Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Acqua d'oro a Livorno Pellegrini e Magnini record

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/large/813a4a0bb86f56d6d1647992b2594e4c.jpg

Quattro qualificazioni olimpiche, sette europee, due primati italiani. La penultima giornata dei Primaverili lancia Bossini, Facci e Villa. Quasi dimenticati gli infortuni di Vismara e Scarica. Grande Segat nei 100 farfalla

LIVORNO
I Primaverili di Livorno non finiscono di stupire. Nella quarta e penultima giornata la Nazionale serve un poker di qualificazioni olimpiche e ben sette pass europei. I protagonisti sono ancora loro, Federica Pellegrini (foto di Guido Cantini) e Filippo Magnini che abbassano rispettivamente i record italiani dei  50 e 100 sl; ma le sorprese che fan più sensazione arrivano dai 200 rana con Paolo Bossini (2'13"17) e Loris Facci (2'13"41) ai Giochi di Atene: 40 anni in due, entrambi sotto il limite di 2'13"43 ed avanti al bronzo olimpico e campione d'Europa Davide Rummolo, terzo in 2'14"47 con un personale di 2'11"37.
La strada per le Olimpiadi è sempre più prodiga di novità. Alla rana che avanza si aggiungono Magnini e la 4x100 stile libero femminile. Lo sprinter della RN Torino, straordinario nei 200 sl che ha vinto con la quarta prestazione italiana all time, lima nella seconda semifinale dei 100 sl sette centesimi al record che aveva timbrato agli Estivi di Riccione l'8 agosto scorso in un tentativo isolato, sbriciolando il limite per i Giochi: 49"12 contro 49"27. A dargli la carica giusta contribuisce anche Christian Galenda, che pochi minuti prima aveva vinto la prima semifinale col primato personale e tempo per gli Europei: 49"54 contro 49"70. Intanto, in mattinata, Elena Gemo aveva dato la prima spallata verso Atene alla 4x100 mista composta dalle campionesse italiane Federica Pellegrini, Alessandra Cappa e Chiara Boggiatto, autrici di tre record assoluti nelle rispettive semifinali. Alla Gemo basta nuotare in 1'01"97 per mandare la staffetta sotto al limite richiesto. E non si ferma lì. Nel pomeriggio tocca in 1'00"62 col record cadette, ma interviene Francesca Segat per sottolineare un concetto, per il momento la regina sono io: 59"90, seconda prestazione italiana mai nuotata e passaggio sotto al record europeo (28"14). Chi si aspettava una risposta dalla farfalla d'oro del nuoto italiano l'ha ricevuta. E come.
Ma ce n'è ancora. Entrano a far parte del gruppo per gli Europei anche Cristina Chiuso e Paolo Villa. Alla 30enne sprinter romana dell'Aurelia non basta limare sette centesimi al primato italiano che deteneva dal 18 aprile 2002 (Brescia) per conquistare il titolo dei 50 sl. C'è chi va più veloce anche senza strafare, anche se stanca, anche se con 15 anni di meno. E' Federica Pellegrini, prima in 25"47 a otto centesimi dalla qualificazione olimpica con il secondo record assoluto in pochi giorni dopo il 54"40 dei 100. Infinita. Poco prima, invece, era stato il turno di Paolo Villa, 23enne dell'Esercito che conquista il titolo dei 200 farfalla in 1'58"98 con la quinta prestazione italiana. Un bel divenire dietro Christian Galenda e Andrea Oriana.
Gli ultimi rintocchi della giornata sono di Luis Alberto Laera, che batte Lele Merisi nei 100 dorso per otto centesimi (55"95, 56"03), di Alessia Filippi nei 200 misti col record cadette di 2'17"64 e della DDS nella 4x200 maschile (Frovi, Merisi, Calvi, Pelliciari) col record di società di 7'22"07. Quasi dimenticati gli infortuni agli sprinter Lorenzo Vismara, che ha pagato lo sforzo dei 50 sl col riacutizzarsi dell'infiammazione al psoas inguinale della gamba destra, e Michele Scarica,  che si è procurato un infortunio alla spalla destra al tocco delle eliminatorie dei 100 sl che aveva chiuso col miglior tempo di 50"20. Una giornata iniziata male, e trasformatasi in memorabile nel pomeriggio. L'Italia post Barcellona è sempre più viva.
          
