Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Riccione<br>Pellegrini riscrive la storia!

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/c9a3922c11b3c1647a72f753ed5f1ea1.jpg

Record del mondo nei 200sl in 1'54"47. Cadono altri 6 record italiani, tra cui quello nei 200 dorso della Filippi in 2'08"44. Migliorati 26 primati assoluti. Strappati 15 pass iridati. Classifica per Società ad Aniene e Aurelia

RICCIONE
E come nei romanzi più intensi alla fine c'è il colpo di scena. La protagonista non può che essere la regina del nuoto italiano: Federica Pellegrini, autrice di uno straordinario record del mondo nei 200 stile libero in 1'54"47 (27"31, 56"05, 1'26"63), 35 centesimi più veloce del 13 agosto scorso, quando l'1'54"82 (27"27, 55"92, 1'25"57) le valse l'oro olimpico a Pechino, il primo conquistato da una nuotatrice italiana.
Un record inatteso, il quarto che stabilisce in vasca lunga sulla distanza, che si aggiunge a quello dei 400 (4'01"53) e all'1'51"85 nuotato in vasca corta agli Europei di Rijeka il 14 dicembre scorso.
Per il nuoto italiano si tratta del 15esimo record del mondo, il settimo in vasca olimpica, il primo realizzato in Italia, peraltro agli Assoluti!
"Non immaginavo di poter migliorare così tanto il mondiale in questo momento - assicura la 20enne di Spinea, tesserata per il Circolo Canottieri Aniene e allenata al centro federale di Verona dal Commissario Tecnico della Nazionale Alberto Castagnetti - Non lo ritenevo possibile dopo il lavoro svolto tra Arizona, Florida e Novara. Negli ultimi due mesi abbiamo badato più alla sostanza e meno alla qualità, inoltre stamattina mi sentivo stanca, ma i 200 mi prendono il cuore. Non riesco a controllarli, non voglio - continua la campionessa e vicecampionessa olimpica, argento e bronzo iridato della distanza - Il 53"55 nei 100 stile libero e questo record del mondo alimentano il rammarico per aver rinunciato ai 400. Sto veramente bene e sono pronta ad affrontare il mezzofondo con determinazione. Il record mondiale è il mio particolare regalo al mondo femminile nel giorno della festa della donna e, in particolare, alla mia famiglia".
Non riesce a trattenere la commozione il CT Alberto Castagnetti che tra soddisfazioni e difficoltà vede crescere la sua diletta gara dopo gara. "Un tempo imprevisto, arrivato nonostante il ritardo di allenamenti dovuto alle vacanze post Olimpiadi e in un momento di carico.
Il 53"5 nei 100 era l'indice del relativo miglioramento anche sui 200, ma non immaginavo che Federica fosse già in grado di limare 35 centesimi al precedente. Pensavo passasse in 58", invece è passata in 56"05. Questo è un record maturato grazie ai miglioramenti tecnici della nuotata, non certo per la condizione fisica. Ci sono ancora margini".
