Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Final Six. Szolnoki campione, Recco terzo

Pallanuoto
images/joomlart/article/27c18108eeca13509b10e302aa6c5598.jpg

I magiari del Szolnoki salgono sul trono d'Europa per la prima volta nella storia. Spinti dal tifo incessante dei 10000 spettatori della stellare Duna Arena di Budapest - che sarà la casa della diciassettesima edizione dei campionati mondiali di nuoto, ospitando tuffi, sincro e nell'ultima settimana il nuoto - chiudono da trionfatori la Final Six di Champions League battendo i campioni uscenti dello Jug Dubrovnik per 10-5 (parziali 1-2, 5-2, 2-1, 2-0). I croati, che abdicano dopo una  partita tutta in salita, hanno forse un po' patito la stanchezza di tre match in tre giorni perdendo di lucidità nel corso dell'incontro. Triplette per i serbi Aleksic e per l'olimpionico Prlainovic; fondamentale la doppietta del mancino Vamos che sul 4-4 ha aperto il break decisivo.Il Szolnoki è la sesta squadra ungherese a vincere il titolo europeo, tredici anni dopo la Honved, ultima squadra magiara ad aggiudicarsi l' Eurolega nel 2004.


Nella finale del terzo posto, smaltita la delusione della semifinale persa con lo Jug Dubrovnik, la Pro Recco batte 15-6 (parziali 3-1, 4-1, 3-2, 5-2) lo ZF Eger. Decisamente un altro approccio da parte degli uomini di Vujasinovic che, privi dell'infortunato olimpionico serbo Mandic, stavolta partono forte raggiungendo cinque reti di vantaggio già a metà gara (7-2). I magiari, secondi in campionato e che non hanno mai sconfitto in questa competizione i luguri, non abbozzano neanche una reazione. Alla fine sono quattro le reti di Ivovic (mvp), tre di Sukno e Di Fulvio che alimentano molti rimpianti per la finale sfumata. Dopo il largo successo sull’Eger, Vujasinovic spiega come "sia questo il volto che abbiamo mostrato per tutta la stagione. Abbiamo sbagliato una partita. Dopo una serata deludente, abbiamo giocato una buona gara. Ora dobbiamo guardare avanti e alla prossima stagione, in cui avremo la Final Six in casa”. I liguri, vincitori di dodici scudetti consecutivi, tornano sul podio europeo dopo la sconfitta lo scorso anno nella "finalina" contro lo Szolnoki.


Final Six, Budapest, Duna Aréna 
Programma e risultati


Domeica 27 Maggio - Finali 


Finale Jug Dubrovnik-Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung) 5-10
(vai al tbellino) 


3/4 posto, Pro Recco-ZF Eger 15-6
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 3, Mandic, Figlioli 1, Molina, D. Pijetlovic, Sukno 3, Fondelli, A. Ivovic 4, F. Filipovic 2 (1 rig.), Aicardi 1, Bodegas 1, Volarevic. All. Vujasinovic
Eger: B. Mitrovic, Angyal, A. Decker, Cuckovic 1, Hosnyanszky 1, Lorincz, Mi. Cuk 1 (rig.), Ge. Kovacs, Erdelyi 1, Vapenski 2, Bedo, Harai, Csiszar. All. Dabrowski
Arbitri: Buch (Esp) e Naumov (Rus)
Note: parziali 3-1, 4-1, 3-2, 5-2. Superiorità numeriche: Pro Recco 5/8+1 rigore, Eger 1/6+1 rigore. Spettatori 8000 circa


Giovedì 25 maggio – quarti di finale
Olympiakos (Gre) – Jug Dubrovnik (Cro) 8-11
ZF-Eger (Ung) – AN Brescia (Ita) 6-4


Venerdì 26 Maggio – semifinali
finale 5/6 posto
Olympiakos-AN Brescia 5-8

Semifinali
Jug Dubrovnik - Pro Recco (Ita) 10-9
ZF-Eger - Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung) 5-7


Delegati: Giannii Lonzi (ITA), Angel Moliner (ESP), Dejan Perisic (SRB)
Arbitri: Boris Margeta (SLO), Adrian Alexandrescu (ROU), Matan Schwartz (ISR), Sergey Naumov (RUS), Vojin Putnikovic (SRB), F. Xavier Buch (ESP)


consulta statistiche e tabellini ufficiali


foto deepbluemedia.eu GScala/GBarbagelata

ALBO D'ORO


Coppa dei Campioni
1963-64 Partizan Belgrado (Jug)
1964-65 Pro Recco (Ita)*
1965-66 Partizan Belgrado (Jug)
1966-67 Partizan Belgrado (Jug)
1967-68 Mladost Zagabria (Jug)
1968-69 Mladost Zagabria (Jug)
1969-70 Mladost Zagabria (Jug)
1970-71 Partizan Belgrado (Jug)
1971-72 Mladost Zagabria (Jug)
1972-73 Osc Budapest (Hun)
1973-74 Mgu Mosca (Urss)
1974-75 Partizan Belgrado (Jug)
1975-76 Partizan Belgrado (Jug)
1976-77 Csk Mosca (Urss)
1977 Canottieri Napoli (Ita)*
1978-79 Osc Budapest (Hun)
1979-80 Vasas Budapest (Hun)
1980-81 Jug Dubrovnik (Jug)
1981-82 Cn Barcellona (Esp)
1982-83 Spandau Berlino (Ddr)
1983-84 Stefanel Recco (Ita)*
1984-85 Vasas Budapest (Hun)
1985-86 Spandau Berlino (Ddr)
1986-87 Spandau Berlino (Ddr)
1987-88 Sisley Pescara (Ita)*
1988-89 Spandau Berlino (Ddr)
1989-90 Mladost Zagabria (Jug)
1990-91 Mladost Zagabria (Jug)
1991-92 Jadran Spalato (Cro)
1992-93 Jadran Spalato (Cro)
1993-94 Ujpest Budapest (Hun)
1994-95 Catalunia Barcellona (Esp)
1995-96 Mladost Zagabria (Cro)
1996-97 Themis Posillipo (Ita)*
1997-98 Themis Posillipo (Ita)*
1998-99 Splitska Spalato (Cro)
1999-2000 Naftagas Becej (Jug)
2000-2001 Jug Dubrovnik (Cro)
2001-2002 Olympiakos Pireo (Gre)
2002-2003 Pro Recco (Ita)*


Eurolega
2003-2004 Honved Budapest (Hun)
2004-2005 Lottomatica Posillipo (Ita)*
2005-2006 Jug Dubrovnik (Cro)
2006-2007 Pro Recco (Ita)*
2007-2008 Pro Recco (Ita)*
2008-2009 Primorac Kotor (Mne)
2009-2010 Pro Recco (Ita) *
2010-2011 Partizan Belgrado (Srb)


Champions League
2011-2012 Ferla Pro Recco (Ita) * 
2012/2013 Stella Rossa Belgrado (Srb)
2013/2014 Atletic Barceloneta (Esp)
2014/2015 Pro Recco (Ita) *
2015/2016 Jug Dubrovnik
2016/2017 Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung)
* 13 successi italiani