Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Riccione<br>Terrin e Pellegrini da urlo

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/c9aa6edc099629f105ed030d77b22cd4.jpg

Alessandro vince i 50 rana in 27"25, a 7 centesimi dal mondiale. Federica da 53"55 nei 100 sl. Record anche della Segat nei 200 misti e della 15enne Carraro nei 100 rana

RICCIONE
Rana genio e sregolatezza, Pellegrini d'autore. La quarta e penultima giornata degli Assoluti Primaverili di nuoto, in svolgimento a Riccione, riserva sei record italiani, quattro battuti nel pomeriggio, e cinque pass iridati; esalta nei 50 rana Alessandro Terrin e Filippo Magnini, scopre nei 100 la 15enne Martina Carraro, rilancia Federica Pellegrini nei 100 stile libero e Francesca Segat nei 200 misti.
Erano oltre due anni e mezzo che non scendeva sotto al 27"48 con cui aveva conquistato la medaglia d'oro in ex aequo con l'ucraino Oleg Lisogor agli Europei di Budapest. In due giorni vi è riuscito tre volte: in 27"39 al passaggio dei 100, in 27"38 nelle batterie e in 27"25 nella finale che lo lancia al secondo posto delle graduatorie mondiali ed europee, a 7 centesimi dal record del mondo dell'ucraino Oleg Lisogor in 27"18. Alessandro Terrin (Fiamme Gialle/Aurelia Nuoto), 23enne di Dolo, strappa il pass iridato (tl 27"73) e scopre un nuovo avversario: il due volte campione del mondo dei 100 stile libero Filippo Magnini (Larus), autore del primato personale in 27"58. "Vi avevo detto che dopo le Olimpiadi ci avrei dato dentro - asserisce Terrin  - Sono riuscito a nuotare a livelli mai raggiunti; all'ultima bracciata avrei potuto avanzare di più, ma proprio non ne avevo. Complimenti a Magnini, un ulteriore stimolo per cercare di migliorare ancora in vista dei Mondiali di Roma"
Aveva quindici anni quando agli Assoluti di Livorno cancellò il record assoluto di Cecilia Vianini nei 100 stile libero: 54"40 contro 55"07. Prima atleta italiana sotto i 55". Da allora sono passati cinque anni che per chiunque varrebbero una carriera di successo: campionessa e vicecampionessa olimpica, argento e bronzo mondiale nei 200 stile libero, primatista mondiale dei 200 e 400 stile libero, tre medaglie europee solo in vasca lunga. Per Federica Pellegrini (CC Aniene), 20enne di Spinea, invece è l'inizio. Ed oggi è un po' come tornare a quel 10 marzo 2004 con il record italiano di 53"55 (26"97 ai 50), 99 centesimi sotto al limite iridato, seconda performer europea e sesta mondiale della storia. L'ultima volta che aveva nuotato i 100 sotto i 55" era il 6 aprile 2005 (54"55), proprio agli Assoluti di Riccione, da allora la svolta verso 200 e 400. "In cinque anni mi sembra di aver vissuto tre vite - sorride Pellegrini - Sono molto contenta. Ho sempre amato la velocità e di certo nuotare bene i 100 mi aiuta anche per i 200 e 400. Il Ct Castagnetti vorrebbe che nuotassi i primi e secondi 50 con lo stesso tempo: magari, chissà se un giorno ci riuscirò. Tornerei ai 100 molto volentieri, ma ho due primati del mondo da difendere a Roma".
Continua a crescere anche Francesca Segat (Fiamme Gialle/Ispra Swim Planet), 26enne trevigiana di Vittorio Veneto. Dopo i quattro titoli agli Invernali (200 sl, 200 farfalla, 100 e 200 misti), vince i 200 misti in 2'12"20 (28"81, 1'01"99, 1'41"19), strappa il record italiano ad Alessia Filippi (2'13"08), e infrange il proibitivo tempo limite iridato di 2'12"26. Il primato personale era di 2'14"94 nuotato a Novara l'8 febbraio scorso, ma non deve sorprendere un miglioramento "in linea con gli allenamenti svolti finora e la leggerezza con cui nuoto. Sono molto soddisfatta".
Assolo di Alessia Filippi (Aurelia Nuoto) negli 800 stile libero, di cui è vice campionessa olimpica e campionessa europea. La romana, che il 23 giugno prossimo compirà 21 anni, vince in 8'26"80 (2'04"58, 4'13"21, 6'21"26), 19 centesimi meno del tempo limite, e conquista il quarto titolo primaverile dopo 1500, 400 misti e 400 stile libero.  "I tempi non sono eccezionali - ammette - ma comunque soddisfacenti per il carico di lavoro svolto negli Stati Uniti e per il numero di gare nuotate qui".      
Grande sorpresa nei 100 rana femminili. Tutti aspettavano l'ennesimo duello tra Roberta Panara (DDS) e Ombretta Plos (Salaria Nuoto) dopo i record in sequenza nei 50 rana. Invece si è presentata al grande pubblico Martina Carraro, genovese di 15 anni, tesserata per la Genova nuoto, allenata da Mara Sacchi, sorella del Remo DDS, iscritta al primo anno del liceo scientifico e costretta alle alzatacce per nuotare due volte al giorno alla piscina Sciorba.
Viso d'angelo, occhi azzurri, si morde le labbra, balbetta, proprio non riesce a credere a quell'1'08"40 (32"50) che vale il record italiano (7 centesimi meglio della Plos del mattino) e sfiora per 13 centesimi il tempo limite mondiale. "Non riesco a crederci - continua a ripetere stupita Carraro, da dieci anni in vasca e "da sempre ranista" - Non mi ricordo neanche qual era il mio personale: forse 1'12, in vasca lunga ho nuotato così poco!"
Grande sfida anche nei 400 misti tra Alessio Boggiatto (CC Aniene) - campione mondiale 2001 ed europeo 2002, argento e bronzo continentale nel 2004 e 2006 - e Luca Marin (Ispra Swim Planet) - argento e bronzo mondiale nel 2005 e 2007, due argenti e un bronzo europeo. Si impone il 22enne ragusano di Vittoria in 4'13"10 (1'00"01, 2'03"30, 3'14"18), 91 centesimi al di sotto del tempo limite iridato. Il 28enne torinese di Moncalieri si ferma sul 4'15"59 (57"30, 2'05"11, 3'15"48). "Sono un po'appesantito - dichiara Marin soddisfatto - Sapevo che se fossi passato veloce avrei sofferto nel finale, così ho cercato di controllare la gara e non chiedere troppo dal mio stato di forma. L'importante era strappare il pass iridato e dedicarmi con serenità agli allenamenti". 
Torna su tempi di rilievo anche Caterina Giacchetti (CC Aniene), al 2'09"29 (28"79, 1'01"15, 1'34"16) nei 200 farfalla dopo tre anni di sofferenza ed una continua ricerca di se stessa tra il trasferimento a Roma e il ritorno a Napoli. Il tempo di oggi consolida il 2'09"32 di tre settimane fa a Sabadell; ma è ancora poco per chi ai Mondiali del 2005 perse il bronzo per la mancata squalifica della polacca Otylia Jedrzejczak, oro e primato del mondo nonostante il toccò ad una mano visto da tutti ma non dai giudici: "Non sono soddisfatta, sto pian piano tornando sui miei personali, ma volevo scendere sotto i 2'09. Il tempo limite di 2'07"93 è lontanissimo".
 
