Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Talent Arena-Fin. Nasce Swim Your Best

Federazione
images/joomlart/article/48c5c2ecddeefc2ccaed2c86e6ff1bf1.jpg

Il futuro si costruisce nel presente. Per questo Arena e Federazione Italiana Nuoto ancora una volta guardano oltre e uniscono le loro forze per realizzare un progetto di alta specializzazione unico e concreto: “Swim YOUR best” permetterà di scoprire nuovi talenti e dare loro tutti gli strumenti necessari per diventare grandi campioni. A Roma ha preso vita il progetto “Swim YOUR best” che unisce la leadership di Arena all’autorevolezza di FIN nel panorama natatorio per offrire un inedito punto di vista sul mondo del nuoto agonistico italiano e una testimonianza di un nuovo modo di concepire la sponsorship come legame solido e costruttivo che aiuta gli atleti a crescere. Presentato alla sala conferenze del Foro Italico alla presenza del Presidente della Fin Paolo Barelli, del Ceo del Gruppo Arena Italia Cristiano Portas, del Direttore Generale Arena Italia Enrico Maria Tricarico, del Direttore tecnico della nazionale Cesare Butini, del Responsabile della nazionale giovanile Walter Bolognani, e dei campioni azzurri Massimiliano Rosolino, Gregorio Paltrinieri e Lisa Fissneider.
Ad illustrare il progetto il Direttore Tricarico che ha spiegato puntualmente tutti i passaggi chiave come: "L'unica direzione è il sostegno di questo bellissimo sport. Crescere e seguire atleti già parzialmente formati, con l'obiettivo di farli maturare sia tecnicamente che come persone".
Testimonial della Federazione e del progetto Swim Your Best Massimiliano Rosolino ha sottolineato come "ultimamente ci si concentra più sul risultato che sulla preparazione che c'è dietro per raggiungerlo. Con questo progetto, Arena e FIN hanno deciso congiuntamente di dedicarsi prima all'impasto della torta, per poi aggiungere la ciliegina con i risultati. Lo trovo un progetto ambizioso e molto utile agli atleti per farsi conoscere socialmente. Sarò a disposizione per dispensare consigli utili a crescere prima come persona e poi come atleta a questi ragazzi. Prima di diventare campione è necessario diventare uomini".
Seguono le dichiarazioni del Presidente della FIN Paolo Barelli: "Il progetto è uno di quelli importanti sia per le risorse sia per il sociale. Faccio i complimenti per l'accordo raggiunto e per l'idea che ha unito Arena e FIN dopo tante altre collaborazioni. Mi auguro che sia solo un punto di partenza. Ci sono tutti i presupposti per ampliare sempre più questo progetto appena nato ed allargarlo a tutti gli sport acquatici. L'obiettivo di una Federazione come la nostra è non solo quello di formare campioni ma quello di insegnare a stare a galla e salvarsi la vita. Per questo appoggeremo sempre progetti che valorizzino, oltre l'eccellenza, anche i valori fondamentali che costituiscono il nostro mondo."
Entusiasta anche Cristiano Portas, Ceo Arena Italia: "Non si diventa campioni solo per il talento. Per diventare campioni bisogna essere da esempio pure nella vita. L'obiettivo di questo progetto è avvicinare sempre più giovani al movimento nuoto e farli crescere nell'ambiente di questo fantastico sport. Da non sottovalutare il nuoto come sopravvivenza, e quindi, il saper galleggiare. Poi se c'è il talento si può anche diventare campioni".
L'importanza e il valore sociale sono i cardini anche per Cesare Butini, Direttore Tecnico del nuoto azzurro: "Trovo ottima la collaborazione con Arena nella ricerca dei talenti e nel supportare la crescita dell'atleta. Dovrà essere una crescita a 360°, sia dal punto di vista tecnico che umano. Sarà uno stimolo per gli atleti selezionati il fatto che saranno seguiti da coach d'esperienza. I tre testimonial, Rosolino, Patrinieri e Fissneider, sono fondamentali per seguire passo dopo passo la crescita in tutti i mesi di lavoro insieme, proprio dal punto di vista umano e psicologico."
Evidentemente emozionato anche il "tutor" Paltrinieri: "Avremo un ruolo importante. Certo essere come Rosolino sarà impossibile. Massimiliano è unico. Ma il nostro vantaggio sarà che saremo quasi coetanei e sapremo come affiancare le giovani promesse selezionate. Certo noi siamo avvantaggiati ora, ma se mi guardo indietro sono certo di aver superato molte delle difficoltà che incontreranno loro oggi." A chiusura anche la "tutor" categoria ragazzi Lisa Fissneider: "Adoro collaborare con i ragazzi. Sono contenta di far parte di questo ambizioso progetto. Staremo vicino anche con semplici messaggi quotidiani ai nostri atleti, cercando di agevolarli nelle difficoltà che già abbiamo incontrato durante il percorso di crescita agonistica".


