Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Verso Europei e Olimpiadi I tempi limite

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/f1130e241c0f9f5bbd8a8707db0724bc.jpg

La Federazione Italiana Nuoto comunica i criteri di qualificazione per le più importanti manifestazioni di nuoto della prossima stagione

ROMA
La Federazione Italiana Nuoto ha il piacere di comunicare i tempi limite e i criteri di selezione per i prossimi Europei di Eindhoven e Giochi Olimpici di Pechino:
  
Tempi limite per gli Europei di Eidhoven (18-24 marzo 2008)
 
50 sl 22.27, 25.30
100 sl 49.23, 55.01
200 sl 1.48.43, 1.59.41
400 sl 3.48.76, 4.10.75
800 sl F 8.35.73
1500 sl M 15.08.95
50 do 25.81, 29.13
100 do 55.18, 1.01.88
200 do 1.59.33, 2.12.57
50 ra 27.97, 31.86
100 ra 1.01.28, 1.08.95
200 ra 2.12.92, 2.28.41
50 fa 23.77, 26.79
100 fa 53.10, 59.28
200 fa 1.57.60, 2.09.89
200 mi 2.01.55, 2.15.22
400 mi 4.17.00, 4.44.21
4x100 sl 3.17.00, 3.41.40
4x200 sl 7.17.00, 8.02.50
4x100 mi 3.38.00, 4.06.00
 
Saranno selezionati per la manifestazione, fino al limite di quattro atleti per gara:
1. I nuotatori medagliati a livello individuale ai Mondiali di Melbourne 2007;
2. Gli atleti che sono autori di prestazioni uguali o migliori di quelle in tabella durante le seguenti manifestazioni:
- Campionati Italiani Assoluti Estivi di Pesaro (24-28 luglio 2007)
- Trofeo Open de Paris (2-5 agosro 2007)
- Giochi Mondiali Universitari di Bangkok (9-14 agosto 2007)
- Campionati Italiani Assoluti Invernali di Riccione (19-22 dicembre 2007):
3. Le staffette che tra il 25 marzo 2007 e il 22 dicembre 2007 abbiano conseguito, nel corso di manifestazioni internazionali ufficiali, tempi in gara migliori o uguali di quelli in tabella; per le staffette che non abbiano raggiunto il requisito, saranno considerate valide ai fini della qualificazione le somme delle quattro migliori prestazioni conseguite in una stessa manifestazione purché non eccedenti di più di 1.5 secondi i tempi in tabella.
  
Nella composizione della formazione varrà il criterio di priorità, in base al quale non sarà più possibile essere selezionati in distanza di gara in cui siano già precedentemente qualificati quattro nuotatori.
 
Qualora la squadra non sia completata dopo le manifestazioni indicata, si terrà conto di eventuali tempi limite conseguiti durante i Campionati Europei giovanili di Anversa (19-22 luglio 2007).
 
Un'eventuale integrazione della squadra, su proposta del Ct, sarà valutata dal Consiglio federale.
 
Tempi limite per le Olimpiadi di Pechino (9-17 agosto 2008)
 

50 sl 22.22, 25.14
100 sl 48.92, 54.62
200 sl 1.48.11, 1.58.41
400 sl 3.47.95, 4.08.36
800 sl F 8.31.21
1500 sl M 15.02.86
100 do 54.72, 1.01.14
200 do 1.58.98, 2.11.10
100 ra 1.00.98, 1.08.46
200 ra 2.12.37, 2.27.24
100 fa 52.38, 58.83
200 fa 1.56.72, 2.09.23
200 mi 2.00.63, 2.14.78
400 mi 4.16.16, 4.42.92
4x100 sl M 3.16.00
4x100 sl F 3.41.00 (batterie), 3.37.00 (finali)
4x200 sl M 7.15.00
4x200 sl F 8.01.00 (batterie), 7.56.00 (finali)
4x100 mi M 3.38.00
4x100 mi F 34.05.00 (batterie), 4.02.00 (finali)
 
Saranno selezionati per le Olimpiadi di Pechino, fino al limite di due atleti per gara, i nuotatori che siano autori di prestazioni uguali o migliori di quelle in tabelle durante le seguenti manifestazioni:
1. Campionati europei di Eindhoven (18-24 marzo 2008);
2. Campionati Italiani Assoluti Primaverili (27-30 marzo 2008);
3. Che siano rientrate nei criteri previsti dal CIO e dalla FINA durante i Mondiali di Melbourne, a condizione che abbiano realizzato i tempi limite in tabella (sono pertanto qualificate le staffette maschili);
4. Che vi rientrino in occasione degli Europei di Eindhoven conseguendo almeno uno dei due tempi limite posti dalla FIN nelle batterie o nelle finali.
 
Nella composizione della formazione varrà il criterio di priorità, in base al quale non sarà più possibile essere selezionati in distanza di gara in cui siano già precedentemente qualificati due nuotatori.
 
Un'eventuale integrazione della squadra, su proposta del Ct, sarà valutata dal Consiglio federale e sottoposta al CONI per la necessaria approvazione.