Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Genova<br>Prima da record

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/6cff1d089879d9fe92c15308a7841ab8.jpg

Partenza veloce dei tricolori invernali. Subito sette record, l'europeo di Giorgetti nei 200 rana in 2'05"02 e sei italiani. Domani la seconda e ultima giornata. Le parole dei protagonisti

GENOVA
Avvio scoppiettante degli Assoluti Invernali di nuoto, in corso alla piscina "Sciorba" di Genova. Nella prima giornata di gare sono stati stabiliti sette record italiani di cui un europeo che hanno ridisegnato la tabella dei primati in vasca da 25 metri. Quattro sono caduti nella sessione del mattino, tre in quella pomeridiana.
 
LA PRIMA SESSIONE. Prosegue il momento magico di Elena Gemo, Francesca Segat e Ombretta Plos che continuano a firmare record italiani. Dopo quelli ottenuti al Gran Premio Italia, eccole velocissime anche agli Assoluti. Elena Gemo (CC Aniene) ha stabilito il record italiano dei 50 dorso col tempo di 27"02 e ha migliorato il 27"23 che aveva registrato il 22 novembre a Viareggio. "Non ho smesso di allenarmi dopo la delusione olimpica. L'incremento del record di Viareggio è una spinta in più a migliorarmi". Francesca Segat (Fiamme Gialle) ha stabilito il record italiano dei 100 farfalla col tempo di 57"81 ed ha abbassando di due centesimi quello che aveva ottenuto il 16 novembre al trofeo Nico Sapio di Genova (57"83). E' la seconda performer italiana di sempre. "Sono tranquilla, spensierata e felice. Sto lavorando con entusiasmo e le prestazioni lo dimostrano". Segat ha vinto anche i 200 stile libero in 1'56"78 davanti a Federica Pellegrini. "Non mi aspettavo di batterla e di migliorare tanto il personale e sono particolarmente contenta di aver abbassato ulteriormente il record italiano che avevo stabilito al Nico Sapio, sempre qui alla Sciorba, perché si trattava della seconda gara in quaranta minuti".  Ombretta Plos (Salaria Nuoto) ha stabilito il record italiano dei 100 rana col tempo di 1'06"78 migliorando quello di 1'06"91 che aveva nuotato il 21 novembre a Viareggio. Sotto al precedente primato anche Roberta Panara, che si è classificata seconda con il tempo di 1'06"89. "Sono molto soddisfatta. Stiamo entrando nel vivo della stagione con gli Europei in vasca corta. Il record di Viareggio e l'incremento di oggi sono importanti, ma spero di migliorarmi anche a livello internazionale".
Il quarto primatista del mattino è stato Marco Belotti (CC Aniene) che ha stabilito il record italiano dei 50 farfalla in 23"53. Il precedente era di 23"68 e apparteneva a Mattia Nalesso dall'11 dicembre 2005, Europei indoor di Trieste. Sotto al vecchio record hanno nuotato anche lo stesso Mattia Nalesso (23"62) secondo e Rudy Goldin (23"63) terzo. "Non mi aspettavo il record perché da tempo mi sto dedicando allo stile libero. Il delfino è il mio primo amore, c'ho provato e ho stupito anche me stesso".
 
ROSOLINO E PELLEGRINI. Nei 400 stile libero Massimiliano Rosolino (CN Posillipo) ha vinto con 3'39"85 e si è fermato a 30 centesimi dal suo record italiano di 3'39"55. "Sono molto soddisfatto per i frutti del lavoro svolto in altura. Ho gestito la gara nel modo giusto e risposto all'attacco di Federico Colbertaldo senza patire nel finale. Mi auguro di migliorare il record italiano entro Natale", chiaro riferimento agli Europei in vasca corta di Rijeka. Nei 200 stile libero Federica Pellegrini (CC Aniene) si è classificata seconda con 1'57"72 dietro a Francesca Segat. "Purtroppo ho imbarcato acqua in partenza, mi sono appesantita e ho subito un effetto paracadute per tutta la gara. Comunque le sensazioni erano positive, segno che il lavoro che sto svolgendo con il Ct Alberto Castagnetti è positivo".
 
