Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Pellegrini riceve la bandiera da Mattarella

Federazione
images/joomlart/article/82e00b22327cdc7d955dea6ed15057b7.jpg

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato al Quirinale una numerosa rappresentanza di atleti e dirigenti italiani che parteciperanno ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Rio de Janeiro. Nel corso della cerimonia, aperta dall'esecuzione dell'Inno nazionale da parte della Banda Musicale Interforze, sono intervenuti il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Luca Lotti e il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli.
Una folta rappresentanza di atlete e atleti azzurri, tecnici e dirigenti ha presenziato alla cerimonia che aveva come clou la consegna da parte del Presidente Mattarella della bandiera italiana a Federica Pellegrini, designata quale portabandiera dell'Italia per la XXXI edizione delle Olimpiadi di Rio e all'atleta Martina Caironi portabandiera dell'Italia alle Paralimpiadi. "Le Olimpiadi sono una condizione, un’occasione di pace, di amicizia, di lealtà, di competizione con rispetto degli altri", ha dichiarato Mattarella, che ha assistito alle suggestive immagini andate in onda sul maxischermo allestito nei giardini del Quirinale. Emozionanti le vittorie e le medaglie conquistate dagli atleti italiani alle Olimpiadi con l'ultimo fotogramma dedicato a Federica Pellegrini che con un magnifico scatto conquista una delle tante medaglia d'oro della sua eccezionale carriera.
Visibilmente emozionata la "divina", che sarà ventitreesima potabaniera italiana alle Olimpiadi estive e seconda delle discipline acquatiche dopo Klaus Dibiasi nel 1976: "Sono estremamente onorata di essere qui, di fronte a voi. Questo giorno rappresenta il coronamento di tutta la mia carriera. Sarà la mia quarta Olimpiade. Ho girato così tante volte le braccia in acqua che ho perso il conto di quante volte ho fatto il giro del mondo. Rio sarà importante per me, così come per tutti voi. L'Olimpiade muove i nostri cuori e le nostre menti. Soffriremo, ci faremo il tifo a vicenda e ci sosterremo. Siamo una grande squadra. Ringrazio l'Italia per avermi dato l'onore di essere il suo alfiere". 


per ulteriori approfondimenti consulta il sito del CONI


FEDERICA PELLEGRINI. Federica Pellegrini sarà la portabandiera della delegazione italiana alla 31esima edizione dei Giochi Olimpici estivi, a Rio de Janeiro, nel corso della cerimonia di apertura in programma il 5 agosto presso l'Estádio Jornalista Mário Filho, il Maracanã, proprio il giorno del suo 28esimo compleanno. Un’investitura che legittima la carriera eccezionale della “campionessa di tutto” nata a Mirano il 5 agosto 1988 da papà Roberto e mamma Cinzia, che vivono a Spinea insieme al fratello minore, Alessandro. Federica Pellegrini conquisterà l'oro olimpico a Pechino 2008, nelle insolite finali nuotate al mattino, col record mondiale di 1'54"82; ma già a 16 anni e dodici giorni era diventata la più giovane atleta italiana di sempre a salire su un podio olimpico individuale con l'argento nei 200 stile libero ad Atene 2004, riportando una nuotatrice italiana a medaglia dopo 32 anni da Novella Calligaris (argento nei 400 sl; bronzo negli 800 sl e 400 misti a Monaco 1972). Nella sua carriera - in auge dal primo titolo italiano vinto a Ravenna nell'aprile 2003 ai campionati assoluti primaverili nei 100 stile libero in 55"95 - conquista 50 medaglie internazionali tra cui 2 olimpiche (un oro e un argento), 9 mondiali (4 ori, 4 argenti e un bronzo), 15 europee (7 ori, 4 argenti, 4 bronzi) in vasca lunga e 4 mondiali (un argento e 3 bronzi) e 14 europee (7 ori, 2 argenti e 5 bronzi) in vasca corta, stabilendo 11 primati mondiali; diventa la prima e unica atleta a firmare due doppiette nei 200 e 400 stile libero in due edizioni consecutive dei campionati mondiali, peraltro tornando dai tessuti "gommati" (Roma 2009) a quelli in tessuto (Shanghai 2011), e nel giorno del ventisettesimo compleanno, il 5 agosto scorso, conquista l'argento mondiale nei 200 stile libero a Kazan diventando la prima e unica atleta a salire sul podio iridato della stessa specialità per sei edizioni consecutive. In carriera le manca solo l'oro ai campionati mondiali in vasca corta dove ha detenuto il record del mondo dei 200 stile libero per 6 anni (2008-2014); mentre continua a detenere il primato mondiale in vasca lunga col tempo con cui conquistò l'oro ai mondiali di Roma 2009, ovvero 1'52"98. Il 18 dicembre scorso aggiunge un'altra perla alla sua infinita collana di successi: vince con la staffetta del Circolo Canottieri Aniene la 4x100 mista ai campionati assoluti invernali di Riccione e conquista il 100esimo titolo italiano della carriera; adesso è a quota 106 (56 ai primaverili, 28 agli invernali e 22 agli estivi; 59 individuali e 47 in staffetta). Lo scorso 21 maggio, a Londra, resta regina dei 200 stile libero vincendo il quarto titolo europeo consecutivo da Budapest 2010, passando per Debrecen 2012 e Berlino 2014. La portabandiera italiana eguaglia grandi campioni come il russo Alexander Popov, l'ucraina Jana Klochkova, la polacca Otylia Jedrzejczak e l'ungherese Katinka Hosszu. E' la quindicesima medaglia europea della 27enne allenata da Matteo Giunta. Passano gli anni, passano le avversarie, ma Fede c'è sempre. Ama i suoi tatuaggi, che definisce fotografie di vita, come i suoi smalti, le sue scarpe, le piante, il cibo - come la parmigiana della mamma – e i leoncini di peluche della sua adolescenza.


foto Quirinale.it