Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Pellegrini chiama Magnini risponde

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/large/9ef8568c49c74d1066befe87b0bf7647.jpg

Due record italiani, cinque pass olimpici, sei europei. Seconda giornata dei Primaverili da urlo con la 4x100 sl donne, la 4x200 uomini, Magnini, Brembilla e Marin che si qualificano ai Giochi

LIVORNO
Cinque pass olimpici, sei europei, due record italiani. Livorno non finisce di stupire e regala una seconda giornata degli Assoluti Primaverili strepitosa. La copertina non è dedicata a Federica Pellegrini, che comunque vince con autorità i 100 sl e trascina la staffetta alle Olimpiadi, ma a Filippo Magnini. Il 22enne pesarese, allenato da Claudio Rossetto e tesserato per i Carabinieri, domina i 200 sl in 1'47"20, quinta prestazione all time, quarta performance di sempre alle spalle di Massimiliano Rosolino, Giorgio Lamberti ed Emiliano Brembilla. Magnini è in testa dall'inizio alla fine con una nuotata dolce, poderosa, progressiva. Un piacere vederlo, con Emiliano Brembilla (1'48"70), Andrea Beccari (1'48"88) e Federico Cappellazzo (1'48"89) al traino per conquistare la qualificazione olimpica. Al tocco il pubblico della "Simeone Camalich" si alza in piedi ad applaudire. I quattro si cercano, si abbracciano, rispondono al tributo con un dolce sorriso che fa sognare. Tra i più contenti c'è il ct Alberto Castagnetti: "Guardate che gruppo. Vi dicevo che c'era lo spirito giusto. Tutti vogliono migliorare. Mai visto un 200 così e non c'è Massimiliano". Già, mancava Rosolino che parteciperà ai Trials di fine marzo e allora chissà cosa succederà.
Intanto la 4x100 femminile già aveva strappato il tempo giusto per Atene. La Pellegrini, pur non ripetendo la strabiliante prestazione di ieri (54"40), ha guidato il gruppo conquistando il titolo in 54"75. Dietro di lei Cecilia Vianini (56"04), Cristina Chiuso (56"75, 56"53 ieri) e Sara Parise (57"34), quanto basta per battere il tempo limite. "Le staffette - sottolinea Castagnetti - rappresentano l'essenza di una squadra: la qualità. I lunghi collegiali seguiti a Barcellona stanno pagando. Stiamo crescendo uniformemente: non potrebbe esserci viatico migliore per raggiungere Atene".
Anche perché le sorprese non sono finite. Partono i 400 misti senza Alessio Boggiatto, costretto a letto dalla febbre, e il proscenio è tutto per Luca Marin. Il 17enne della Cooperativa Nuoto Terranova, allenato dall'albanese Gion Shyti, vince in 4'16"39 eguagliando la seconda performance all time di Luca Sacchi e infrangendo il limite olimpico (4'18"57). Al secondo posto Vanni Mangoni, classe 1985, sotto al limite per l'Europeo con 4'19"95 contro 4'20"52. "Che coppia - commenta Maurizio Coconi, tecnico della Nazionale giovanile - Marin non lo scopriamo certo adesso. L'anno scorso ha conquistato due argenti agli Europei juniores di Glasgow, però è andato ben oltre ogni aspettativa cronometrica: mi aspettavo un 4'18". Invece ha nuotato le frazioni dorso-rana ad altissimo livello. Anche Mangoni può dare ancora molto: oggi ha riscattato l'esclusione dalla finale continentale per un centesimo con due frazioni intermedie molto buone".
Spazio, poi, ai record. Giovani. Da poco maggiorenni. Che valgono gli Europei. Chiara Boggiatto vince la seconda semifinale dei 100 rana in 1'09"32, limando 12 centesimi al precedente (1'09"44) che aveva realizzato a Riccione il 21 luglio 2003; Cristina Maccagnola conquista il titolo nei 50 farfalla in 26"99, abbassando di 18 centesimi il precedente limite (27"17) che aveva ottenuto a Gubbio il 7 agosto 2002. 
In chiusura cade anche un record di società. Lo timbra la DDS nella 4x200 sl femminile in 8'12"11; l'ultimo tocco non poteva che essere di Federica Pellegrini con un 2'00"09 lanciato: nessuna meglio di lei.
Nelle altri finali, successi di Lele Merisi nei 50 dorso in 26"55 (58esimo titolo in carriera), di Mattia Nalesso nei 100 farfalla in 53"54, di Alessandra Cappa (ieri record italiano e qualificazione agli Europei) nei 100 dorso in 1'02"12, e di Alessia Filippi, classe 1987, nei 400 misti in 4'47"61.
  
