Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

L'olimpionico, lo special guest e il ragazzo coraggioso

Federazione
images/large/DSC_2253.jpg

Il preshow dellla seconda giornata del 56° trofeo Sette Colli - Internazionali di Nuoto ha due ospiti particolari che hanno in comune la passione per il nuoto. Come tutti del resto qui al Foro Italico. Presentati dal campione olimpico, mondiale ed europeo, Mr. 60 medaglie Massimiliano Rosolino, fanno il loro ingresso in vasca, insieme al presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, l'attore romano, ex nuotatore Raoul Bova e Manuel Bortuzzo. Il pubblico numeroso (in tribuna si contano più di 4000 persone) gli dedica un grande, unico, lungo applauso. Anche gli atleti impegnati nel riscaldamento si fermano stropicciandosi gli occhi. Tra flash, selfie e strette di mano si parla di sport e di vita. Poi l'annuncio che tutti si auguravano e che proietta Manuel nel mondo del cinema. "Quando Raoul Bova mi ha chiamato con l'idea di girare un film per la tv che raccontasse una storia vicina al nostro mondo - racconta Barelli - gli ho subito risposto che una storia davvero importante c'è ed è quella del nostro Manuel". "Nel film ci sarà anche Massi - aggiunge Bova - ma non posso svelarvi altro. Inizieremo in un lago per poi trasferirci nella piscina di un centro federale". "Recitare al fianco di Raoul e Rosolino - dice Manuel - sarà un onore per me. Ringrazio di questa opportunità il presidente Paolo Barelli, Rauol Bova e Massimiliano Rosoino. Grazie a tutti voi per l'affetto che mi dimostrate ogni giorno. Cercerò di fare il mio meglio". Nel corso del pomeriggio Raoul Bova accompagnerà il presidente Paolo Barelli in fase cerimoniale insieme al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Simone Valente.
Protagonista, come da tradizione, il pubblico. Massimiliano Rosolino e Cristina Calleri giocano con la gente, tra la gente. Foto, quiz e domande di storia del nuoto del recente passato per vincere cuffie, madaglie ed occhialini. Tra i giochi anche il più tecnico "Centra il tempo", dove i ragazzi presenti in tribuna devono indovinare il crono esatto della gara indicata. Quella di oggi è il 100 stile libero maschile. Venerdì ha vinto Marco Conforto, nipote del direttore sportivo federale Gianfranco Saini, che ha indovinato al centesimo il tempo di Adam Peaty, primo nei 100 rana con 58"72. Il vincitore del gioco si aggiudica la foto ricordo con il suo campione e un buono di 100 euro da utilizzare presso gli stand Arena presenti allo Stadio del Nuoto. Oggi ha vinto il giovanissimo Lorenzo Di Stefano, che ha scelto Breno Correia col tempo di 48"61 (13 centesimi in più del tempo effettivo) perché assonante a Joaquín Correa, attaccante della Lazio per cui tifa.  

 

Foto Baldassarre/Staccioli/Scala/Deepbluemedia.eu/Insidefoto