Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Ciao Nando. L'ultimo saluto dal mondo della pallanuoto

Federazione
images/large/FuneraliPesci8agosto2.jpg

C’erano tutti i suoi amici, stretti in un grande abbraccio con i familiari, a dargli l’ultimo saluto. Questa mattina nella Basilica di Santa Croce a Via Flaminia, in via Guido Reni, a Roma, Ferdinando Pesci, il nostro Nando, è stato accompagnato nel suo viaggio verso l’azzurro dalla moglie Cristina e dai figli Benedetta e Leonardo, dal presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli e dal Segretario Generale Antonello Panza, dai suoi ragazzi della Nazionale under 17 con i quali domenica scorsa a Cagliari conquistava l’argento in coppa CO.ME.N. e venerdì 9 agosto sarebbe dovuto partire per Tblisi per gli europei di categoria, in programma dall'11 al 18 agosto e da tutti gli amici della pallanuoto, che con lui hanno condiviso la passione, il lavoro, i successi e le sconfitte, del loro sport preferito. Alla cerimonia, avvolti da un velo di tristezza ma forti dell’amicizia e dell’amore che ne manterrà sempre vivo il ricordo, i commissari tecnici del Settebello Alessandro Campagna e del Setterosa Fabio Conti e i tanti giocatori che con lui hanno iniziato e da lui sono stati forgiati, fino ad arrivare alla conquista del titolo di campioni del mondo il 27 luglio a Gwangju. Non sono voluti mancare il direttore tecnico della Nazionale di nuoto Cesare Butini, il presidente del Gruppo Ufficiali di Gara Roberto Petronilli e i tanti tecnici federali e di club che hanno collaboraro con lui.
Il presidente Paolo Barelli ha voluto accanto a sé il capitano della squadra giovanile Filippo Ferrero per il suo ultimo saluto a Nando. “Conosco Nando da cinquant’anni e l’ho sempre visto un tutt’uno con la sua splendida famiglia. Cari Cristina, Benedetta e Leonardo, in questo giorno triste, c’è un’altra famiglia, quella della FIN, che divide con voi lo stesso dolore per la perdita di un amico fraterno, allenatore esemplare e uomo stimato che ha dedicato la propria vita professionale allo sport, in modo particolare alla pallanuoto. Ci ha lasciato all’improvviso, di rientro da Cagliari dove ha conquistato un’altra delle sue tante medaglie. Vogliamo continuare a vivere e lavorare nel suo nome, portando ciascuno dentro di sé i ricordi più belli e gli insegnamenti che ci ha tramandato, a cominciare dai prossimi campionati europei che si svolgeranno a Tblisi. Sono molti e da tutto il mondo i messaggi di cordoglio giunti in queste ore, a dimostrazione dell’affetto e dell’ammirazione che Nando si è guadagnato in questi anni di lavoro e sacrifici. Ringrazio tutti voi che siete intervenuti, e siete tanti, e abbraccio forte Cristina, Benedetta e Leonardo”. La selezione azzurra è stata affidata al tecnico federale Massimo Tafuro che sarà assistito dal tecnico Arnaldo Castelli, presenti nella Basilica insieme alla squadra e tutto lo staff.

FuneraliPesci8agosto5

Tra i tanti messaggi di cordoglio che continuano ad arrivare ci sono quelli dei tecnici della Croazia Ivica Tucak e degli Stati Uniti Dejan Udovičić, dell'allenatore dello Yug Dubrovnik Vjekoslav Kobešćak e dell'ex citti della Spagna Rafael Aguilar, del tecnico della Pro Recco ed ex cittì della Nazionale Ratko Rudic, del tecnico rumeno Vlad Hagiu e di quello ungherese della Nazionale under 17 che ha battuto gli azzurrini in finale di Mediterranean Cup a Cagliari Bulcsu Szekely. Lettere e messaggi di condoglianze giungono dalle federazioni di Croazia, Montenegro e Ungheria.

staff tecnico 10 8 19

Il ricordo di Francesco Scannicchio a nome dello staff tecnico

Caro Nando,
non ho intenzione di parlare delle tue tante qualità di uomo, perché chiunque abbia avuto la fortuna ed il privilegio di viverti e volerti bene le conosce a fondo.

Vorrei consegnarti un messaggio da parte dei tanti ragazzi che hai allevato e dei tanti collaboratori che nel tempo ti hanno affiancato.
Un messaggio che abbiamo condiviso nel tempo e che adesso più che mai vorremmo ti accompagnasse in questo viaggio.
Vogliamo ringraziarti perché sei stato in grado di tirar fuori il meglio di noi, sei riuscito a farci dare anche più di quanto non fosse nelle nostre capacità e senza mai doverlo chiedere.
Ci siamo sempre sentiti chiamati a fare tanto semplicemente per riconoscenza nei tuoi confronti, per riconoscenza del modo in cui ci hai sempre trattati.
Tu ci hai reso uomini migliori e vivrai sempre negli insegnamenti che hai scolpito nei nostri cuori e nelle nostre menti.
Ti vogliamo bene.
Ciao Na'