo) di Spione ed il conseguente tiro di rigore. La Roma marca una leggera superiorità nei primi due tempi ma anche un po' di nervosismo (espulsione di Lapenna per proteste nel secondo tempo). Gli adriatici non si lasciano distanziare e nella terza frazione di gioco passano in vantaggio (9-10). Panerai e Setka da una parte (complessivamente otto reti) e Provenzale e Nosovic dall'altra mantengono incerto il risultato. All'inizio del quarto tempo la Roma opera il controsorpasso. In acqua il nervosismo è palpabile ed a farne le spese è il numero 12 barese Patti che deve lasciare la vasca per gioco violento. Roma avanti 13-10 con Panerai a 1'30" da giocare ma nel finale Nosovic, concretizzando due superiorità numeriche, consente al Bari di raggiungere il pareggio.


POL MURI ANTICHI-ROMA 2007 ARVALIA 12-11


MuriAntichi


POL MURI ANTICHI: Jurisic, Scebba 2, Castagna, Reina 1, Mulcahy 4 (1 rig.), Belfiore, Scire' 1, Vinci, Cassone, Indelicato 1, Paratore 2, Muscuso 1 (1 rig.), Gangi. All. L. Puliafito
ROMA 2007 ARVALIA: Rossi, Mazzella Di Bosco, Re 1, Mazzi 1 (rig.), Lisi, Di Santo, Ferrante, Sacco 4, Sebastiani 2, Spiezio 2, Accorsi 1, Gilardi. All. Bevilacqua
Arbitri: Castagnola e Rovandi
Note: parziali 4-1, 2-2, 4-5, 2-3. Roma Arvalia 12 giocatori a referto. Superiorità numeriche: MUri Antichi 6/13 + 2 rigori, di cui uno sbagliato da Mulcahy (parato da Rossi) e Roma 8/12 + un rigore. Espulsi nel terzo tempo a Mazzella (R) e nel quarto tempo a Gilardi (R). Spettatori 150 circa


Si affrontano i due fanalini di coda. I Muri Antichi sembrano volgere la partita subito a loro favore con un parziale di 4-1 grazie ai due gol di Scebba e quelli di Mulchay su rigore e Reina. Il secondo periodo non modifica l'andamento dell'incontro che viene riaperto nel terzo parziale (10-8). Nell'ultimo periodo la Roma Arvalia completa la rimonta con Spiezio e Mazzi (rigore) e si porta anche in vantaggio con Re che segna con l'uomo in più a 2'20" dalla fine. I Muri Antichi si riportano definitivamente in vantaggio con Indelicato e Scebba e ottenendo la prima vittoria in questo campionato.


NUOTO CT-CC 7 SCOGLI 22-5

NUOTO CATANIA 7 SCOGLI

NUOTO CT: Pellegrino, Catania 2, Maiolino 3, La Rosa 2, Scollo, Ferlito 1, Torrisi 4, Condemi 1, Kacar 4 (1 rig.), Privitera 2, Russo 2, Stojcic 1, Graziano. All. Dato.
CC 7 SCOGLI: Cozzolino, Colasanto, Cappuccio, Polifemo 2, Motta, Melluzzo, Giacoppo, Migliore, D'amico, Melluzzo, Denaro, Michalko 1, Bernaudo 2 (1 rig.). All. Zovko.
Arbitri: Ibba e Lombardo.
Note: parziali 5-1, 6-3, 6-0, 5-1. Uscito per limite di falli Maiolino (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 2/3 + un rigore, 7 Scogli 2/7 + un rigore. Spettatori 150 circa.


Partita tutta in discesa per la Nuoto Catania che rosicchia due punti alla capolista Roma Nuoto, costretta al pareggio in casa dal Bari Waterpolo, e rafforza il suo secondo posto in classifca. Aprono le marcature i padroni di casa con Russo, Kacar su rigore, La Rosa e Privitera; Bernaudo mette a segno la prima rete del 7 Scogli trasformando un rigore dopo 6'50" di gioco. Nuovo break di 4-0 per Catania che si porta 9-2 al minuto 11'39". Nel terzo e quarto tempo Catania dilaga con un parziale di 10-0 in 11'14" e si arriva 21-4 a metà del quarto tempo. Gli ultimi due gol, uno per parte, servono soltanto ai fini delle statistiche. La differenza tecnica si è notata subito; la Nuoto Catania ha saputo sfruttare sapientemente le controfughe. Il 7 Scogli resta fermo in ultima posizione con la Roma Arcalia ad un punto.


Play by play e classifica