Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coconi Ct della Spagna

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/a5daffcd12ccc9ba820cdd4d5d100291.jpg

Il nuoto iberico si affida al 57enne tecnico civitavecchiese responsabile della Nazionale giovanile dal 1992. Contratto biennale con opzione per altri quattro anni. Il Presidente Barelli: "Un riconoscimento per l'intero movimento"

ROMA
Maurizio Coconi è il nuovo commissario tecnico della Nazionale spagnola di Nuoto. Il 57enne tecnico civitavecchiese ha accettato l'offerta della federazione iberica: un contratto biennale con opzione di prolungamento per il quadriennio olimpico che porta ai Giochi di Londra 2012. L'incarico di Maurizio Coconi partirà dal primo settembre prossimo.
Coconi lascia la nazionale giovanile di nuoto che guidava dal 1992.  
"Personalmente e a nome della Federazione Italiana Nuoto non posso che essere dispiaciuto per la partenza di un tecnico che ha contribuito ai successi del nuoto italiano - commenta il Presidente della Federnuoto, Paolo Barelli - Malgrado il dispiacere non mi sono sentito di negare a Coconi una simile occasione professionale. Esprimo inoltre l'ampia soddisfazione per il riconoscimento che una federazione prestigiosa come quella spagnola ha voluto attribuire a Coconi e al movimento natatorio italiano, eletto modello da seguire. Sicuramente la scelta su Coconi rafforzerà i già ottimi rapporti esistenti tra le due federazioni. A nome della Federnuoto auguro all'amico e tecnico Maurizio Coconi un futuro ricco di soddisfazioni".
Maurizio Coconi sarà a Madrid il 13 e 14 giugno, all'indomani del Sette Colli. "Desidero ringraziare il Presidente Paolo Barelli che mi ha voluto in azzurro nel 1992 e oggi mi consente di fare questa esperienza e mi libera del forte impegno morale che nutro nei confronti della Federazione Italiana Nuoto, alla quale sarò sempre legato - sottolinea il neo Ct del nuoto spagnolo - Sono passati 14 anni di federnuoto. Un periodo ricco di soddisfazioni personali e tecniche che mi hanno accresciuto professionalmente e come uomo. La scelta della Federazione spagnola è un riconoscimento per l'intero nuoto italiano, per la sua organizzazione e partecipazione, ed è frutto della qualità del movimento e del lavoro profuso dal Presidente al Consiglio federale, dai dirigenti centrali sino all'organizzazione periferica e ai tecnici societari. Per me si tratta di un'occasione importante che mi permetterà di lavorare con la squadra assoluta spagnola, chiamata a riscattare le ultime stagioni, in particolare quella del Mondiale di Montreal, al di sotto delle aspettative".
Maurizio Coconi  nasce a Civitavecchia il primo gennaio 1949. Tesserato per la SNC Civitavecchia, si mette in luce come mezzofondista e mistista a suon di record e titoli di categoria. Dopo molteplici presenze nella nazionale giovanile di nuoto, debutta nel 1965 nel campionato di serie B di pallanuoto e dal 1968 gioca permanentemente in serie A. Col Civitavecchia è vice campione italiano nel 1975, mentre con la Nazionale conquista l'argento alle Universiadi di Torino 1970. Probabile olimpico per i Giochi di Monaco 1972, Coconi chiude la carriera di pallanotista nel 1987, ma nel frattempo intraprende la strada di tecnico di nuoto. Nel 1992 porta Piermaria Siciliano alle Olimpiadi di Barcellona e accetta l'incarico di tecnico responsabile della nazionale giovanile italiana. Sotto la sua guida sono cresciuti tutti i più grandi campioni del nuoto italiano degli ultimi dieci anni: dagli olimpionici Domenico Fioravanti e Massimiliano Rosolino, ai campioni mondiali Alessio Boggiatto e Filippo Magnini, alla vice campionessa olimpica e mondiale Federica Pellegrini, ai vice campioni mondiali Emiliano Brembilla e Luca Marin.