Non solo Federica Pellegrini. La quinta e ultima giornata dei Campionati Assoluti Primaverili di Riccione è stata monopolizzata dai big, dopo la ventata di nuovo con l'esplosione di Marco Belotti, Marco Orsi, Damiano Lestingi, Ilaria Bianchi, Paolo Facchinelli e Martina Carraro, le conferme di Mirco Di Tora ed Elena Gemo, la consacrazione di Alessandro Terrin e la crescita di Francesca Segat.
Alessia Filippi chiude le gare con un percorso netto. Dopo i successi nei 400, 800, 1500 stile libero e 400 misti, nel pomeriggio vince i 200 dorso con il record italiano di 2'08"44 (31"40, 1'03"70, 1'36"47), sesto tempo europeo all time e 60 centesimi in meno al precedente che aveva nuotato il 10 giugno 2007 al Sette Colli di Roma. "Sono esausta - sorride l'atleta romana dell'Aurelia Nuoto che il 23 giugno prossimo compirà 21 anni, vicecampionessa olimpica degli 800 e campionessa europea degli 800 e 400 misti - Ho vinto cinque gare, conquistato tre pass iridati e realizzato un record italiano. Sono molto soddisfatta e torno agli allenamenti con certezze e prospettive positive".    
Buon 48"28 (23"53) nei 100 stile libero per Filippo Magnini (Larus Nuoto), due volte campione del mondo, non proprio soddisfatto. L'obiettivo è scendere sotto i 48". "Ne ho le potenzialità, so di valere molto meno come già dimostrato più volte in staffetta, non capisco perché non riesca ad esprimermi come vorrei nella gara individuale. Ho ricominciato ad allenarmi solo da due mesi, il tempo è buono, però non mi basta più".
Forse nella circostanza il perché è nella prima vasca nuotata in occasione dei suoi migliori 48"11 e 48"12 in 23"19 e in 23"14.
Le altre finali sono scandite dai record, ma senza pass iridati. Nei 200 farfalla Francesco Vespe (Carabinieri/SC Flegreo) consolida l'1'56"37 ottenuto a Civitavecchia il 21 febbraio scorso, limando altri quattro centesimi al record con passaggi da 26"40, 55"68, 1'25"44, 1'56"33. Nei 200 rana primato di Ombretta Plos (Salaria Nuoto) in 2'26"90 (33"50, 1'10"47, 1'48"45), 22 centesimi in meno al precedente che Chiara Boggiatto aveva realizzato proprio ai Primaverili di Riccione il 10 aprile 2005. Nei 50 farfalla Cristina Maccagnola (DDS) ritocca per la decima volta il record: prima firma il 26"70 in batteria, poi il 26"51 in finale che supera il 26"77 di Silvia Di Pietro (11 luglio 2008 ai Mondiali juniores di Monterrey).
Buoni riscontri cronometrici anche per Federico Colbertaldo (Fiamme Azzurre/BV Montebelluna), che vince i 1500 in 14'58"71, Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma), che s'impone in 54"07, a due centesimi dal suo primato italiano, Loris Facci (RN Torino) che chiude i 200 rana in 2'10"58.
 
