Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi di Atene Castagnetti predica umiltà

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/large/14e3dda0f99ea71ed3c7ab0bcadec98d.jpg

Prima conferenza stampa del nuoto al villaggio olimpico. Le voci del Ct, del Presidente Barelli e delle promesse Bossini e Marin. Svelate le gare degli azzurri

ATENE
Prima conferenza stampa della Nazionale di nuoto al villaggio olimpico di Atene. A rappresentare gli azzurri il presidente della Fin Paolo Barelli, il Ct Alberto Castagnetti, il tecnico federale Gianni Nagni, il campione europeo dei 200 rana Paolo Bossini e l'argento nei 400 misti Luca Marin.
Castagnetti dispensa alla folta rappresentanza di media parole ponderate, cariche di 32 anni di Olimpiadi alle spalle. "Abbiamo una buona squadra che mira con ottimismo a Pechino 2008. Qui mi aspetto delle sorprese ma non dobbiamo esagerare. E' giusto paragonare questa Italia a quella di Atlanta 1996, dove Massimiliano Rosolino, Emiliano Brembilla e Domenico Fioravanti si mostrarono al grande pubblico prima di esplodere a Sydney".
Emozione, tensione, curiosità per Bossini e Marin tra i più attesi: "Rinuncio ai 100 per arrivare il più in alto possibile nei 200 - sottolinea il ranista - Il titolo agli Europei mi ha trasmesso fiducia. So che sono ancora giovane, che inevitabilmente pagherò un pizzico di emozione, ma non voglio proibirmi nulla. Punto ad entrare in finale e poi a sparare tutto con una gara attenta, dal passaggio intelligente". Proprio come Marin, che a Madrid ha messo la mano davanti ad Alessio Boggiatto per un centesimo, con quest'ultimo che poi è sceso fino al 4'12"51 di Roma. "L'argento agli Europei è un punto di partenza. Per fortuna qui gareggio subito: prima gara. In Spagna ho aspettato fino al'ultimo giorno. Una fatica incredibile sotto il profilo nervoso".
Bossini e Marin, i compagni di stanza, gli amici inseparabili, i campioni del futuro, "così come Filippo Magnini, Christian Galenda e Federica Pellegrini - continua Castagnetti - Abbiamo tanti giovani che hanno raccolto risultati importanti, ora però non corriamo, non asfissiamoli, facciamoli crescere naturalmente, in gara e nella vita. Per tutti loro entrare in finale sarà un risultato lusinghiero". Parlare di medaglie è tabù, non provare a sognare. "La 4x200 può conquistare il podio, per questo abbiamo deciso di rinunciare a Magnini nei 200 stile libero, con Brembilla gareggerà Andrea Beccari". Scelta dettata dalla staffetta, dove Magnini, Brembo e Rosolino lasciano solo un posto libero per Beccari, Federico Cappellazzo e Matteo Pelliciari, sul podio sia ai Mondiali di Fukuoka che agli Europei di Madrid. "Il nostro olimpionico Rosolino e Boggiatto sono da medaglia nei misti ma non dimentichiamo lo statunitense Michael Phelps e l'ungherese Laszlo Cseh avanti nelle liste stagionali. Purtroppo rispetto a quattro anni fa abbiamo perso un potenziale enorme. La rana di Domenico Fioravanti, che avrebbe aggiunto qualità, temperamento e simpatia all'intera spedizione. Sono contento che sia con noi in veste di giornalista".
Castagnetti è comunque sicuro che ci sarà una sorpresa. "Da Lorenzo Vismara nella velocità a Brembilla, fino alle nostre giovani promesse che continuano a crescere. Qualcosa dal cilindro uscirà". Così come è lecito aspettarsi buoni risultati dal nuoto rosa, "trainato da tre delfiniste da finale - conclude Castagnetti  - Ambra Migliori, Francesca Segat e Paola Cavallino, argento nei 200 a Madrid". E' dunque un'Italia consapevole dell'impossibilità di avvicinarsi al medagliere di Sydney 2000, ma comunque pronta a sorprendere ancora una volta e a coltivare le ambizioni in vista dei Giochi cinesi. "Le nostre medaglie saranno le finali e i miglioramenti cronometrici - commenta Barelli - e ne saranno tante, vi invito a contarle. Abbiate fiducia in noi e sosteneteci".
 
clicca sui link per consultare record e schede degli azzurri alle Olimpiadi
record italiani maschili e femminili

record olimpici maschili
record olimpici femminili
record mondiali maschili
record mondiali femminili
record europei maschili e femminili
schede degli azzurri


CALENDARIO, GARE ATLETI ITALIANI
MEDAGLIE DELL'ITALIA ALLE OLIMPIADI
PARTENZA 11 AGOSTO
RITORNO 22 AGOSTO

LA NAZIONALE (indicate le gare individuali)

Andrea Beccari 200 sl
Alessio Boggiatto 400 e 200 mi
Paolo Bossini 200 ra
Emiliano Brembilla 400 e 200 sl
Alessandro Calvi
Federico Cappellazzo
Simone Cercato
Loris Facci 200 ra
Christian Galenda
Filippo Magnini 100 sl
Luca Marin 400 mi
Emanuele Merisi 200 do
Christian Minotti 1500 sl
Mattia Nalesso 100 fa
Matteo Pelliciari
Massimiliano Rosolino 400 sl e 200 mi
Michele Scarica 50 sl
Giacomo Vassanelli
Lorenzo Vismara 50 e 100 sl

