instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Europei. Azzurri subito protagonisti

Nuoto
images/joomlart/article/e62f85f14c2783a393dc7636214b8b76.jpg

Il record italiano di Arianna Castiglioni e quello europeo juniores di Nicolò Martinenghi, nell'ambito di 7 primati personali, tre pass per le finali e otto per le semifinali, aprono la 19esima edizione dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri alla Royal Arena di Copenhagen.
Subito bene gli azzurri nei 100 farfalla che danno il via alle batterie della prima giornata: Piero Codia, triestino ma romano d'adozione che nuota per Aniene ed Esercito, con 50"40 è primo delle batterie davanti allo specialista polacco Konrad Czerniak, due ori e un bronzo a Stettino 2011, che chiude in 50"48. Per il delfinista allenato da Alessandro D'Alessandro è la seconda miglior prestazione di sempre dopo il 50"19 realizzato a Netanya due anni fa. Entra in semifinale anche Matteo Rivolta (Fiamme Oro), primatista italiano in 49"54, con un comodo 50"80, quinto tempo complessivo.
Vola Arianna Castiglioni che nei 50 rana centra le semifinali in quarta posizione col primato italiano di 30"12. La varesina di Busto Arsizio (Team Insubrika - Fiamme Gialle), alla sua prima partecipazione in questa rassegna, distrugge il suo precedente di 37 centesimi (ottenuto 12 giorni fa agli invernali di Riccione) e cancella il vecchio primato di Lisa Fissneider (30"39) fatto ad Herning nel 2013. "Finalmente sono riuscita a fare meno in vasca corta che in lunga - commenta Arianna che sui 50 rana in vasca da 50 metri è già primatista italiana con il 30"33 del 27 luglio scorso ai mondiali di Budapest - Sono partita per migliorarmi, volevo provarci già stamattina e sono molto soddifatta di esserci riuscita. Faccio ancora un po' di fatica, nelle virate e nella subacquea ho qualcosina in meno delle altre specialiste, ma sto migliorando anche in questo. Nel pomeriggio posso limare ancora il tempo". Sulla scia dell'allieva di Gianni Leoni anche la genovese Martina Carraro (Azzurra 91 - Fiamme Azzurre) che è nona in 30"30, limando il personale di 13 centesimi. L'azzurra allenata da Fabrizio Bastelli scende sotto il vecchio primato di nove centesimi e promette battaglia in semifinale, dove guida il gruppo la finlandese Ida Hulkko (29"85). 
Nella gara maschile invece ruggisce il "leone" Fabio Scozzoli (segno zodiacale) che tocca davanti al leone d'Inghilterra Adam Peaty (che il ruggito ce l'ha tatuato in gigantografia sul braccio sinistro). Il campione di Lugo di Imolanuoto e Esercito, classe 1988, tocca davanti all'allievo di sua maestà (che il 28 dicembre farà 23 anni) col record dei campionati: 25"90 per l'allievo di Cesare Casella, a diciotto centesimi dal suo record europeo del 2013, e quattro centesimi davanti all'olimpionico britannico. Passa in semifinale col nono tempo Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro - NC Brebbia) che in 26"43 lima di 17 centesimi il personale fatto lo scorso novembre al Nico Sapio. Il golden boy varesino che si allena con Marco Pedoja, stabilisce il limite europeo juniores ed è il terzo miglior performer italiano dopo Scozzoli e Terrin.
Prima finalista di giornata Ilaria Cusinato (Fiamme Oro - Team Veneto) che entra dalla porta principale col quarto tempo di 4'34"68. Cresce la veneta di Cittadella, classe 1999 che Netanya due anni fa si piazzò diciassettesima, proverà a giocarsi un podio di prestigio che vede come super favorita la Iron Lady ungherese Katinka Hosszu, leader del gruppo con 4'27"45. Eliminata Stefania Pirozzi (Fiamme Oro - CC Napoli) che nuota con l'undicesimo tempo di 4'42"13.
Rompe il ghiaccio anche l'olimpionico azzurro Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro - Coopernuoto) che nei 400 stile libero nuota il quindicesimo crono con 3'44"70. SuperGreg, di ritorno da due mesi di collegiale in Australia, domani si tufferà nei suoi 1500 stile libero di cui è detentore del titolo e del primato mondiale. Fuori dalla finale anche gli altri due azzurri Filippo Megli (FlorentiaNuotoClub - ventesimo 3'45"23) e Fabio Lombini (De Akker - ventuduesimo col personale 3'45"71).
Brillano nei 100 dorso le azzurre: Silvia Scalia (CC Aniene) nuota la sua seconda miglior prestazione in 57"91 col quarto tempo, subito davanti alla divina Federica Pellegrini che si migliora anche a testa in su staccando il pass col quinto crono di 57"95. La campionessa di Spinea (CC Aniene) che si allena a Verona con Matteo Giunta, quattordici medaglie nella rassegna continentale con sette ori all'esordio nel dorso agli europei in corta, si migliora rispetto al precedente 58"80 nuotato al meeting di Lamezia Terme nel 2013. Entra brillantemente tra le sedici Margherita Panziera (Fiamme Oro - CC Aniene) che è undicesima con 58"19, ma deve cedere il passo come terza azzurra. Fuori anche Tania Qualglieri (Sua Sub Modena) ventitreesima in 59"72. Prima ancora la primatista mondiale Katinka Hosszu in 56"78.
Fuori dalla finale dei 200 dorso i due azzurri: Lorenzo Mora (Fiamme Rosse) è dodicesimo in 1'53"16 mentre Simone Sabbioni (Swim Pro SS9 - Esercito) è diciottesimo in 1'55"32.
Chances di medaglia anche per Simona Quadarella (Fiamme Rosse - Aniene), che stacca il secondo crono degli 800 stile libero chiusi in 8'20"41 ed in scioltezza. La diciottenne romana allenata da Christian Minotti, dopo una brillante stagione in lunga condita dal bronzo mondiale a Budapest e due ori alle Universiadi di Taipei, cerca il primo titolo in vasca corta dov'è all'esordio internazionale tra i big e dovrà battere la resistenza della tedesca Sarah Koehler (già battuta due volte alle Universiadi a Taiwan) che giuda la truppa con 8'19"39. Domani pomeriggio la finale. 
Dulcis in fundo accede in finale con il primo tempo la staffetta 4x50 stile libero che tocca in 1'25"33. I quattro azzurri volano trascinati da Luca Dotto (Carabinieri - Larus) che stabilisce il personale e diventa il secondo performer italiano con 21"07 (il precedente di 21"25 risaliva a sette anni fa ai mondiali di Dubai); poi tutti d'un fiato con Alessandro Miressi (CN Torino - Fiamme Oro) che cambia in 21"43, Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre) con 21"81 e Lorenzo Zazzeri (Esercito - FlorenitaNuotoClub) per una super chiusura in 21"02. Per la finale entra Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) come quarto frazionista ed esce Vergani. Alle 17 le finali in diretta su Rai Sport HD.
 
