Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Invernali. Esposito, Dotto e Magnini super

Nuoto
images/joomlart/article/327a3f576296b38b6cd350d2c9158fed.jpg

Dopo il break sono riprese le gare alla comunale. Nella seconda sessione dei campionati assoluti open di nuoto, primo impegno stagionale in vasca da 50 metri, solo gare individuali e otto titoli assegnati. Il primo se lo aggiudica Francesco Pavone (Andrea Doria) nei 200 farfalla con 1'58”75 e un secondo di vantaggio su Niccolò Beni (Esercito/Fiorentina).
Ambra Esposito (Centro Ester Nuoto) ha vinto i 200 dorso con il record italiano cadette e primato personale di 2'11”01. Il precedente record era di Alessia Filippi con 2'11”44 del 30 luglio 2005 a Montreal. Ambra Esposito, allenata da Gianni Consiglio, ha ingaggiando uno sprint avvincente con Carlotta Zofkova (Forestale/Imolanuoto) che ha chiuso in 2'11”17. Zofkova più veloce nella prima e quarta frazione (quest'ultima nuotata in 32”60); Esposito che si è fatta preferire nelle due vasche centrali (ultimi 50 metri in 32”69).  “Non ci posso credere. Ho sperato fino all'ultimo e alla fine sono riuscita a mettere la mano davanti. Questo risultato mi ripaga dei tanti sacrifici che sto facendo da settembre, quando è iniziata la nuova stagione e ci siamo prefissati con il mio tecnico obiettivi importanti”.     
Flavio Bizzarri (Forestale/Larus Nuoto) ha fatto suoi i 200 rana nuotandoli in 2'12”04, davanti a Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi) con 2'12”30 e Edoardo Giorgetti (Aniene) con 2'12”36.  “C'erano i presupposti per fare una buona gara e ci sono riuscito. I tempi in generale sono molto buoni, sopratutto in questo periodo dell'anno. Fare 2'12” oggi è un buon viatico. La medaglia la dedico a Sebastiano Ranfagni che ci è venuto a trovare oggi e a cui stiamo tutti vicino”. Nella quarta serie, ma fuori classifica non avendo il tempo di iscrizione e per gareggiare il più possibile come aveva detto stamattina, Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) ha nuotato in 2'17”63 e 1'05”37 al passaggio dei 100 metri.
Erika Ferraioli (Esercito) è la più veloce nei 50 stile libero che chiude in 25”74. Alle sue spalle si piazzano Giorgia Biondani (Leosport V. Franca) con 25”92 e la spagnola Maud Van Der Meer (Eiffel Swimmers) con 25”96.
Nei 100 dorso si impone lo specialista azzurro Mirco Di Tora (Fiamme Oro/Azzura 91) con 54”51. Secondo è Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro) in 55”09 e terzo Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) in 55”25.  “E' il mio ventunesimo titolo individuale. Sto bene, sono in ottima condizione e oggi ho vinto nonostante la scivolata in partenza. I buoni propositi per il 2013 sono di qualificarmi per i Mondiali di Barcellona".
Gli 800 stile libero li ha vinti Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno) che nella prima ha stabilito il record personale di 8'34”9 migliorandosi di oltre due secondi. Testa a testa con la campionessa europea della 5 chilometri a cronometro e del team event a Piombino 2012, l'atleta più vincente in campo continentale, Rachele Bruni (Esercito) che ha concluso la gara in 8'37”37. Ai 600 metri c'erano 17 centesimi a dividere le due atlete. Venti centesimi al passaggio dei 700. “Vittoria e primato dedicati all'Esercito. E' stato un anno difficile e duro e questo risultato mi ripaga”.
Primato personale anche per Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) nei 200 misti con 2'14”21, quinto all time italiano. Il suo precedente era di 2'15”16 ai Mondali di Roma in gommato. Secondo posto di Ludovica Leoni (Aqvasport) con 2'16”83 e terzo di Alessia Polieri (Imolanuoto) con 2'17”20. “Il tempo è ottimo. Volevo vincere e ci sono riuscita molto meglio di quanto sperassi e con una facilità che è data dalla mia condizione, già ottima agli Europei e ancora buona dopo i Mondiali”.
A chiudere il programma pomeridiano i 100 stile libero maschili. In vasca sei dei primi 10 atleti azzurri di sempre. La classica della velocità se la aggiudica Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) che  con 48”30 (22”89 ai 50) è davanti a Filippo Magnini (SMGM Team Lombardia Nuoto) con 48”44 e 23”66 al passaggio. Terzo Luca Leonardi (Fiamme Oro Roma) con 49”38 e 23”35 a metà gara.
Comincia a parlare Luca Dotto. “Non pensavo di andare così veloce. Questo è un tempo da finale mondiale. Il terzo all time italiano e il secondo di sempre. Ho passato una stagione difficile ma mi sono ripreso in pieno. Avevo perso la fiducia ma questi risultati, a iniziare dalla Coppa del mondo in vasca corta, hanno riacceso in me la voglia di tornare protagonista. Ringrazio la Forestale e Larus Nuoto, le mie società, la Federazione e tutti colori i quali mi sono stati vicino”. Conclude Filippo Magnini, che si è regalato un fine anno coi botti. “E' lo stesso tempo con il quale ho vinto ai Mondiali di Melbourne nel 2007 e sono a cinque decimi dal bronzo olimpico di Londra 2012. Sono felicissimo e non ci posso ancora credere. Con Lucas ci eravamo detti che sotto i 50” sarebbe stato un bel risultato. Ho cambiato preparazione iniziando un mese più tardi degli altri e entrando in acqua una volta al giorno. Sono contento per Luca che meritava una gara così”.
  
