Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Primaverili No allo LZR Racer

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/f78a1330f27fafbdf18deabc7e6add28.jpg

Il Consiglio di Presidenza vieta il costume della Speedo ai campionati italiani, in programma a Livorno dal 1° al 5 aprile, che qualificano alle Olimpiadi. Il Presidente Barelli: "Pari condizioni agli atleti"

ROMA
Il Consiglio di Presidenza, riunitosi oggi a Roma, ha deliberato di non consentire l'uso del costume LZR Racer della Speedo ai Campionati Assoluti Primaverili, in programma a Livorno dal primo al 5 aprile prossimi, validi come qualificazione olimpica. 
La decisione, in linea con quelle assunte dalla federazione canadese, per le selezioni olimpiche (1-6 aprile), e dalla NCAA (leggi qui) per i campionati universitari statunitensi (in corso), fonda sulla normativa della Federazione mondiale (FINA) 5.6: "I fabbricanti debbono assicurare che i costumi di nuova approvazione siano disponibili a tutti i competitori".
La Federazione Italiana Nuoto riesaminerà la questione dopo le decisioni in materia che la FINA assumerà a Manchester, nel corso dei Mondiali in vasca corta, durante una riunione con i fabbricanti di costumi in occazione del congresso generale dell'8 aprile.
"Considerate le polemiche sorte all'interno del movimento internazionale a seguito dei risultati cronometrici delle ultime settimane, la Federazione Italiana Nuoto ha adottato questa decisione nell'esclusivo interesse degli atleti e dell'intero movimento al fine di garantire pari opportunità, presupposto irrinunciabile per una leale competizione  - sottolinea il Presidente Paolo Barelli - Successivamente alla riunione della FINA in programma a Manchester, la Federazione Italiana Nuoto approfondirà ulteriormente la questione e deciderà nel merito".