I RECORD DI CATEGORIA. Nove record di categoria caduti. Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivaloresi), stabilisce il primato juniores e cadetti nei 100 rana in 1'08"99. Stefano Mauro Pizzamiglio (Malaspina SC), migliora il primato juniores e cadetti nei 100 farfalla in 53"34 in mattinata, ma nel pomeriggio glielo strappa Tommaso Romani (Fiorentina Nuoto) in 53"21.
Martina Carraro (Genova Nuoto) realizza il record juniores dei 50 rana in 32"18 al passaggio di metà gara delle batterie dei  100, poi nella finale dei 100 completa l'opera con il record assoluto, cadetti e juniores in 1'08"40. 
 
consulta i risultati ufficiali
consulta i tempi limite per i Mondiali


ASSOLUTI PRIMAVERILI - 4/8 marzo
Riccione - Piscina Comunale
Podi della giornata, Qualificati e Programma Gare
Qualificati ai Mondiali (13)

Alessia Filippi in 800 e 1500 sl
Roberta Panara nei 50 rana
Paolo Facchinelli nei 50 farfalla
Marco Belotti nei 200 sl
Damiano Lestingi nei 200 dorso
Marco Orsi nei 50 sl
Mirco Di Tora nei 50 dorso
Ilaria Bianchi nei 100 farfalla
Alessandro Terrin nei 50 rana
Federica Pellegrini nei 100 sl
Francesca Segat nei 200 misti
Luca Marin nei 400 misti

Record italiani assoluti (20)

50 rana F (5/3)
Roberta Panara 31"08
Roberta Panara 31"28 b
Ombretta Plos 31"61 b

