Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Centro federale di Trieste aperto agli Over60

Federazione

"Trieste come laboratorio di modernità e capitale europea della lunga vita attiva". E' questa l'ambizione che emerge dallo sfondo di H2OpenDay, l’iniziativa della Federazione Italiana Nuoto che aprirà, del tutto gratuitamente, la piscina comunale “Bruno Bianchi” a tutti gli Over60, sabato dalle 9 alle 13. 
“La storia e la letteratura hanno fatto diventare Trieste un “microcosmo” dell’Europa, ma adesso può diventare un modello di riferimento a livello italiano ed europeo - spiega Franco Del Campo, direttore del Centro Federale di Trieste, richiamandosi allo scrittore Claudio Magris - Da una parte Trieste è la città che ha la più alta percentuale di anziani in Italia e d’Europa, dall’altra ha un’antica tradizione sportiva e suoi cittadini-senior possono diventare protagonisti di un progetto di “lunga vita attiva”, diffuso e consapevole, a partire dal nuoto, che rende il corpo leggero ed allontana i traumi piccoli e grandi".
Di questo si parlerà alla tavola rotonda (inizio ore 10.00, nella sala H2Openspace della piscina) organizzata all'interno di una giornata tutta dedicata agli Over60, che - seguendo le linee guida del progetto europeo, Healty Ageing & Master Swimming, ideato da Ariella Cuk - potranno sperimentare varie attività di nuoto e partecipare alla staffetta non competitiva dedicata ai MagnificiOver60 sui 50 metri, da nuotare come meglio si crede, senza obbligo di stile o di tempo.
Alla tavola rotonda, intitolata “La città d’Anchise”, parteciperanno Roberto Cosolini, Sindaco di Trieste; Andrea Di Lenarda, direttore del Centro Cardiovascolare ASS 1 di Trieste; Francesco Cipolla del CONI FVG; Emiliano Edera, presidente FIDAL FVG; Teresa Squarcina, vicepresidente dell’Associazione Goffredo de Banfield; Federico Pastor, presidente della Società Ginnastica Triestina; Fulvio Cressi del Tennis Club Triestino; Michela Flaborea di Tesan Televita; Ariella Cuk, responsabile del Progetto Healty Ageing & Master Swimming, e Franco Del Campo della Federazione Italiana Nuoto.
La tavola rotonda, nelle intenzioni degli organizzatori, vuole essere un primo momento di incontro e riflessione tra protagonisti della vita sociale e sportiva per cercare di fare sistema su un tema che potrebbe vedere Trieste, e forse l’intero Friuli Venezia Giulia, all’avanguardia in Italia e in Europa, con importanti ricadute sulla qualità della vita e di risparmio economico a livello sanitario ed assistenziale.