Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Fusione BPM-BP. Giuseppe Castagna CEO

Federazione
images/joomlart/article/a64cd411e2ea04ef176fb8e8f72c49d1.jpg

Un caro amico del nuoto sarà il primo CEO (Chief Executive Officer) della fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano. Si tratta di Giuseppe Castagna, 57enne manager napoletano, già consigliere delegato e direttore generale della BPM, ma soprattutto nuotatore - cresciuto nella RN Napoli col tecnico Antonello Rastrelli - che con il Circolo Canottieri e il gruppo sportivo dei Carabinieri ha sbracciato dalla Capri-Napoli, al Canale di Suez, al Nilo, finanche a conquistare medaglie ai campionati italiani nel delfino.
Una famiglia dal passato importante nel nuoto anche grazie alla passione per lo stile più faticoso che condivideva col fratello maggiore Maurizio, campione italiano nei 100 e nei 200 nei primi anni settanta e medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Smirne nel 1971.
Nel corso della sua ascesa dirigenziale, Giuseppe Castagna non ha mai dimenticato gli insegnamenti dello sport coniugando competenza, determinazione e garbo.
Il presidente Paolo Barelli e la Federazione Italiana Nuoto gli rivolgono i più sentiti complimenti per il prestigioso incarico, auspicando che le discipline acquatiche conservino sempre un posto di privilegio nelle sue attività.