50 farfalla (5/3)
Paolo Facchinelli 23"60
Paolo Facchinelli 23"69 b

100 dorso F (5/3)
Elena Gemo 1'00"89

200 sl M (5/3)
Marco Belotti 1'46"33

200 dorso M (5/3)
Damiano Lestingi 1'56"91

50 sl M (6/3)
Marco Orsi 21"82
Federico Bocchia 22"01 b
Marco Orsi 22"03 b

50 dorso F (6/3)
Elena Gemo 28"63

50 dorso M (6/3)
Mirco Di Tora 24"99

50 rana M (6/3)
Alessandro Terrin 27"39 b dei 100
50 rana M (7/3)
Alessandro Terrin 27"38 b
Alessandro Terrin 27"25

100 rana F (7/3)
Ombretta Plos 1'08"47 b
Martina Carraro 1'08"40

100 sl F (7/3)
Federica Pellegrini 53"55

200 misti F (7/3)
Francesca Segat 2'12"20

Podi della 4^ giornata

Finale 200 farfalla F
1. Caterina Giacchetti (CC Aniene) 2.09.29
2. Paola Cavallino (Andrea Doria) 2.10.43
3. Emanuela Albenzi (Aurelia Nuoto) 2.12.14

Finale 50 rana M
1. Alessandro Terrin (Fiamme Gialle) 27.25 RI
2. Filippo Magnini (Larus Nuoto) 27.58
3. Luca Residori (Fondazione Bentegodi) 27.62

Finale 100 rana F
1. Martina Carraro (Genova Nuoto) 1.08.40 RI
2. Ombretta Plos (Salaria Nuoto) 1.08.60
3. Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivarolesi) 1.08.63

Serie 400 misti M
1. Luca Marin (Ispra Swim Planet) 4.13.10
2. Alessio Boggiatto (CC Aniene) 4.15.59
3. Luca Angelo Dioli (Geas Nuoto) 4.16.60

Finale 100 stile libero F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 53.55 RI
2. Renata Fabiola Spagnolo (Fiamme Azzurre) 56.24
3. Livia Travaglini (Azzurra 91) 56.30

Serie 800 stile libero F
1. Alessia Filippi (Aurelia Nuoto) 8.26.80
2. Rachele Bruni (Aurelia Nuoto) 8.38.41
3. Martina Rita Caramignoli (Aurelia Nuoto) 8.41.72

Finale 100 farfalla M
1. Lorenzo Benatti (CC Aniene) 52.92
2. Rudy Goldin (Team Lombardia Nuoto) 53.20
3. Tommaso Romani (Fiorentina Nuoto) 53.21 RIJC

Finale 200 misti F
1. Francesca Segat (Fiamme Gialle) 2.12.20 RI
2. Veronica Massari (Fiamme Azzurre) 2.14.70
3. Martina Cuppone (Fiamme Gialle) 2.16.76

Serie 4x200 stile libero M
1. CC Aniene (Cassio, Lestingi,
Di Giorgio, Belotti) 7.15.53 RIS
2. CS Carabinieri 7.17.51
3. Ispra Swim Planet 7.20.66

Serie 4x100 stile libero F
1. CC Aniene (Tecchio, Giacchetti,
Gemo, Pellegrini) 3.43.63 RIS
2. CS Esercito 3.45.83
3. Aurelia Nuoto 3.47.46

Programma gare

Domenica 8 marzo – mattino
- Batterie 100m dorso Maschile
- Batterie 200m dorso Femminile
- Batterie 200m farfalla Maschile
- Batterie 200m rana Femminile
- Batterie 200m rana Maschile
- Batterie 200m stile libero Femminile
- Batterie 100m stile libero Maschile
- Batterie 50m farfalla Femminile
- Terza Serie 1500m stile libero Maschile
- Termine turno del mattino

Domenica 8 marzo – pomeriggio
(diretta Raisport Più 17-18)
- Finale Giovani 100m dorso Maschile
- Finale Giovani 200m dorso Femminile
- Finale Giovani 200m farfalla Maschile
- Finale 100m dorso Maschile
- Finale 200m dorso Femminile
- Finale 200m farfalla Maschile
- Finale 200m rana Femminile
- Finale 200m rana Maschile
- Finale 200m stile libero Femminile
- 1^ Serie 1500m stile libero Maschile
- Finale 50m farfalla Femminile
- Finale 100m stile libero Maschile
- Finale Giovani 200m rana Femminile
- Finale Giovani 200m rana Maschile
- Finale Giovani 200m stile libero femminile
- Finale Giovani 50m farfalla Femminile
- Finale Giovani 100m stile libero Maschile