Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Paltrinieri campione del mondo

Nuoto
images/joomlart/article/f99b9b20ebd2abb99ce80e4a8d573972.jpg

Il nuotatore danese Mads Glaesner è risultato positivo alla sostanza del Levmetamfetamine (uno stimolante) a seguito del controllo antidoping effettuato il 14 dicembre scorso, al termine degli 400 stile libero dell'11esima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta, tenutisi ad Istanbul.


A seguito dell'audizione dell'atleta, accompagnato dal proprio avvocato, avvenuta venerdì 14 giugno a Losanna, la commissione antidoping della Federation Internationale de Natation, presieduta da Erik van Heijningen, ha disposto e comunicato lunedì 17 giugno quanto segue:


1. tre mesi di ineleggibilità per l'atleta a partire dal 19 marzo 2013 (data della sua sospensione provvisoria), in conformità alla FINA DC Rule 10.4;


2. la cancellazione di tutti risultati conseguiti dal nuotatore dalla data del test (14 dicembre 2012), in corformità alla FINA DC Rule s 9 e 10.1.


Decadendo i risultati sportivi dal 14 dicembre scorso, il danese Mads Glaesner perde la medaglia di bronzo conquistata il 14 dicembre 2012 nei 400 stile libero e la medaglia d'oro conquistata il 16 dicembre nei 1500 stile libero di cui Gregorio Paltrinieri diventa campione del mondo.


I podi dei 400 e 1500 stile libero diventano i seguenti.


400 stile libero


Oro Paul Biedermann (GER) 3:39.15


Argento Yun Hao (CHN) 3:39.48


Bronzo Matthew Stanley (NZL) 3:41.01


1500 stile libero


Oro Gregorio Paltrinieri (ITA) 14:31.13


Argento Pal Joensen (FAR) 14:36.93


Bronzo Mateusz Sawrymowicz (POL) 14:38.29


La comunicazione della FINA è avvenuta lo stesso giorno della pubblicazione di un articolo riportato da un noto quotidiano sportivo che ha anticipato il comunicato stampa della Federation Internationale de Natation, attribuendo erroneamente la cancellazione dei risultati conseguiti  da Glaesner solo nei 400 stile libero, a seguito del controllo antidoping avvenuto lo stesso giorno, e non nei 1500 che si sono svolti due giorni dopo e che l’atleta danese ha vinto precedendo Gregorio Paltrinieri. L'autore dell'articolo ha informato erroneamente e intervistato su basi completamente difformi dalla realtà Paltrinieri, che comunque ha espresso le proprie perplessità (“Mi sembra una cavolata tutta questa storia").


Per Gregorio Paltrinieri, 18enne modenese di Carpi, tesserato per Fiamme Oro Roma e Coopernuoto ed allenato dal tecnico federale Stefano Morini al centro federale di Ostia, si tratta del primo titolo mondiale della carriera e segue quello conquistato agli Europei in vasca corta di Chartres del novembre scorso. Paltrinieri, quinto alle Olimpiadi di Londra, è anche campione europeo in vasca lunga  e vice campione europeo degli 800.