Chiara Boggiatto 100 e 200 ra
Alessandra Cappa 100 do
Paola Cavallino 200 fa
Cristina Chiuso 50 sl
Alessia Filippi 200 do, 200 e 400 mi
Ambra Migliori 100 fa
Sara Parise
Federica Pellegrini 100 e 200 sl
Francesca Segat 100 e 200 fa
Cecilia Vianini


COMPOSIZIONE STAFFETTE
4x100 sl M: Cercato, Vismara, Calvi,
Scarica, Vassanelli, Magnini
4x200 sl M: Magnini, Brembilla, Rosolino,
Cappellazzo, Beccari, Pelliciari, Cercato
4x100 mista M: Merisi, Bossini,
Nalesso, ? sl

4x100 sl F: Chiuso, Parise,
Pellegrini, Vianini
4x200 sl F: Chiuso, Parise, Vianini,
Filippi
4x100 mista F: Boggiatto, Cappa,
Pellegrini, Migliori, Segat

Capo Delegazione Paolo Barelli
Team Manager Marco Bonifazi
Direttore sportivo Gianfranco Saini
Dirigenti Rosario Cammarota e Cosimo D'Ambrosio
Ct Alberto Castagnetti
Assistente Ct Stefano Morini
Tecnici federali Cesare Butini,
Gianni Nagni, Claudio Rossetto e Fabrizio Miletto
Medico Lorenzo Marugo
Fisioterapisti Daniele Procario e Luciano Urbani
Giudice Walter Gerbi

CALENDARIO NUOTO 14-21 AGOSTO
Olympic Aquatic Centre)
mattina batterie alle 10 locali, 9 italiane
pomeriggio semifinali e FINALI
alle 19.30 locali, 18,30 italiane

14 MATTINA: 400 misti M, 100 farfalla F,
400 sl M, 400 misti F, 100 rana M,
4x100 sl F
14 POMERIGGIO: 400 MISTI M, 100 farfalla F,
400 STILE LIBERO M, 400 MISTI F, 100 rana M,
4X100 STILE LIBERO F

15 MATTINA: 100 dorso F, 200 sl M,
100 rana F, 100 dorso M, 400 sl F, 4x100 sl M
15 POMERIGGIO: 100 dorso F, 200 sl M,
100 FARFALLA F, 100 RANA M, 100 rana F,
100 dorso M, 400 STILE LIBERO F,
4X100 STILE LIBERO M

16 MATTINA: 200 sl F, 200 farfalla M,
200 misti F
16 POMERIGGIO: 200 sl F, 200 STILE LIBERO M,
100 DORSO F, 100 DORSO M, 100 RANA F,
200 farfalla M, 200 misti F

17 MATTINA: 100 sl M, 200 farfalla F,
200 rana M, 4x200 sl M
17 POMERIGGIO: 100 sl M, 200 STILE LIBERO F,
200 FARFALLA M, 200 farfalla F,
200 rana M, 200 MISTI F,
4x200 STILE LIBERO M

18 MATTINA: 100 sl F, 200 dorso M,
200 rana F, 200 misti M, 4x200 sl F
18 POMERIGGIO: 200 RANA M, 100 sl F,
200 dorso M, 200 FARFALLA F,
100 STILE LIBERO M, 200 rana F,
200 misti M, 4X200 STILE LIBERO F

19 MATTINA: 50 sl M, 800 sl F,
100 farfalla M, 200 dorso F
19 POMERIGGIO: 50 sl M, 200 RANA F,
200 DORSO M, 200 dorso F, 200 MISTI M,
100 STILE LIBERO F, 100 farfalla F

20 MATTINA: 50 sl F, 1500 sl,
4x100 mista F, 4x100 mista M
20 POMERIGGIO: 200 DORSO F, 100 FARFALLA M,
800 SL, 50 sl F

21 POMERIGGIO: 50 STILE LIBERO F,
1500 STILE LIBERO, 4X100 MISTA F,
4X100 MISTA M

MEDAGLIERE OLIMPICO
ORO (3)
Fioravanti 100 rana 1'00"46 Sydney 2000
Fioravanti 200 rana 2'10"87 Sydney 2000
Rosolino 200 misti 1'58"98 Sydney 2000
ARGENTO (2)
Calligaris 400 sl 4'22"44 Monaco 1972
Rosolino 400 sl 3'43"40 Sydney 2000
BRONZO (8)
Calligaris 800 sl 8'57"46 Monaco 1972
Calligaris 400 misti 5'03"99 Monaco 1972
Battistelli 400 misti 4'18"01 Seul 1988
Battistelli 200 dorso 1'59"40 Barcellona 1992
Sacchi 400 misti 4'16"34 Barcellona 1992
Merisi 200 dorso 1'59"18 Atlanta 1996
Rosolino 200 sl 1'46"65 Sydney 2000
Rummolo 200 rana 2'12"73 Sydney 2000

Francesco Passariello
Nostro inviato