BUTINI APPLAUDE ATLETI, TECNICI E SOCIETA'. La prima giornata degli Assoluti a Riccione ha soddisfatto lo staff tecnico federale. “Una giornata molto positiva - commenta il direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini – cominciata in sordina al mattino dove spiccavano le prestazioni di Turrini nei 400 misti, di un ritrovato Leonardi in prima frazione della 4x100 stile libero vinta dalle Fiamme Oro con il record italiano di società e di Ilaria Bianchi nei 100 farfalla e Gregorio Paltrinieri nei 400 stile libero che ha ingaggiato un buon duello Gabriele Detti.  Nel pomeriggio ottimo ancora il trend prestativo dei ragazzi dove c'è alla ribalta una giovane atleta nei 200 dorso che conquista il suo primo titolo, Ambra Esposito, e vanno sottolineate anche le ottime prestazioni degli atleti che hanno fatto parte della squadra Nazionale di Istanbul ed in particolare i velocisti Luca Dotto che con 48”30 ottiene il terzo all time italiano nei 100 stile libero,  Filippo Magnini e altri che danno nuovo slancio alla nostra 4x100 stile libero. Ottime le prove anche di Stefania Pirozzi nei 200 misti e Mirco Di Tora nei 100 dorso. I molti primati personali denotano un corretto approccio iniziale dei nostri atleti e dei tecnici che li seguono”.        
   
Giovedì 20 dicembre si riprende alle 10 con le serie dei 400 stile libero femminili e alle 16.35 con la seconda serie dei 1500 stile libero maschili. Gare in diretta su Raisport2 (dalle 10 e dalle 17). 
  
I titoli assegnati nella 2^ sessione
   
200 farfalla M
1. Francesco Pavone (Andrea Doria) 1'58”75
passaggio ai 100 metri 57”35
 
200 dorso F
1. Ambra Esposito (Centro Ester Napoli) 2'11”01
passaggio ai 100 metri 1'05”32
 
200 rana M
1. Flavio Bizzarri (Forestale/Larus Nuoto) 2'12”04
passaggio ai 100 metri 1'04”21
 
50 stile libero F
1. Erika Ferraioli (Esercito) 25”74
 
100 dorso M
1. Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma/Azzurra 91) 54”51
passaggio ai 50 metri 26”05
 
800 stile libero F
1. Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno) 8'34”91
passaggi ogni 100 metri: 1'03”49, 2'08”84, 3'13”81, 4'19”06, 5'23”91, 6'28”63, 7'33”30
   
200 misti F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) 2'14”21
così nelle quattro frazioni: 28”61, 33”30, 40”28, 32”02
  
100 stile libero M
1. Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 48”30
passaggio ai 50 metri 22”89