Risultati su
http://www.federnuoto.it/federazione.asp?p=assoluti_livorno
              
Calendario degli Assoluti Primaverili di Livorno (mattina batterie e semifinali, pomeriggio semifinali e FINALI). Diretta su Rai Sport Satellite di tutte le sessioni pomeridiane 
               
Venerdì 12 marzo, mattina (ore 10): 50 sl M, 50 dorso F, 400 sl M, 400 sl F, 100 dorso M, semifinali 50 dorso F, semifinali 50 sl M
- venerdì 12 marzo, pomeriggio (ore 17): 100 dorso M, 400 SL F, 400 SL M, 100 RANA F, 100 RANA M, 50 DORSO F, 50 SL M, serie 4X100 SL F, serie 4X100 MISTA M
                            
Sabato 13 marzo, mattina (ore 9.30): 50 sl F, 200 farfalla M, 100 farfalla F, 100 sl M, serie min. 800 sl F, 200 rana M, 200 misti F, semifinali 50 sl F
- sabato 13 marzo, pomeriggio (ore 16.30): 100 sl M, 100 farfalla F, 200
FARFALLA M, 1^ serie 800 SL F, 200 RANA M, 200 MISTI F, 100 DORSO M, 50 SL F, serie 4X200 SL M, serie 4X100 MISTA F
             
Domenica 14 marzo, mattina (ore 9.30): 50 farfalla M, 200 dorso F, 200 misti M, 200 rana F, serie min. 1500 sl M, 200 sl F, semifinali 50 farfalla M
- domenica 14 marzo, pomeriggio (ore 16.30): 100 FARFALLA F, 50 FARFALLA M, 200 RANA F, 1^ serie 1500 SL M, 200 DORSO F, 200 MISTI M, finale B 200 SL F, 200 SL F, 100 SL M 


Tempi limite per Europei/Olimpiadi e qualificati
- MASCHI
GARA EUROPEI OLIMPIADI
50 sl 22"61 22"41
100 sl 49"70 49"27
200 sl 1'49"85 1'49"02
Olimpiadi-Europei: Magnini 1'47"20, Brembilla 1'48"70
400 sl 3'52"53 3'50"28
1500sl 15'22"31 15'15"15/
15'14"43+
50 do 26"09 ---
100 do 55"47 54"99
200 do 1'59"47 1'59"15
50 ra 28"13 ---
100 ra 1'02"02 1'01"67
200 ra 2'14"60 2'13"43
50 fa 24"14 ---
100 fa 53"25 53"05
200 fa 1'59"00 1'57"71
200 mi 2'02"89 2'01"50
400 mi 4'20"52 4'18"57
Olimpiadi-Europei: Marin 4'16"34
Europei: Mangoni 4'19"95
4x100sl * 3'16"86/
3'18"66
4x200sl * 7'17"83/

7'19"63
Olimpiadi: Magnini 1'47"20, Brembilla 1'48"70,
Beccari 1'48"88, Cappellazzo 1'48"89= 7'13"67
4x100mi 3'38"21/ 3'35"61/

3'40"01 3'37"41

- FEMMINE
GARA EUROPEI OLIMPIADI
50 sl 25"58 25"39
100 sl 55"58 55"27
Olimpiadi-Europei: Pellegrini 54"40 RI
200 sl 2'00"54 1'59"76
400 sl 4'12"15 4'10"75
800 sl 8'36"66 8'35"40
50 do 29"31 ---
100 do 1'02"46 1'01"67
Europei: Cappa 1'01"94 RI
200 do 2'14"75 2'12"36
50 ra 32"14 ---
100 ra 1'09"76 1'09"01
Europei: Boggiatto 1'09"32 RI
200 ra 2'29"27 2'28"21
50 fa 27"13 ---
Europei: Maccagnola 26"99 RI
100 fa 59"81 59"41
200 fa 2'12"64 2'10"58
Europei: Cavallino 2'10"62 e Segat 2'10"72
200 mi 2'16"75 2'14"88
400 mi 4'47"36 4'44"90
4x100sl * 3'42"73/
3'44"53
Olimpiadi: Pellegrini 54"40, Vianini 56"04,
Chiuso 56"53, Parise 57"34 = 3'44"31
4x200sl 8'09"05/ 8'03"25/

8'10"85 8'05"05
4x100 mi * 4'05"92/

4'07"72

+ nei 1500 sl maschili per
qualificare 2 atleti ai Giochi
Olimpici è richiesto per entrambi il
conseguimento del limite FINA sulla
distanza corrispondente a 15'14"43

--- gare non in programma
*gare a cui l'Italia è già
qualificata con i tempi ottenuti ai
Mondiali di Barcellona

Le gare di nuoto ai Campionati
Europei sono in programma a Madrid
dal 10 al 16 maggio; le gare di nuoto
alle Olimpiadi di Atene si
svolgeranno dal 14 al 21 agosto

Criteri per la definizione dei tempi
limite validi per gli Europei 2004:
12° tempo europeo 2003 per le
distanze olimpiche con semifinali
10° tempo europeo 2003 per le
distanze olimpiche a finale diretta
10° tempo europeo 2003 per le
distanze non olimpiche
5° tempo europeo 2003 per le
staffette non in possesso della
carta olimpica

Criteri per la definizione dei tempi
limite validi per le Olimpiadi 2004:
media tra i tempi della tabella CIO A
e le graduatorie mondiali 2003 dei
primi dodici per specialità


Nostro inviato
Francesco Passariello