Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Rosolino ai Trials Europei e Giochi in vista

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/large/476a9331fc6ff72dab916e903d434189.jpg

Nella notte tra domani e sabato il via a Sydney. L'olimpionico partecipa a cinque gare con il Ct Castagnetti in tribuna. Massi fissa gli obiettivi: "Sotto i 3'49" nei 400 sl e i 2' nei 200 misti". In programma anche i 100, 200 e 1500 sl

MELBOURNE
"Ho voglia di divertirmi. Di gareggiare. Di sfidare il cronometro". Massimiliano Rosolino è pronto a misurarsi con i Trials australiani, in programma all'Aquatic Centre di Sydney dal 27 marzo (batterie alle 10, la mezzanotte tra domani e sabato in Italia) al 2 aprile prossimi. In palio la qualificazione ai Campionati europei di Madrid (10-16 maggio) e ai Giochi olimpici di Atene (14-21 agosto).
"Non mi aspetto risultati strepitosi – sottolinea l'olimpionico dei 200 misti – ma importanti conferme sul lavoro svolto. Fino a quattro settimane fa ho coperto un volume di allenamento molto pesante sia in piscina sia in palestra. Da una decina di giorni sono entrato nella fase di adattamento; mi sto sciogliendo, però ho ancora qualche dolorino qua e là per gli allenamenti".
Rosolino parteciperà a cinque gare: 100, 200, 400 e 1500 stile libero e 200 misti senza, eventualmente, poter prendere parte alle finali A. "Le gare più attendibili saranno sicuramente le semifinali dei 100 e 200 stile libero e dei 200 misti – sottolinea il napoletano di mamma australiana che compirà 26 anni il prossimo 11 luglio - Nei 400 e 1500 non sono bravo a nuotare da solo e non vi sono semifinali. I 100 comunque restano un esperimento. Un modo per vivere la velocità, per prepararmi ai 200 misti del giorno dopo".
Nessuna sorpresa, dunque, né in chiave europea né olimpica. "Almeno per il momento no, anche se far parte della 4x100 sarebbe simpatico, del resto l'ho già nuotata nella finale olimpica di Sydney che chiudemmo al quinto posto".
Rosolino fissa i primi obiettivi cronometrici. "Punto a scendere sotto i 3'49" nei 400 stile libero e ai 2' nei 200 misti e a nuotare i 200 stile libero in 1'48" . Tempi di passaggio verso le Olimpiadi, "studiati a tavolino con  Ian Pope e Alberto Castagnetti, che arriverà domani (la serata di oggi in Italia, ndr), per avvicinarsi nella forma migliore ai Giochi di Atene". Dove Rosolino proverà a difendere l'oro nei 200 misti e l'argento nei 400 sl conquistati a Sydney (non dovrebbe partecipare ai 200 che chiuse al terzo posto) e a trascinare sul podio la 4x200 campione d'Europa a Berlino e d'argento ai Mondiali di Fukuoka. "I punti di riferimento restano tre – continua Rosolino – Ian Thorpe e Grant Hackett nei 400 e Michael Phelps nei 200 misti. Solo l'americano è imbattibile. I due australiani partono con un sensibile vantaggio, ma non sono imprendibili. L'unica certezza è che per puntare al massimo dovrò migliorare tutti i personali".
Un traguardo che Rosolino sta inseguendo duramente dividendo sogni e allenamenti con quattro compagni di vasca. "Matt Welsh, Michael Klim, Ray Hass e Giaan Rooney. Ognuno di loro ha una storia da raccontare. Welsh nei 100 dorso va che è una bomba. Qui lo chiamano "the ghost". Antepone tutto all'allenamento. Klim ha una fame di risultati incredibile. Vuole dimenticare gli infortuni e punta sui 100 sl. Hass è il secondo dorsista australiano: è simpaticissimo e sarei contento se riuscisse a qualificarsi ai Giochi con un buon tempo. Mentre tutti si aspettano l'esplosione nei 100 dorso della Rooney che farà anche i 100 e 200 sl".
Intanto in Italia, dopo i Primaverili della svolta, cresce l'attesa per le prestazioni di Rosolino, a cui sono legate anche le convocazioni del Ct Alberto Castagnetti per gli Europei. "Sarò all'altezza – promette sorridendo il campione - Mi aspettavo un'edizione bomba. I collegiali di Flagstaff e Fort Lauderdale hanno affinato il gruppo: compatto e ambizioso. Il movimento continua a crescere. Lo dimostrano due nuovi protagonisti. Federica Pellegrini è un talento puro, va fortissimo e nei 100 può arrivare ovunque; mentre Filippo Magnini ha una grande velocità ed enormi potenzialità sui 200 sl".
Dopo i Trials Rosolino completerà la preparazione per gli Europei (a Berlino argento nei 400 sl, bronzo nei 200 sl, squalificato per gambata irregolare nei 200 misti). Il suo arrivo in Italia è previsto per partire con la squadra alla volta di Madrid il 3 maggio. Poi le gare.
              
Risultati su
http://www.swimming.org.au/meets_and_results/results.cfm?ObjectID=1234


PROGRAMMA GARE ROSOLINO
PERSONALI, TEMPI LIMITE E QUALIFICATI
Programma gare di Rosolino:
- batterie alle 10 (In Italia -10 ore)
- semifinali e finali alle 18.40
27 marzo 400 stile libero
28 marzo 200 stile libero
30 marzo 100 stile libero
31 marzo 200 misti
2 aprile 1500 stile libero

Primati personali di Rosolino:
100 sl 50"59 2003
200 sl 1'46"60 RI 2000
400 sl 3'43"40 RI 2000
1500 sl 15'09"28 2001
200 misti 1'58"98 RI 2000

Tempi limite Europei/Olimpiadi e qual.
100 sl 49"70 49"27
Olimpiadi-Europei: Magnini 49"09 RI

200 sl 1'49"85 1'49"02
Olimpiadi-Europei: Magnini 1'47"20,
Brembilla 1'48"70

400 sl 3'52"53 3'50"28

1500sl 15'22"31 15'15"15/
15'14"43+
Europei: Ercoli 15'20"89, Minotti 15'21"46

200 mi 2'02"89 2'01"50
Europei: Febbraro 2'02"78

+ nei 1500 sl maschili per
qualificare 2 atleti ai Giochi
Olimpici è richiesto per entrambi il
conseguimento del limite FINA sulla
distanza corrispondente a 15'14"43