Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Collari d'oro. Conte premia gli azzurri

Federazione
images/large/collari_doro_foto_mezzelani_pagliaricci_gmt042bis_20191216_1616273001800x450.jpg

Le eccellenze dello sport italiano tutte radunate nella palestra monumentale all'interno dell'Università degli Studi del Foro Italico. Stamattina, a Roma, la cerimonia di consegna dei Collari d'Oro, la massima onorificenza dello sport italiano, alla presenza, tra gli altri, del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, del presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, e del Ministro per le politiche giovanili e per lo sport, Vincenzo Spadafora. L'onorificenza è stata istituita nel 1995 e viene conferita ad atleti, dirigenti e società. Premiati gli azzurri del nuoto Federica Pellegrini, Simona Quadarella, Gregorio Paltrinieri (fuori Italia), e del passato Novella Calligaris e Giorgio Lamberti. Insieme a loro l'intero Settebello campione a Gwangju 2019 con in testa al capitano Pietro Figlioli, Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Oscar Gonzalo Echenique, Niccolò Figari, Vincenzo Renzuto Iodice, Stefano Luongo, Gianmarco Nicosia, Alessandro Velotto accompagnati dal CT Sandro Campagna; per il passato anche Giorgio Cagnotto tornato in sella come allenatore della figlia Tania, di nuovo in prima fila tra i trampolini alla ricerca della qualifica olimpica dopo il ritiro e la maternità.

Il Premier Giuseppe Conte: "Il 24 giugno scorso ha rappresentato un momento particolarmente emozionante, uno dei più intensi che io abbia vissuto da presidente del Consiglio: pensate che potere ha lo sport. Mi sono sentito particolarmente orgoglioso di rappresentare il nostro Paese. Questi risultati non si conseguono per caso, non cascano dal cielo, ma ci sono mesi, anni di duro e intenso lavoro, di grande passione. Penso sia stata una tra le pagine più belle scritte di recente dal sistema Italia: il gioco di squadra, l'unità di intenti, la chiarezza degli obiettivi condivisi ci hanno consentito di ottenere un grande risultato. Sul piano organizzativo, quest'anno è stato brillante, ottenendo eventi che il governo ha sostenuto e continuerà a sostenere. Si tratta di occasioni di crescita, visibilità, sviluppo e potenziamento: stiamo diventando il centro del panorama sportivo mondiale". Conte si è poi rivolto ai premiati: "Voi atleti incarnate l'Italia migliore, il Governo c'è e sarà al vostro fianco".

Federica Pellegrini e Simona Quadarella: "Il pass olimpico è vicino, a marzo ci sarà la mia chiamata olimpica, poi incrociamo le dita - le parole della "Divina" - e lavoriamo. Quest'anno per me è stato incredibile: vincere il Mondiale a Roma nel 2009 fu splendido, ma avevo vent'anni. Rivincerlo a 31 non era scontato, ha avuto un significato diverso. So che quella di Tokyo, se arriverà, sarà la mia quinta Olimpiade: penso di aver fatto quello che potevo per me stessa e per il mio sport, potrò chiudere in pace la mia carriera". Inevitabilmente più proiettato in avanti lo sguardo di Simona Quadarella: "Avere già in tasca il pass per Tokyo, la mia prima Olimpiade, è incredibile, mi tranquillizza molto, ho sette mesi di lavoro davanti. Ci arrivo da campionessa dei 1500, gara che è ai Giochi per la prima volta, ma ci prepareremo al massimo anche per gli 800. Katie Ledecky è la più forte ma arriverò preparata, senza timori e paure". Per il Settebello ha parlato su invito di Campagna il deb Vincenzo Dolce: "Già entrare a far parte di questo gruppo è stato un onore per me. Al mio primo mondiale arrivare in finale e battere così nettamente la Spagna resterà un ricordo indelebile e un'emozione unica. Poi fare una doppietta decisiva in acqua, quasi un sogno. Ora vediamo le Olimpiadi come obiettivo, ma dovremmo lavorare duramente per continuare ad essere protagonisti".

