Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Helsinki Azzurri pronti per Melbourne

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/aa9423087325eb32dc6865fa3907ef90.jpg

Oro di Magnini e della Filippi. Argento di Rosolino, alla 50esima medaglia della carriera. Bronzo di Bossini. Per l'Italia nove medaglie e otto record assoluti

HELSINKI
Quattro ori, tre argenti, due bronzi, otto record italiani. Gli Azzurri chiudono con un bilancio più che lusinghiero gli Europei di Helsinki che consacrano la carriera del nuotatore italiano più medagliato di tutti i tempi: Massimiliano Rosolino, argento nei 200 stile libero per la cinquantesima medaglia tra Olimpiadi (1-1-2), Mondiali (1-2-1), Europei (6-6-5), Mondiali indoor (1-1-5) ed Europei indoor (7-7-4).
Un traguardo storico raggiunto nei 200 sl dominati da Filippo Magnini, oro in 1.42.54 (passaggi 24.77, 51.03, 1.16.94), record italiano (il precedente l'aveva stabilito in 1.42.89 con l'oro a Trieste l'11 dicembre scorso) e quarta prestazione mondiale all time. Rosolino tocca in 1.44.17 (24.91, 51.23, 1.17.68) per un podio che, rispetto a Trieste 2005, cambia solo sul gradino più basso nel quale c'è il polacco Pawel Korzeniowski (1.44.41). "La vittoria nei 100 stile libero mi ha trasmesso fiducia e mi ha rilassato - spiega Magnini - Grazie a Claudio Rossetto (tecnico federale, allenatore di Magnini e Rosolino) ho imparato a gestirmi in gara ed oggi ho distribuito molto bene le vasche. Sono molto contento, non solo per il record italiano, ma anche perché è la terza volta consecutiva che vinco i 200 sl agli Europei Indoor e la seconda che mi impongo nei 100". Soddisfatto anche Massimiliano Rosolino: "Ho centrato un piccolo obiettivo, bello, intenso, che racconta la mia carriera. Ho vinto la prima medaglia internazionale assoluta nel 1995, il bronzo con la staffetta 4x200 sl agli Europei di Vienna. Sono passati undici anni, ma ho ancora tanta voglia di nuotare e vincere. Finché mi divertirò in allenamento e avrò voglia di gareggiare, darò sempre il massimo. Grazie a tutti quelli che mi sono vicini".
Il pomeriggio al Mäkelänrinne Swimming Center, però, era già iniziato alla grande 40 minuti prima con l'oro di Alessia Filippi nei 400 misti. La vice campionessa mondiale vince in 4.31.58 (1.03.56, 2.09.80, 3.30.18) con 1.20 di vantaggio sulla polacca Katarzyna Baranowska, bissa il titolo europeo in vasca lunga conquistato a Budapest e migliora il primato italiano di 4.33.48 che aveva stabilito al Gran Premio Italia di Viareggio l'11 novembre scorso. "Ero molto tesa - racconta - Dopo il tocco ho pianto, è vero; avevo paura di perdere. In vasca corta non esprimo al meglio le mie qualità. Sono molto contenta per il titolo e il record e perché ho battuto la tensione. Un ottimo test in vista dei Mondiali di Melbourne".
Sul podio anche Paolo Bossini che migliora cronometricamente il record italiano (2.07.29, 12 dicembre) con cui conquistò il bronzo a Vienna nel 2004 e bissa il bronzo di Trieste. Bossini chiude i 200 rana in 2.07.13 (29.44, 1.01.54, 1.34.33) alle spalle dell'ungherese Daniel Gyurta (2.06.58) e del polacco Slawomir Kuczko (2.06.61). "Non so se essere felice o deluso - dichiara - Mi aspettavo un tempo migliore, puntavo al 26.5, ma ho comunque migliorato il primato italiano e sono tornato ai livelli di due anni fa, quando vinsi l'oro europeo sia in lunga sia in corta. Di certo c'è la consapevolezza che sto lavorando bene e di poter disputare un buon Mondiale".
Nelle altre finali che hanno chiuso la decima edizione degli Europei Indoor di Helsinki, Federica Pellegrini si è piazzata quinta nei 200 sl in 1.55.51, così come Cristina Chiuso nei 50 sl in 24.76, mentre Ombretta Plos è arrivata settima nei 100 rana in 1.08.10.
  
consulta i risultati della mattina
consulta i risultati del pomeriggio


EUROPEI DI HELSINKI
MEDAGLIE E RECORD DEGLI AZZURRI
MEDAGLIE (4-3-2)

ORO (4)
Luca Marin 400 misti 4.01.71 RI (8/12)
Filippo Magnini 100 sl 46.81 (9/12)
Alessia Filippi 400 misti 4.31.58 RI (10/12)
Filippo Magnini 200 sl 1.42.54 RI (10/12)

ARGENTO (3)
Federica Pellegrini 400 sl 3.59.66 RI (9/12)
Alessandro Terrin 50 rana 26.92 (9/12)
Massimiliano Rosolino 200 sl 1.44.17

BRONZO (2)
Nazionale 4x50 mista M 1.35.20 RI (7/12)
- Cesare Pizzirani 24.83
- Alessandro Terrin 26.23
- Rudy Goldin 23.04
- Filippo Magnini 21.10
Paolo Bossini 200 rana 2.07.13 RI (10/12)

RECORD ITALIANI (8)
7 dicembre
100 farfalla M Rudy Goldin 52.01
4x50 mista M Nazionale 1.35.20

8 dicembre
400 misti M Luca Marin 4.01.71
100 farfalla M Rudy Goldin 51.89

9 dicembre
400 sl F Fed. Pellegrini 3.59.66

10 dicembre
400 misti F Alessia Filippi 4.31.58
200 rana M Paolo Bossini 2.07.13
200 sl M Filippo Magnini 1.42.54 RI