instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Fin e Anffas. Ostia oltre le barriere

Federazione
images/joomlart/article/2e78371bc14802ee5e4f668d0e6d6432.jpg

Anffas Ostia, Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, e la Federazione Italiana Nuoto insieme per abbattere ogni barriera e dare l’opportunità a tutte le persone con qualsiasi tipologia di disabilità, di potersi avvicinare al nuoto. Da questa mattina il Polo Natatorio è la prima struttura pubblica del X Municipio a permettere alle persone carrozzate, senza o ridotta mobilità, di poter accedere in vasca senza alcun problema. Infatti un sollevatore mobile è a disposizione di tutte le persone con difficoltà motorie, non solo disabili ma anche con problemi di deambulazione. Presenti all'evento il Direttore tecnico della nazionale di nuoto Cesare Butini, il Responsabile tecnico del Centro Federale di Ostia Stefano Morini, il Direttore del Centro Federale Pino Castellucci e il funzionario Fin Paolo Borroni. Insieme a loro il gruppo stanziale degli azzurri tra cui Gabriele Detti, Stefania Pirozzi e Martina Rita Caramignoli. Insieme a loro si è unito, appena atterrato dalla trasferta vincente a Mosca di World League, il vicecampione olimpico Alex Giorgetti. Per l'Anffas Ostia presenti il Presidente Ilde Plateroti e il Direttore Stefano Galloni isnieme all'ideatore del mezzo della Digi project, Sergio Campi. In sala molti ragazzi dell'associazione che si sono intrattenuti con i campioni azzurri per un momento conviviale e per scattare qualche foto insieme.
"Eventi di questo genere rafforzano la collaborazione tra il Centro Federale e il territorio, nella fattispecie rappresentato dall'Anffas - spiega il DT azzurro Butini. Entrambi hanno un minimo comun denominatore che è l'impegno. Per la Fin quello degli atleti che devono profondere il massimo sforzo verso i grandi obiettivi sportivi, mentre l'Anffas c'è lo sforzo per il sociale e le persone meno fortunate. Avere un sollevatore in una realtà come la nostra, vuol dire dare un servizio importante a delle persone meno fortunate che potranno da oggi usufruire di tutte le potenzialità del nostro impianto di Alta specializzazione". Gli fa eco il tecnico federale Stefano Morini che sottolinea come: "C'era il bisogno di avere un mezzo del genere che darà maggiore accessibilità alla vasca. Siamo in ritardo, ma ora tutti i cittadini che hanno difficoltà motorie avranno la possibilità di entrare in acqua in maniera ottimale. E' una bellissima iniziativa nata in sinergia con l'Anffas che abbiamo accolto con molto piacere. Questo deve essere un momento di riflessione, non solo sul momento agonistico e il duro lavoro degli atleti, ma anche su le persone che hanno più bisogno di noi e che potranno sfruttare questo impianto in tutte le sue potenzialità". Infine il Presidente Ilde Platerotisi è soffermata sull'utilità sociale del mezzo anche per le persone anziane: "L'età media si sta allungando e sempre più persone anziane hanno bisogno di aiuto. Donare il sollevatore al Centro Federrale è un gesto per avvicinare tante persone, non solo disabili ma anche chi deve fare fisioterapia in acqua, come successe a me, e non riesce ad accedervi facilmente. Per questo ringrazio la Federazione Italiana Nuoto che ha subito capito la problematica e ha permesso di avvicinare ancora di più i cittadini al territorio".


ostia a 21102015


ostia b 21102015


ostia c 21102015


vai al sito ufficiale