Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Invernali Caduti 15 record

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/6bf3bd7827a78712c054bdc3b1298c7a.jpg

Edizione storica che avvicina agli Europei di Trieste con fiducia ed entusiasmo. Piscina pronta: accogliente, tecnologica e scorrevole. Protagonisti del pomeriggio Boggiatto e la Gemo

TRIESTE
Azzurri in forma, piscina ipertecnologica e scorrevole. L'ottava edizione dei Campionati Assoluti Invernali in vasca da 25 metri va in archivio con 15 record italiani - 14 assoluti e uno di società - e indicazioni positive in vista della nona edizione dei Campionati europei in programma al centro federale "Bruno Bianchi" di Trieste dall'8 all'11 dicembre. Due su tutte: l'impianto è pronto, accogliente e tecnicamente perfetto; le punte della Nazionale, nonostante non abbiano terminato la fase di scarico seguita alla lunga preparazione, hanno ampiamente dimostrato di poter recitare un ruolo da protagonista tra dieci giorni.
Dopo i tre record stabiliti nella sessione del mattino  - con Cesare Pizzirani nei 50 dorso, Cristina Maccagnola nei 50 farfalla e i ragazzi delle Fiamme Gialle nella staffetta 4x50 mista - l'ultimo turno di gare ha riservato altri due primati. Elena Gemo (DDS) ha vinto i 100 dorso in 59"66, abbassato di 27 centesimi il precedente di Alessandra Cappa (19 dicembre 2003 agli Assoluti di Camogli) e vanificato il 59"76 di Valentina De Nardi (Esercito); Alessio Boggiatto (Aniene, nella foto di Deepblueye.com/scala)  si è imposto nei 200 misti in 1'55"55 (ottava prestazione all time) strappando il primato a Massimiliano Rosolino (Larus), secondo con il tempo di 1'58"22 e autore del precedente di 1'56"37 (19 dicembre 2003 agli Assoluti di Camogli). Sia per la Gemo sia per Boggiatto è il secondo record assoluto a Trieste dopo, rispettivamente, quelli piazzati sui 50 dorso e 200 farfalla.
Tra le altre finali particolarmente attesi i duelli vinti da Francesca Segat (Fiamme Gialle) su Caterina Giacchetti nei 200 farfalla (2'08"39 contro 2'09"78) e da Cristina Chiuso (Aurelia) su Federica Pellegrini nei 100 sl (54"50 contro 54"65). Molto indicativo anche il ritorno al successo nei 1500 sl in 14'51"46 di Christian Minotti (Aniene), bronzo ai Mondiali di Mosca.
Una due giorni memorabile, che lancia gli Azzurri verso gli Europei ma che ha conosciuto anche un profondo momento di sconforto. Nella notte tra sabato e domenica è scomparso in seguito ad un incidente stradale il 22enne ranista Dario Nodari. Atleti, tecnici e dirigenti della società per la quale nuotava, LaPresse, hanno deciso di non prendere parte alle gare del pomeriggio. La Federazione Italiana Nuoto si stringe alla Società e alla famiglia.
 
Vai ai risultati completi


VIII CAMPIONATI ASSOLUTI INVERNALI
I RECORD STABILITI A TRIESTE
26 NOVEMBRE

50 dorso Elena Gemo (DDS) 27"57
200 sl Federica Pellegrini (DDS) 1'56"15
50 rana Alessandro Terrin (FF.GG.) 26"94
100 farfalla Francesca Segat (FF.GG.) 58"52
4x50 sl M Fiamme Gialle 1'27"88
200 farfalla Alessio Boggiatto (Aniene) 1'55"46
50 sl Cristina Chiuso (Aurelia) 24"86
100 dorso Cesare Pizzirani (FF. OO.) 52"70
800 sl Simona Ricciardi (FF. GG.) 8'25"32
100 misti Filippo Magnini (Larus) 53"58

27 NOVEMBRE

50 dorso Cesare Pizzirani (FF.OO.) 24"61
50 farfalla Cristina Maccagnola (DDS) 26"65
4x50 misti M Fiamme Gialle 1'37"65
100 dorso Elena Gemo (DDS) 59"66
200 misti Alessio Boggiatto 1'55"55

Passariello, Cicerchia
Nostri Inviati