Risultati su
http://www.federnuoto.it/federazione.asp?p=assoluti_livorno
                                           
Calendario degli Assoluti Primaverili di Livorno (mattina batterie e semifinali, pomeriggio semifinali e FINALI). Diretta su Rai Sport Satellite di tutte le sessioni pomeridiane 
                                                                                       
Domenica 14 marzo, mattina (ore 9.30): 50 farfalla M, 200 dorso F, 200 misti M, 200 rana F, serie min. 1500 sl M, 200 sl F, semifinali 50 farfalla M
- domenica 14 marzo, pomeriggio (ore 16.30): 100 FARFALLA F, 50 FARFALLA M, 200 RANA F, 1^ serie 1500 SL M, 200 DORSO F, 200 MISTI M, finale B 200 SL F, 200 SL F, 100 SL M


TEMPI LIMITE E QUALIFICATI EUROPEI/OLIMPIADI
- MASCHI
GARA EUROPEI OLIMPIADI
50 sl 22"61 22"41
Olimpiadi-Europei: Vismara 22"35
Europei: Scarica 22"54
100 sl 49"70 49"27
Olimpiadi-Europei: Magnini 49"12 RI
Europei: Galenda 49"54
200 sl 1'49"85 1'49"02
Olimpiadi-Europei: Magnini 1'47"20,
Brembilla 1'48"70
400 sl 3'52"53 3'50"28
1500sl 15'22"31 15'15"15/
15'14"43+
50 do 26"09 ---
100 do 55"47 54"99
200 do 1'59"47 1'59"15
50 ra 28"13 ---
100 ra 1'02"02 1'01"67
200 ra 2'14"60 2'13"43
Olimpiadi-Europei: Bossini 2'13"17, Facci 2'13"41
50 fa 24"14 ---
100 fa 53"25 53"05
200 fa 1'59"00 1'57"71
Europei: Villa 1'58"98
200 mi 2'02"89 2'01"50
400 mi 4'20"52 4'18"57
Olimpiadi-Europei: Marin 4'16"34
Europei: Mangoni 4'19"95
4x100sl * 3'16"86/
3'18"66
4x200sl * 7'17"83/
7'19"63
Olimpiadi: Magnini 1'47"20,
Brembilla 1'48"70, Beccari 1'48"88,
Cappellazzo 1'48"89 = 7'13"67
4x100mi 3'38"21/ 3'35"61/
3'40"01 3'37"41

- FEMMINE
GARA EUROPEI OLIMPIADI
50 sl 25"58 25"39
Europei: Pelegrini 25"47 RI, Chiuso 25"50
100 sl 55"58 55"27
Olimpiadi-Europei: Pellegrini 54"40 RI
200 sl 2'00"54 1'59"76
400 sl 4'12"15 4'10"75
800 sl 8'36"66 8'35"40
50 do 29"31 ---
100 do 1'02"46 1'01"67
Europei: Cappa 1'01"94 RI
200 do 2'14"75 2'12"36
50 ra 32"14 ---
100 ra 1'09"76 1'09"01
Europei: Boggiatto 1'09"32 RI
200 ra 2'29"27 2'28"21
50 fa 27"13 ---
Europei: Maccagnola 26"99 RI
100 fa 59"81 59"41
200 fa 2'12"64 2'10"58
Europei: Cavallino 2'10"62 e Segat 2'10"72
200 mi 2'16"75 2'14"88
400 mi 4'47"36 4'44"90
4x100sl * 3'42"73/
3'44"53
Olimpiadi: Pellegrini 54"40,
Vianini 56"04, Chiuso 56"53,
Parise 57"34 = 3'44"31
4x200sl 8'09"05/ 8'03"25/
8'10"85 8'05"05
4x100mi * 4'05"92/
4'07"72
Olimpiadi: Segat 59"90, Cappa 1'01"94 RI,
Boggiatto 1'09"32 RI, Pellegrini 54"40 RI = 4'06"57

+ nei 1500 sl maschili per
qualificare 2 atleti ai Giochi
Olimpici è richiesto per entrambi il
conseguimento del limite FINA sulla
distanza corrispondente a 15'14"43

--- gare non in programma
* gare a cui l'Italia è già
qualificata con i tempi ottenuti
ai Mondiali di Barcellona

Le gare di nuoto ai Campionati
Europei sono in programma a Madrid
dal 10 al 16 maggio; le gare di nuoto
alle Olimpiadi di Atene si
svolgeranno dal 14 al 21 agosto

Criteri per la definizione dei tempi
limite validi per gli Europei 2004:
12° tempo europeo 2003 per le
distanze olimpiche con semifinali
10° tempo europeo 2003 per le
distanze olimpiche a finale diretta
10° tempo europeo 2003 per le
distanze non olimpiche
5° tempo europeo 2003 per le
staffette non in possesso della carta
olimpica

Criteri per la definizione dei tempi
limite validi per le Olimpiadi 2004:
media tra i tempi della tabella CIO A
e le graduatorie mondiali 2003
dei primi dodici per specialità

Francesco Passariello
Nostro inviato