Questo l’elenco dei premiati:

CAMPIONI MONDIALI 2019

ARRAMPICATA SPORTIVA
Ludovico Fossali (Speed)

CICLISMO
Vittoria Bussi (Primatista dell’ora femminile – record conquistato il 13 settembre 2018)

MOTOCICLISMO
Lorenzo Dalla Porta (Moto 3)

NUOTO
Simona Quadarella (1500 sl), Gregorio Paltrinieri (800 sl), Federica Pellegrini (200 sl)

PALLANUOTO
Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Oscar Gonzalo Echenique, Niccolò Figari, Pietro Figlioli, Vincenzo Renzuto Iodice, Stefano Luongo, Gianmarco Nicosia, Alessandro Velotto

SPORT INVERNALI
Dominik Paris (SuperG, Sci Alpino), Dorothea Wierer e Dominik Windisch (Biathlon, Mass Start)

TAEKWONDO
Simone Alessio (-74 kg)

TIRO A VOLO
Diana Bacosi (Skeet)

ATLETI PARALIMPICI CAMPIONI MONDIALI 2019

ATLETICA LEGGERA
Assunta Legnante

CICLISMO
Luca Mazzone, Andrea Tarlao, Fabrizio Cornegliani, Alessandro Zanardi, Paolo Cecchetto

NUOTO
Simone Barlaam, Francesco Bocciardo, Antonio Fantin, Carlotta Gilli, Efrem Morelli, Federico Morlacchi, Stefano Raimondi, Arianna Talamona, Arjola Trimi.

SCHERMA
Beatrice Maria Vio

SPORT INVERNALI
Giacomo Bertagnolli, Fabrizio Casal

SCI NAUTICO
Daniele Cassioli

CAMPIONI GLOBAL GAMES

ATLETICA: Raffaele Di Maggio, Mario Alberto Bertolaso, Ruud Lorain Flovany Koutiki, Gaetano Schimmenti, Ndiaga Dieng

CAMPIONI MONDIALI PRIMA DEL 1995

AUTOMOBILISMO
Sandro Munari (Rally- 1977), Massimo Miki Biasion (Rally – 1988 e 1989), Tiziano Siviero (Rally copilota – 1988 e 1989)

ATLETICA
Francesco Panetta (3000 siepi - 1987)

CANOA – KAYAK
Oreste Perri (K1 1000 – 1975)

CANOTTAGGIO
Alberto Belgeri (Due di coppia – 1986), Igor Pescialli (Due di coppia – 1986), Francesco Esposito (Doppio Pesi Leggeri – 1994)

MOTOCICLISMO
Carlo Ubbiali (Vincitore di 9 titoli iridati CL.125 e 250  - Dal 1951 al 1960), Pier Paolo Bianchi (CL.125 – 1976, 1977 e 1980), Mario Lega (CL.250 - 1977), Eugenio Lazzarini (CL.125 – 1978), Marco Lucchinelli (CL.500 – 1981), Franco Uncini (CL.500 – 1982), Fausto Gresini (CL.125 - 1985-1987), Luca Cadalora (CL. 125 e CL. 250 – 1986, 1991 e 1992), Alessandro Gramigni (CL.125 - 1992)

NUOTO
Novella Calligaris (800 sl – 1973), Giorgio Lamberti   (200 sl – 1991)

PENTATHLON MODERNO
Cesare Toraldo (Campione mondiale a squadre - 1986), Gianluca Tiberti (Campione mondiale individuale - 1990),

PUGILATO
Alessandro Mazzinghi (Pesi Superwelter – 1963 e 1968), Bruno Arcari (Pesi Welter - 1970), Franco Udella (Pesi Minimosca - 1975), Rocco Mattioli (Pesi Superwelter - 1977), Vito Antuofermo (Pesi Medi - 1979), Sumbu Kalambay (Pesi medi - 1987), Gianfranco Rosi (Pesi Superwelter - 1987 e 1989), Valerio Nati (Pesi Supergallo - 1989), Francesco Damiani (Pesi Massimi - 1989 e 1991), Massimiliano Duran (Pesi Massimi Leggeri - 1990), Tommaso Russo (Cat. -75 KG - 1991), Emanuela Pantani (Pesi Gallo - 2008)