IL PROGETTO. Nell’arco di 12 mesi saranno selezionati, monitorati e valutati 6 giovani talenti del nuoto italiano. Solo i migliori 2 nuotatori in assoluto potranno realizzare il sogno di entrare nell’Elite Team Arena con un contratto di sponsorizzazione tecnica e vivere un’esperienza nel centro di Alta Specializzazione più importante al mondo, InnoSport di Eindhoven. La preparazione tecnica degli atleti selezionati sarà affiancata dall’esperienza del campione olimpico Massimiliano Rosolino, simbolo del nuoto italiano e Ambasciatore del nuoto per la FIN, di Gregorio Paltrinieri, bronzo nei 1500 stile libero ai Mondiali di Barcellona 2013 e campione europeo nei 1500 sl e di Lisa Fissneider, regina indiscussa nel panorama italiano nei 50 e nei 100 rana. In qualità di tutor, Massimiliano, Gregorio e Lisa daranno il loro supporto ai ragazzi selezionati, che avranno cosi la possibilità di essere seguiti bracciata dopo bracciata nel loro percorso, ottenendo giusti consigli per poter diventare dei campioni come loro. Durante tutto il progetto i 3 tutor racconteranno la loro esperienza, si confronteranno con gli atleti selezionati e, contemporaneamente, diventeranno i loro portavoce attraverso alcune iniziative di comunicazione. 


In particolare, sarà attivato un Blog Magazine dedicato, per seguire il percorso di crescita dei protagonisti - dai risultati sportivi all’emozioni più personali – e, allo stesso tempo, per offrire dei contenuti rivolti sia ai nuovi talenti che agli appassionati di nuoto, come i consigli sulla nutrizione, l’allenamento e la preparazione. Tutti i contenuti del blog diventeranno lo spunto per viralizzare il progetto dalla pagina Facebook ufficiale e dagli account personali dei protagonisti di Twitter e Instagram.
Il recruiting, dopo il lancio ufficiale del progetto in occasione del 51° Trofeo Sette Colli Internazionali d’Italia, entrerà nel vivo durante i Campionati Italiani Giovanili in programma dal 4 al 10 agosto allo Stadio del Nuoto di Roma, dove saranno selezionati i 6 atleti altamente promettenti:
- 2 per Categoria Ragazzi, maschi (13‐14‐15 anni) e femmine (12‐13 anni)
- 2 per Categoria Juniores, maschi (16‐17 anni) e femmine (14‐15 anni)
- 2 per Categoria Cadetti, maschi (18‐19 anni) e femmine (16‐17 anni)
Il Direttore tecnico della nazionale italiana Cesare Butini e il coach della nazionale giovanile Walter Bolognani sceglieranno in base ai risultati conseguiti, in termini di crono, titoli italiani, ranking finale per categoria e disciplina. A questo punto per i giovani talenti inizierà un periodo di preparazione e monitoraggio presso le strutture italiane di Alta Specializzazione (Centro FIN Lido di Ostia, Acquacetosa Giulio Onesti, Centro FIN Alberto Castagnetti). Solo i migliori 2 nuotatori, che si saranno distinti dimostrando il loro talento e la loro crescita attraverso il raggiungimento di un podio internazionale (Europei Junior, Mondiali Junior), potranno volare in Olanda. Da questo momento inizierà un altro sogno. Infatti, i migliori 2 giovani emersi dal progetto “Swim YOUR best” entreranno a far parte proprio dell’Elite Team Arena con un contratto di sponsorizzazione tecnica.


Vai al sito del progetto