LA SECONDA SESSIONE. Il protagonista della seconda sessione di gare è Edoardo Giorgetti (CC Aniene), autore della migliore prestazione della prima giornata di gare. Il campione del mondo juniores dei 100 e 200 rana, europeo dei 100 e vice dei 200, ha stabilito il primato europeo dei 200 rana in 2'05"02 (28"77, 1'00"57, 1'32"48), migliorando il precedente di 2'05"49 (29"05, 1'01"76, 1'33"76) con cui l'ungherese Daniel Gyurta conquistò l'oro il 16 dicembre 2007 agli Europei in vasca corta di Debrecen. Il primato italiano, invece, era di Paolo Bossini, argento in 2'05"82 nella stessa gara. "Tenevo tanto a questa gara perché nell'ultimo anno non ho nuotato con continuità a causa della maturità e avevo perso costanza di rendimento. Il tempo mi sorprende positivamente, sapevo di poter toccare in 2'05 ma addirittura stavo per andare oltre. Sono molto contento!". Soddisfatto anche il suo tecnico, nonché allenatore federale, Gianni Nagni: "Ha disputato una gara tecnicamente perfetta, non ha mai strappato e, suppur in solitario, ha distribuito le forze con equilibrio. Giorgetti è un atleta che può maturare ancora molto; ha grandi potenzialità e, adesso che è tornato ad allenarsi con costanza, cercheremo di sfruttarle tutte".
Record anche di Niccolò Beni (Fiorentina Nuoto) e Damiano Lestingi (Fiamme Gialle). Nei 200 farfalla Beni ha vinto con il tempo di 1'54"20. Il precedente era di Alessio Boggiatto con il crono di 1'55"46 del 26 novembre 2005 agli Assoluti di Trieste, ultima edizione in vasca corta prima delle due in lunga. "Sono molto soddisfatto del tempo anche se volevo passare un po' più veloce. A Rijeka proverò ad avvicinare l'1'54 netto". 
Nei 100 dorso Lestingi ha ottenuto il secondo record assoluto personale della giovane carriera dopo quello nei 200 dorso al Gran Premio Italia, imponendosi in 52"16 e migliorando il precedente di 52"70 che apparteneva a Cersare Pizzirani e risaliva al 26 novembre del 2005 a Trieste. "Ci sto prendendo proprio gusto. Ringrazio il mio allenatore per l'equilibrio e la costanza che mi sta trasmettendo. Sono molto soddisfatto e mi sento in gran forma".
  
MAGNINI TORNA E VINCE I 100 SL. Di ritorno dall'Isola dei Famosi, dove è stato l'inviato di Simona Ventura nel reality show di Rai2 e dove ha continuato ad allenarsi, Filippo Magnini (Larus Nuoto) si è presentato sui blocchi di partenza degli Assoluti Invernali e ha vinto i 100 stile libero con il tempo di 47"15. "In Honduras non ho mai smesso di lavorare. Lo staff di Rai2 mi ha messo a disposizione una piscina in cui mi sono potuto allenare seguendo le indicazioni tecniche del mio allenatore, Claudio Rossetto. Ho dimostrato di star bene. Sono sereno, pronto a ricominciare per dare il massimo ai Mondiali di Roma. Mi alleno con Claudio solo da tre giorni, eppure già mi sento galvanizzato ed entusiasta. Non potevo tornare alle gare con un risultato migliore".
   
PELLEGRINI TUTTO OK. Federica Pellegrini ha abbandonato gli 800 stile libero a causa di un leggero malore nel corso della seconda sessione di gare agli Assoluti Invernali, in svolgimento al complesso Sciorba di Genova. La campionessa olimpica è uscita dalla vasca ai 300 metri accusando una lieve crisi respiratoria. Soccorsa immediatamente a bordo piscina, le è stata riscontrato uno stato di difficoltà respitratoria regolarizzato nei successivi 5 minuti.E' probabile che precauzionalmente l'azzurra - tornata ad un buono stato di salute - rinunci alle gare di domani. 
 
Vai ai risultati completi


ASSOLUTI INVERNALI DI GENOVA
Programma gare e tv di domani
Sabato 29 novembre

Mattino - Serie
Ore 9.30
400 stile libero F
50 dorso M
50 farfalla F
200 stile libero M
50 rana F
100 rana M
400 misti F
100 farfalla M

Pomeriggio - Serie
Ore 15.30 diretta Raitre 17.15-18
Ore 23.40 differita Rai Sport Più

1500 stile libero M - II serie
200 farfalla F
200 dorso M
200 rana F
50 stile libero M
100 dorso F
100 misti F
200 misti M
1500 stile libero M - I serie
200 rana F
50 stile libero M
100 dorso F
200 misti M
100 misti F
100 stile libero F