Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Congresso straordinario FINA a Doha

Federazione
images/joomlart/article/9f9d051de44d7f372a3d03fead261f01.jpg

Alla presenza di 155 delegati si è tenuto il congresso straordinario della Federation Internationale de Natation, riunitosi a Doha in occasione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta in programma dal 3 al 7 dicembre. All'apertura della terza convention mondiale hanno presenziato il presidente della FIN e della LEN e segretario onorario della FINA Paolo Barelli e il segretario generale del comitato olimpico del Qatar HE Sheikh Saoud Bin AbudlRahman Al Thani (nella foto). Sono state deliberate le seguenti decisioni:

- i tuffi dalle grandi altezza sono stati definiti disciplina ufficiale della FINA con relativi regolamenti;


- nell'ambito delle General Rules sono stati introdotti i tuffi dalle grandi altezze e che le finali del nuoto possono essere disputate solo in otto corsie;

- sono state introdotte nuove regole relative alla "early start" e sul calcio a farfalla nella rana in partenza; definita la possibilità di usare i contavasche elettronici nelle gare degli 800 e 1500 stile libero; regolamentato l'utilizzo della nuova partenza a dorso; definite le regole che disciplinano i record mondiali juniores in vasca da 50 e 25 metri;

- nell'ambito del nuoto in acque libere è stato definito obbligatorio il tocco sul touch pad quando disponibile per convalidare il tempo all'arrivo e la relativa classifica;

- nell'ambito dei tuffi sono stati introdotti i nuovi eventi del sincro misto dal trampolino 3m e dalla piattaforma con relative regole;

- nell'ambito del nuoto sincronizzato sono stati introdotti i nuovi eventi del duo misto tecnico e libero;

- nell'ambito della pallanuoto sono state definite le linee guida per l'utilizzo dei palloni (codificate pressione e misure già in uso), delle sostituzioni durante i falli di gioco, sulle esclusioni e sulle penalità;

- nell'ambito dei master sono state discusse lievi modifiche in relazione a nuoto, nuoto in acque libere e pallanuoto;

- sono state introdotte assimilate nuove regole in conformità coi principi WADA a partire dal 1° gennaio 2015;

- nell'ambito dei materiali tecnici sono state approvate novità relative ai sistemi di partenza a dorso e alle piattaforme e sono stati definiti i regolamenti inerenti le strutture dei tuffi dalle grandi altezze.

Le decisioni del Bureau FINA