SCHERMA
Leopolda Predaroli (Fioretto a squadre - 1957), Cristiana Bortolotti (Fioretto a squadre - 1957), Carola Cicconetti, Clara Mochi e Anna Rita Sparaciari (Fioretto a squadre - 1982 e 1983), Lucia Traversa (Fioretto a squadre - 1983 e 1990), Federico Cervi (Fioretto a squadre - 1985, 1986 e 1990), Sandro Resegotti (Spada a squadre - 1989 e 1990), Stefano Pantano (Spada a squadre - 1989, 1990 e 1993), Marco Arpino (Fioretto a squadre - 1994), Laura Chiesa (Spada individuale - 1994)

SPORT DEL GHIACCIO
Roberto Sighel (Pattinaggio di velocità - 1992)

SPORT INVERNALI
Carlo Senoner (Sci Alpino, Slalom - 1966), Carlo Prinoth (Slittino biposto - 1961), Giampaolo Ambrosi -Giovanni Graber (Slittino biposto - 1962), Norbert Huber-Hansjorg Raffl (Slittino biposto – 1990), Karl Brunner (Slittino – 1971), Arnold Huber (Slittino - 1991), Enrico De Lorenzo e Rinaldo Ruatti (Bob A 2 – 1962), Adriano Frassinelli (Bob a 2 – 1969), Gianfranco Gaspari (Bob a 2 – 1971), Franco Perruquet (Bob a 2 – 1975), Sergio Siorpaes (Bob a 2 – 1963 e 1966 e Bob a 4 - 1960 e1961), Pieralberto Carrara (Biathlon staffetta 4X 7,5 1990 e 1993), Johann Passler (Biathlon staffetta 4x7,5 – 1990 e 1993), Andreas Zingerle (Biathlon staffetta 4X7,5 e biatlon individuale - 1990-1993),

TIRO A VOLO
Bina Guiducci (Trap – 1969), Pia Lucia Baldisserri (Trap - 1990), Marco Venturini (Trap - 1991, 1993), Paola Tattini (Trap – 1994), Luciano Brunetti (Skeet – 1978), Bianca Rose Hansberg (Skeet – 1978)

CANOTTAGGIO
Francesco Saverio Di Donato

PERSONALITÀ

Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia), Gianpietro Ghedina (Sindaco di Cortina), Giuseppe Sala (Sindaco di Milano), Luca Zaia (Presidente Regione Veneto)

SOCIETÀ’ SPORTIVE

SPAL Società Polisportiva Ars et Labor (Fondata nel 1907), Circolo Canottieri Roma (Fondata nel 1919), Accademia d’Armi Musumeci Greco (Fondata nel 1978), Tiro a Volo Pieve a Nievole-Montecatini (Fondata nel 1907), Sci Club Courmayer Monte Bianco (Fondata nel 1912)

PALMA D’ORO AL MERITO TECNICO

Marco Andreatta (Sport Invernali), Massimo Barbolini (Pallavolo), Giorgio Cagnotto (Tuffi), Mirco Cenci (Tiro a Volo), Giuseppe Coan (Canoa-Kayak), Salvatore Di Naro, Attilio Fini e Andrea Magro (Scherma), Gianfranco Pizio (Sport Invernali, Sci di Fondo), Giuseppe Polti (Canottaggio), Carlo Recalcati e Sergio Scariolo (Pallacanestro), Fulvio Vailati (Ginnastica).

PREMIO AL VINCITORE TROFEO CONI 2019

Comitato Regionale CONI Veneto

Foto Mezzelani - Pagliaricci / GMT Sport