RECORD, PASS E CLASSIFICHE PER SOCIETA'. I Campionati Assoluti Primaverili di Riccione si chiudono con un record mondiale, un record europeo, 26 record italiani, quattro record di Società e 15 pass per i Mondiali di Roma, in programma allo Stadio del Nuoto del Foro Italico dal 26 luglio al 2 agosto prossimi. Successi del Circolo Canottieri Aniene in ambito maschile con 273,25 punti e dell'Aurelia Nuoto in ambito femminile con 240,50 punti.
   
RECORD DI CATEGORIA (43). Nove record di categoria battuti nell'ultima giornata, per un totale di 43. Silvia Di Pietro (Aurelia Nuoto) prima eguaglia il record cadetti e juniores dei 100 farfalla in 26"77, poi li migliora in finale in 26"71. Doppietta anche di Francesco Donin (Gabbiano) nei 100 stile libero juniores in 49"46 e 49"38. Nei 200 rana Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivarolesi) migliora i record juniores e cadetti in 2'28"16, mentre Luca Pizzini (Carabinieri/Bentegodi) quello cadetti in 2'10"95.
    
TUTTI I RECORD MONDIALI DEL NUOTO ITALIANO (15)
     
Vasca olimpica (7)
      
8 marzo 2009 a Riccione
Federica Pellegrini nei 200 sl in 1'54"47
13 agosto 2008 a Pechino
Federica Pellegrini nei 200 sl in 1'54"82 
    
11 agosto 2008 a Pechino
Federica Pellegrini nei 200 sl 1'55"45
   
24 marzo 2008 a Eindhoven
Federica Pellegrini nei 400 sl in 4'01"53
     
27 marzo 2007 a Melbourne
Federica Pellegrini nei 200 sl 1'56"47
   
9 settembre 1973 a Belgrado
Novella Calligaris negli 800 sl in 8'52"97
   
15 agosto 1989 a Bonn
Giorgio Lamberti nei 200 sl in 1'46"69
    
Vasca corta (8)
     
14 dicembre 2008 a Rijeka
Federica Pellegrini nei 200 sl in 1'51"85
 
12 dicembre 2008 a Rijeka
Alessia Filippi negli 800 sl in 8'04"53
  
11 dicembre 2008*
 a Rijeka
Staffetta 4x50 mista maschile in 1'32"91
Mirco Di Tora 23"95, Alessandro Terrin 25"71, Marco Belotti 22"53, Filippo Magnini 20"72
   
11 dicembre 2008* a Rijeka
Staffetta 4x50 mista maschile in 1'34"01
Mirco Di Tora 24"30, Alessandro Terrin 25"95, Marco Belotti 22"61, Filippo Magnini 21"15
     
28 febbraio 1992 a Palma de Maiorca
Luca Sacchi nei 400 misti in 4'08"77
    
11 febbraio 1990 a Bonn*
Giorgio Lamberti nei 200 sl in 1'43"64 (record europeo diventato tempo limite mondiale FINA il 3 marzo 1991)
    
14 febbraio 1988 a Bonn*
Giorgio Lamberti nei 200 sl in 1'43"95
    
13 febbraio 1988 a Bonn*
Giorgio Lamberti nei 400 sl in 3'41"74
    
* migliore prestazione mondiale
  
consulta tutti i risultati ufficiali


ASSOLUTI PRIMAVERILI - 4/8 marzo
Riccione - Piscina Comunale
Record, pass mondiali, classifiche
Qualificati ai Mondiali (12 atleti, 15 pass)

Alessia Filippi in 800 e 1500 sl, 200 dorso
Roberta Panara nei 50 rana
Paolo Facchinelli nei 50 farfalla
Marco Belotti nei 200 sl
Damiano Lestingi nei 200 dorso
Marco Orsi nei 50 sl
Mirco Di Tora nei 50 dorso
Ilaria Bianchi nei 100 farfalla
Alessandro Terrin nei 50 rana
Federica Pellegrini nei 100 e 200 sl
Francesca Segat nei 200 misti
Luca Marin nei 400 misti

Record mondiali (1)

200 sl F (8/3)
Federica Pellegrini 1'54"47

Record europei (1)

200 sl F (8/3)
Federica Pellegrini 1'54"47

Record italiani assoluti (26)

50 rana F (5/3)
Roberta Panara 31"08
Roberta Panara 31"28 b
Ombretta Plos 31"61 b

50 farfalla (5/3)
Paolo Facchinelli 23"60
Paolo Facchinelli 23"69 b

100 dorso F (5/3)
Elena Gemo 1'00"89

200 sl M (5/3)
Marco Belotti 1'46"33

200 dorso M (5/3)
Damiano Lestingi 1'56"91

50 sl M (6/3)
Marco Orsi 21"82
Federico Bocchia 22"01 b
Marco Orsi 22"03 b

50 rana M (6/3)
Alessandro Terrin 27"39 b dei 100

50 dorso F (6/3)
Elena Gemo 28"63

50 dorso M (6/3)
Mirco Di Tora 24"99

50 rana M (7/3)
Alessandro Terrin 27"38 b
Alessandro Terrin 27"25

100 rana F (7/3)
Martina Carraro 1'08"40
Ombretta Plos 1'08"47 b

100 sl F (7/3)
Federica Pellegrini 53"55

200 misti F (7/3)
Francesca Segat 2'12"20

50 farfalla F (8/3)
Cristina Maccagnola 26"51
Cristina Maccagnola 26"70 b

200 sl F (8/3)
Federica Pellegrini 1'54"47

200 dorso F (8/3)
Alessia Filippi 2'08"44

200 farfalla M (8/3)
Francesco Vespe 1'56"33

200 rana F (8/3)
Ombretta Plos 2'26"90

Record di Società (4)