Così gli azzurri nelle batterie della 1^ giornata
Mercoledi 13 dicembre


100 farfalla M
RI Matteo Rivolta 49"54, Eindhoven 12/08/17
1. Piero Codia 50"40 qualificato in semifinale
5. Matteo Rivolta 50"80 qualificato in semifinale


50 rana F
4. Arianna Castiglioni 30"12 RI qualificata in semifinale
(prec. Lisa Fissneider 30"39 Herning 12/12/13)
9. Martina Carraro 30"30 pp qualificata in semifinale


50 rana M
RE Fabio Scozzoli 25"72, Berlino 10/08/13
1. Fabio Scozzoli 25"90 qualificato in semifinale 
8. Nicolò Martinenghi 26"43 pp REJ qualficato in semifinale


400 misti F
RI Alessia Filippi 4'26"06, Rijeka 14/12/08
migliore prestazione in tessuto Alessia Filippi 4'29"87, Viareggio 22/11/07
4. Ilaria Cusinato 4'34"68 qualificata in finale 
11. Stefania Pirozzi 4'42"13 eliminata 


400 stile libero M
15. Gregorio Paltrinieri 3'44"70 eliminato
20. Filippo Megli 3'45"23 eliminato 
22. Fabio Lombini 3'45"71 pp eliminato


100 dorso F
RI Elena Gemo 57"35, Rijeka 12/12/08
4. Silvia Scalia 57"91 qualificata in semifinale
5. Federica Pellegrini 57"95 pp qualificata in semifinale 
11. Margherita Panziera 58"19 pp eliminata
23. Tania Quaglieri 59"72 eliminata


200 dorso M
12. Lorenzo Mora 1'53"16 eliminato
18. Simone Sabbioni 1'55"32 eliminato


4x50 stile libero M
RI 1'23"37, Rijeka 14/12/08 (Calvi, Orsi, Nalesso, Magnini)
1. Italia 1'25"33 qualificata in finale
(Dotto 21"07 pp, Miressi 21"43, Vergani 21"81, Zazzeri 21"02)


800 stile libero F
RI Alessia Filippi 8'04"53, Rijeka 12/12/08
migliore prestazione in tessuto Alessia Filippi 8'12"84, Debrecen 14/12/07
2. Simona Quadarella 8'20"41 qualificata in finale


Semifinali e finali dalle 17.00 in diretta su Rai Sport +
  
50 rana M / semifinali
RE Fabio Scozzoli 25"72 Berlino 10/08/13
con Fabio Scozzoli e Nicolò Martinenghi (26"43 REJ in batteria, prec. pp 26"60 Genova 11/11/17)
  
50 rana F / semifinali
RI Arianna Castiglioni 30"12 in batteria (prec. RI Lisa Fissneider 30"39 Herning 12/12/13; prec. pp 30"50 Riccione 2/12/17)
con Arianna Castiglioni e Martina Carraro (30"30 pp in batteria, prec. pp 30"43 Windsor 6/12/16)
  
200 dorso M / finale
nessun italiano qualificato
  
400 misti F / finale
RI Alessia Filippi 4'26"06, Rijeka 14/12/08
migliore prestazione in tessuto Alessia Filippi 4'29"87 Viareggio 22/11/07
con Ilaria Cusinato (pp 4'31"99 Riccione 18/03/17)
  
400 stile libero M / finale
nessun italiano qualificato
  
100 dorso F / semifinali
RI Elena Gemo 57"35, Rijeka 12/12/08
migliore prestazione in tessuto Silvia Scalia 57"76 Massarosa 19/11/16
con Silvia Scalia e Federica Pellegrini (57"95 pp in batteria, prec. pp 58"80 Lamezia 10/11/13)
  
100 farfalla M / semifinali
RI Matteo Rivolta 49"54 Eindhoven 12/08/17
con Piero Codia (pp 50"19 Netanya 2/12/15) e Matteo Rivolta
  
50 rana F / finale
50 rana M / finale
  
4x50 stile libero M / finale
RI 1'23"37 Rijeka 14/12/08 (Calvi, Orsi, Nalesso, Magnini)
con la  squadra composta da Dotto, Zazzeri, Miressi e Orsi   


foto A.Staccioli/Deepbluemedia.eu


Vai ai risultati completi