Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti invernali Giornata memorabile

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/d47ea7cc61cf588c1ff89c6ae8137a5c.jpg

Stabiliti 10 record di cui uno di società. A segno Gemo nei 50 dorso, Pellegrini nei 200 sl, Segat nei 100 farfalla, Terrin nei 50 rana, Boggiatto nei 200 farfalla, Chiuso nei 50 sl, Pizzirani nei 100 dorso, Ricciardi negli 800 sl e Magnini nei 100 misti

TRIESTE
Trieste terra dei record. Gli Assoluti invernali di nuoto - in corso al centro federale "Bruno Bianchi" e test event dei Campionati europei indoor in programma dall'8 all'11 dicembre - sono iniziati con una serie storica di primati. Caduti ben dieci record: nove assoluti e uno di società.
Alle serie mattutine - caratterizzate dagli acuti di Elena Gemo nei 50 dorso, Federica Pellegrini nei 200 sl, Francesca Segat nei 100 farfalla e Alessandro Terrin nei 50 rana - sono seguiti nel pomeriggio altri cinque primati italiani.
Tempi memorabili, che mandano segnali confortanti in vista della quattro giorni continentale; ma, come in mattinata per "Ciccio Terrin", anche nel pomeriggio bisogna sottolineare ulteriormente l'impresa di Simona Ricciardi che ha cancellato il più vecchio primato femminile imbattuto: 8'25"32 negli 800 stile libero, 77 centesimi in meno dell'8'26"09 che Cristina Sossi stabilì il 12 marzo 1991 a Milano. Complimenti.
E complimenti anche a chi prepara gli Europei divertendosi in specialità non propriamente congeniali e griffa record. Ci riferiamo al campione del mondo dei 100 stile libero Filippo Magnini - che si è imposto nei 100 misti in 53"58 sottraendo il primato a Christian Galenda (54"19 il 3 maggio 2003 a Mestre) - e all'ex campione del mondo dei 400 misti Alessio Boggiatto - che ha vinto i 200 farfalla in 1'55"46, 4 centesimi in meno del tempo segnato il 20 dicembre 2001 ad Imperia guarda caso proprio da Galenda (e sono due... senza essere salito mai sul podio).
Sigilli anche di Cesare Pizzirani, che sgancia Luis Alberto Laera nel ranking dei 100 dorso col tempo di 52"70, e dell'infinita Cristina Chiuso, 24"86 nei 50 stile libero.
Domani seconda e ultima giornata di gare. Alle 9 la prima sessione, alle 15.45 la seconda. Diretta su Rai Sport Satellite dalle 17 a chiusura.
 
Vai ai risultati completi


VIII CAMPIONATI ASSOLUTI INVERNALI
PROGRAMMA DI DOMANI E RECORD STABILITI
27 Novembre

Mattina, ore 9.00/11.40
400 sl f
50 dorso m
50 farfalla f
200 sl m
50 rana f
100 rana m
400 misti f
100 farfalla m
4x50 sl f
4x50 mi m

Pomeriggio, ore 15.45/18.30
diretta Rai Sport Satellite dalle 17
200 farfalla f
200 dorso m
200 rana f
50 sl m
100 dorso f
1500 sl m
100 misti f
200 misti m
100 sl f

I record italiani stabiliti a Trieste

50 dorso Elena Gemo (DDS) 27"57
200 sl Federica Pellegrini (DDS) 1'56"15
50 rana Alessandro Terrin (FF.GG.) 26"94
100 farfalla Francesca Segat (FF.GG.) 58"52
4x50 sl Fiamme Gialle 1'27"88
200 farfalla Alessio Boggiatto (Aniene) 1'55"46
50 sl Cristina Chiuso (Aurelia) 24"86
100 dorso Cesare Pizzirani (FF. OO.) 52"70
800 sl Simona Ricciardi (FF. GG.) 8'25"32
100 misti Filippo Magnini (Larus) 53"58

Passariello, Cicerchia