Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Pescara<br>Di Pietro cala il tris

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/beac10fae897ae69dec17aa52104e599.jpg

La romana dell'Aurelia migliora tre volte il record dei 50 farfalla e vince in 26.10. Primati italiani anche di Scarcella nei 100 rana e Nalesso nei 100 farfalla

PESCARA
La giornata dei record! Oggi nella piscina Le Naiadi ne sono stati battuti venti, tra assoluti (6), di categoria (12) e di società (2). A livello individuale i protagonisti sono stati quattro: Silvia Di Pietro (Aurelia Nuoto) nei 50 farfalla, Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivarolesi) e Roberta Panara (DDS) nei 100  rana e Mattia Nalesso (Carabinieri) nei 100 farfalla. 
Silvia Di Pietro è stata protagonista fin dal mattino. Sempre la più veloce. Primato italiano in batteria (26.25), poi in semifinale (26.23) e quindi nella finale dei 50 farfalla dove ha vinto con 26.10, record assoluto, juniores e cadette e al di sotto del tempo limite richiesto per la partecipazione ai Mondiali di Roma '09 (26.33) e sesta prestazione europea stagionale. Tre gare e tre record in un giorno. "Se ne devo scegliere uno, scelgo il primo - spiega - perché in batteria proprio non me l'aspettavo. Ieri ho sentito molto la pressione nei 100 stile libero perché ci tenevo a entrare per la prima volta in finale agli assoluti. Oggi mi sono rifatta nei 50 farfalla. Sono orgogliosa di partecipare ai Mondiali, io romana al Foro Italico di Roma". Silvia Di Pietro è nata a Roma sedici anni fa, nel quartiere Ludovisi. "Questa è stata una stagione particolare - continua - dove ho cambiato anche scuola per aumentare gli allenamenti". Svolge otto sedute a settimana. A scuola è tra le migliori della sua classe.   
Ilaria Scarcella, 15 anni, la numero uno dei Nuotatori Rivarolesi, società genovese (di Rivarolo) dove ha iniziato a nuotare anche Paola Cavallino, è l'altra star della seconda giornata degli Assoluti di Pescara. Con il miglior tempo delle semifinali ha stabilito il record italiano assoluto, juniores e cadette dei 100 rana con 1.06.99 (ai 50 metri 32.03) nuotando anche al di sotto del tempo limite indicato per la qualificazione ai Mondiali (1.08.27) e ha timbrato la quarta prestazione mondiale stagionale e la seconda europea all time. Scarcella ha migliorato il record appena stabilito da Roberta Panara (DDS) nella prima semifinale con 1.08.01 (ai 50 metri 32.14). Domani c'è la finale, dove si rimetterà in goco, ma intanto si gode il momento di gloria. "Oggi è il compleanno del mio fidanzato Luca, nuotatore anche lui - dice - e questo record lo dedico a lui ma anche al mio allenatore Cristiano Novelli, i miei genitori e tutti i miei amici". Frequenta il secondo anno del liceo scientifico Lanfranconi di Genova. Si allena due ore al giorno con due sedute doppie a settimana. Ha iniziato con l'agonismo a 7 anni e la sua specialità sono i 200 rana. "La gara l'ho preparata bene, pensavo di migliorarmi ma non credevo fino a questo punto", aggiunge. Il suo primato personale era di 1.08.43. 
Giornata molto importante anche per Mattia Nalesso (Carabinieri) che si è ripreso titolo e record italiano assoluto dei 100 farfalla vincendo la finale in 52.49 (ai 50 metri 24.67) e migliorando il precedente che apparteneva a Lorenzo Benatti (52.66 del 3 aprile 2009 a Riccione) che oggi ha chiuso al secondo posto con 52.59. "Sono stanco e soddisfatto - ha detto all'arrivo - perché mi sono ripreso il titolo italiano. Sono molto più contento di ieri quando comunque mi ero già migliorato". 
In chiusura i due record per società del Circolo Canottieri Aniene che ha vinto la 4x200 stile libero femminile in 8.03.52 (Migliori 2.02.59, Giaccheti 2.02.06, Borghetti 2.01.03, Pellegrini 1.57.84) e la 4x100 stile libero maschile con 3.18.07 (Cassio 49.96, Belotti 49.76, Benatti 49.26, Lestingi 49.09). I record precedenti appartenevano rispettivamente alla stessa Aniene con 8.06.90 e ai Carabinieri con 3.18.45.    
         
RECORD DI CATEGORIA (12). Quattro record di categoria al mattino e otto al pomeriggio per un totale di dodici nella giornata di oggi, venti durante gli assoluti. La protagonista è ancora Silvia Di Pietro (Aurelia Nuoto), che con 26.25 in batteria, 26.23 in semifinale e 26.10 in finale timbra sei primati giovanili, tre juniores e tre cadetti. Doppietta anche per Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivaloresi), che con l'1.06.99 stabilisce record juniores e cadetti dei 100 rana, e Stefano Mauro Pizzamiglio (Malaspina SC), che con 53.20 ottiene i record juniores e cadetti dei 100 farfalla. Primato cadetti per Mattia Pesce (Forum SC) che fa segnare il primo tempo delle semifinali 100 rana in 1.00.65. Record juniores nei 400 misti per Stefania Pirozzi (CC Napoli), quarta in 4.46.72.
 
Vai ai risultati completi





Cicerchia, Larosa
Nostri Inviati