4x100 mista F (6/3)
CC Aniene 4'05"46
Elena Gemo (1'01"41)
Noemi Di Renzo (1'11"12)
Caterina Giacchetti (59"70)
Federica Pellegrini (53"23)

4x100 mista M (6/3)
CC Aniene 3'36"31
Damiano Lestingi (54"48)
Paolo Bossini (1'01"16)
Lorenzo Benatti (52"15)
Marco Belotti (48"52)

4x100 stile libero F (7/3)
CC Aniene 3'43"63
Gigliola Tecchio (56"78)
Caterina Giacchetti (56"72)
Elena Gemo (56"13)
Federica Pellegrini (54"00)

4x200 sl M (7/3)
CC Aniene 7'15"53
Nicola Cassio (1'49"41)
Damiano Lestingi (1'47"37)
Alex Di Giorgio (1'50"32)
Marco Belotti (1'48"43)

Classifiche per Società

Maschile
1. Circolo Canottieri Aniene 273,25
(194,25 ind. + 79 staf);
2. Carabinieri 223 (153+70);
3. Ispra Swim Planet 125 (91+34);
4. Aurelia Nuoto 84,833 (48,833+36);
5. Fiamme Oro Roma 79 (43+36)

Femminile
1. Aurelia Nuoto 240,50 (178,50+62);
2. CC Aniene 230,75 (149,75+81);
3. Esercito 202 (138+64);
4. Fiamme Azzurre 110 (72+38);
5. Nuoto Livorno 98 (87+11)

Podi quinta e ultima giornata

100 dorso M
1. Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma) 54"07
2. Enrico Catalano (Ispra Swim Planet) 54"71
3. Damiano Lestingi (Aniene) 54"89

200 dorso F
1. Alessia Filippi (Aurelia Nuoto) 2'08"44 RI
2. Roberta Ioppi (Ispra Swim Planet) 2'13"25
3. Valentina Lucconi (Vela Nuoto Ancona) 2'13"85

200 farfalla M
1. Francesco Vespe (Carabinieri) 1'56"33 RI
2. Niccolò Beni (Esercito/Fiorentina Nuoto) 1'56"63
3. Niccolò Florenzano (RN Florentia) 1'57"69

200 rana F
1. Ombretta Plos (Salaria Nuoto) 2'26"90 RI
2. Chiara Boggiatto (Nuoto Livorno) 2'27"67
3. Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivarolesi)
2'28"16 RI J C

200 rana M
1. Loris Facci (RN Torino) 2'10"58
2. Luca Pizzini (Carabinieri/Bentegodi) 2'10"95 RI C
3. Michele Vancini (Carabinieri/Delfino 93) 2'12"08

200 sl F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 1'54"47 RM RE RI
2. Flavia Zoccari (Esercito/Aurelia) 2'00"44
3. Silvia Florio (Esercito) 2'01"08

1500 sl M
1. Federico Colbertaldo (Fiamme Azzurre/
Montebelluna) 14'58"71
2. Samuel Pizzetti (Carabinieri) 15'06"51
3. Valerio Cleri (Esercito/Aniene) 15'20"59

50 farfalla F
1. Cristina Maccagnola (DDS) 26"51 RI
2. Silvia Di Pietro (Aurelia) 26"71 RI J C
3. Elena Gemo (CC Aniene) 26"92

100 sl M
1. Filippo Magnini (Larus) 48"28
2. Alessandro Calvi (Carabinieri/DDS) 48"87
3. Christian Galenda (Fiamme Gialle/Aniene) 48"90
7. Francesco Donin (Gabbiano) 49"38 RI J