Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Eindhoven Pellegrini squalificata

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/8f2d73e6cf9398c9a08cb2d5c42020bd.jpg

Decisione ingiusta del giudice arbitro nelle batterie dei 200 sl. Il jury d'appel respinge il reclamo della Federnuoto. Lo stop di Federica penalizza il nuoto azzuzzo. La FIN mostra il video in conferenza stampa

EINDHOVEN
La squalifica di Federica Pellegrini (GUARDA IL VIDEO) per partenza anticipata nelle batterie dei 200 stile libero è stata colta da tutti con incredulità e disappunto. La decisone di questa mattina del giudice arbitro e il successivo rigetto del reclamo da parte del juri d'appel ha spinto la Federazione Italiana Nuoto a convocare una conferenza stampa straordinaria nella quale è stato mostrato ai giornalisti il video della partenza incriminata. L'incontro con la stampa italiana si è svolto nel pomeriggio, al termine della finale della piattaforma syncro femminile dove la coppia azzurra Batki-Canotto ha vinto la medaglia di bronzo. 
Il video dell'eliminatoria mostra chiaramente come non si tratti di partenza anticipata: Pellegrini ha semplicemente contratto i muscoli al comando che precede il via e, quindi, ha staccato dai blocchi regolarmente. Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, ha espresso tutta la sua amarezza. "La LEN aveva promesso agli Europei di Budapest, in occasione della vergognosa squalifica di Loris Facci che aveva meritatamente vinto l'oro nei 200 rana, apparecchiature elettroniche che, in caso di verifica, confermassero o meno le decisioni dei giudici. Tutto ciò ancora oggi non è stato fatto. Resta grande rammarico per una decisione che compromette l'Europeo di Pellegrini, ieri autrice della migliore frazione lanciata della storia nella 4x200 e sicura protagonista della finale. L'intero movimento europeo deve intervenire affinché errori del genere non si ripetano".
Anche il Commissario Tecnico della Nazionale di nuoto, Alberto Castagnetti, è molto amareggiato. "E' stato commesso un grande errore. E' inequivocabile che Federica non è partita in anticipo e lo si può vedere anche dal riscontro cronometrico dei blocchi di partenza. In tutte le gare parte con tempi di reazione compresi tra 0.71 e 0.72 e oggi era partita a 0.70. E ci sono le immagini televisive, ma purtroppo continuano a non essere tenute in considerazione in sede di giudizio". Il Ct azzurro aggiunge che "Federica è partita bene, sono le altre che sono partite male. E' un'ingiustizia perchè così si priva un'alteta della possibilità di vincere una medaglia e nel caso della Pellegrini di ottenere un grande risultato. So cosa vale e nei 200 stile libero poteva fare un tempo molto vicino al record del mondo".
In batteria Federica Pellegrini aveva nuotato con il miglior tempo generale di 1.58.49. "Adesso la rabbia un po' è passata - ha detto l'azzurra - ma resta la delusione perchè davanti a queste cose ti senti impotente. Mi sono girata verso il giudice ed ero incredula. Mi dispiace perchè in batteria avevo nuotato con grande facilità e anche il tempo di ieri in staffetta lasciava ben sperare per la finale. Errori come questo non dovrebbero capitare". Adesso Federica Pellegrini vuole rifarsi subito e l'occassione migliore saranno i 400 stile libero di lunedì, dov'è iscritta con 4.05.20 e al mattino nuoterà in terza batteria.   





Massimo Cicerchia
Nostro Inviato