Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

#Meravigliosi. Festeggiate le medaglie di Tokyo. Barelli: "Il nuoto è un'unica famiglia" VIDEO

Federazione
images/large/meravigliosi_2021_23_9_21.jpg

La Federazione Italiana Nuoto ringrazia gli atleti, i tecnici, i dirigenti, gli sponsor, gli amici e le amiche in veste istituzionale e no, gli operatori della comunicazione e tutti coloro che hanno partecipato alla sesta edizione del galà #Meravigliosi. E' stata la festa dell'inclusione, di una famiglia sempre più unita: quella del nuoto senza barriere, senza disparità, senza limiti. Da Gregorio Paltrinieri a Simona Quadarella, da Alessandro Miressi a Nicolò Martinenghi, da Giulia Terzi a Stefano Raimondi, Carlotta Gilli, Simone Barlaam, Thomas Ceccon, Federico Burdisso, Lorenzo Zazzeri, Manuel Frigo, Francesco Bocciardo, Antonio Fantin, Xenia Palazzo, Vittoria Bianco, Giulia Terzi, Alessia Scortechini. Ma c'erano tutti i medagliati azzurri, olimpici e paralimpici, che hanno brindato coi presidenti Paolo Barelli, Roberto Valori (FINP) e Vito Cozzoli (Sport e Salute) e con Valentina Vezzali, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, ai prestigiosi risultati sportivi ottenuti a Tokyo nel corso di una festa pirotecnica tenutasi al Foro Italico nella lunga serata di mercoledì.
"Le medaglie di Tokyo dimostrano il lavoro straordinario delle nostre società e dei nostri ragazzi; la presenza di atleti olimpici e paralimpici per festeggiare insieme i risultati di Tokyo rappresenta i valori della famiglia del nuoto: unita senza distinzioni - ha sottolineato il presidente Barelli - Questi successi però non possono coprire le enormi difficoltà che attanagliano ancora le piscine, con drammatici problemi di gestione causati dai provvedimenti restrittivi per il Covid. La presenza di Valentina Vezzali ha testimoniato la vicinanza del Governo, ma finora abbiamo ottenuto poco. Le società sportive, cui ascrivere il gran merito dei risultati olimpici e paralimpici, sono allo stremo, meritano rispetto e adeguati sostegni. Stiamo perdendo una generazione di sportivi". Un allarme condiviso dalla sottosegretaria Vezzali, che ha sottolineato come sia importante "allargare la base di chi fa sport" con particolare riferimento "a società e scuola".

foto di Andrea Staccioli / Insidefoto - DBM. L'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.