Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Pescara<br>Scarcella boom!

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/a7673b69307200ecfcce69d9343c8943.jpg

Vince la finale dei 100 rana con il record di 1.06.86 migliorando se stessa 24 ore dopo. Pellegrini e Pizzetti si impongono nei 400 sl. Altri 6 primati di categoria

PESCARA
Alle Naiadi è nata una stella! Un'altra del gruppo delle ragazze rampanti del '93 (come Silvia Di Pietro). Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivarolesi) ha vinto la finale dei 100 rana con il record assoluto, cadette e juniores di 1.06.86 migliorando il suo precedente di ieri in semifinale con 1.06.99. Dopo l'exploit della semifinale, è arrivata la conferma di oggi. La 15enne di Rivarolo ora può sognare i Mondiali (il tempo richiesto per la qualificazione è 1.08.27). Il suo tempo rappresenta il secondo crono europeo di sempre, ad un secondo dal record della russa Yulia Efimova (1.05.80).
Il costume color bronzo. Un timido sorriso. La gioia le si legge negli occhi. "Sono felice - dice - perché mi sono migliorata nuovamente e perché il solo pensiero dei Mondiali di Roma mi mette i brividi. Anche oggi non credevo di fare un tempo così. Ieri ho festeggiato con la mia famiglia, papà Francesco e mamma Anna, che sono qui a sostenermi". Non ricorda il tempo del passaggio ai 50 metri. Quando le comunicano 31.94 (un decimo meglio di ieri, 32.03) fa un altro sorriso. "Mi sembra un buon passaggio. In acqua le sensazioni erano giuste". La seconda vasca l'ha nuotata quattro centesimi meglio di ieri: 34.92 contro 34.96. Dietro di lei si sono classificate Giulia Fabbri (Fiamme Azzurre) con 1.08.52 e Ombretta Plos (Salaria Nuoto) con 1.08.53.     
Federica Pellegrini (Circolo Canottieri Aniene) si è ripresa il titolo italiano dei 400 stile libero che ai primaverili di Riccione era stato vinto da Alessia Filippi (4.07.15; passaggi 1.00.19, 2.02.21, 3.04.70). Oggi ha vinto la finale con 4.06.30 (passaggi 59.54, 2.02.11, 3.04.55) avvicinandosi al limite indicato per la qualificazione ai Mondiali di Roma '09, fissato in 4.05.91. Lei, che è già qualificata nei 100 e 200 stile libero ma che voleva ritrovarsi anche nelle otto vasche dei 400.  
La t-shirt "I love AQ" sopra il costume. Il sorriso di chi sa di aver vinto molto più che una gara. "Era importante fare i 400 stile libero - spiega la campionessa olimpica - e superare le paure che avevo. Già questa mattina in batteria avevo preso sicurezza e oggi pomeriggio ero più tranquilla. Avevo chiesto a Roberta Ioppi di starmi vicino durante la gara. Abbiamo svolto un grande lavoro anche con il mio psicologo". E' soddisfatta anche del riscontro cronometrico. "E' il tempo che ci aspettavamo per questo periodo dell'anno - aggiunge - nel quale mi sto allenando molto".  
Mentre Federica Pellegrini si concedeva ai fotografi, Samuel Pizzetti (Carabineiri) vinceva la finale dei 400 stile libero maschili con 3.47.14 davanti a Rosolino con 3.47.57 e Sciocchetti con 3.48.51. Dopo il titolo italiano degli 800 martedì, Pizzetti oggi ha concesso il bis nei 400. Anche lui sorride a 32 denti. "Toccare davanti a tutti questi signori del nuoto è una grande soddisfazione - dice - e un grandissimo onore. Rosolino e Brembilla sono i signori del nuoto. Sono cresciuto guardandoli alla tv e adesso sono uno di loro. Per me è uno stimolo immenso".
      
RECORD DI CATEGORIA (6). Uno al mattino e cinque al pomeriggio, per un totale di ventisei nel computo dei campionati. Nelle batterie Fabio Gimondi (Malaspina SC) ha migliorato il primato juniores dei 50 stile libero con 22.34, primo tempo. Nella sessione pomeridiana subito record cadetti per Damiano Lestingi (CC Aniene) che si è qualificato alla finale dei 100 dorso di domani con il miglior tempo di 54.13. Nella finale dei 100 rana, doppio primato, juniores e cadetti, per la campionessa e primatista italiana Ilaria Scarcella (Nuotatori Rivaloresi) con 1.06.86. Due record anche nei 100 rana maschili: Luca Pizzini (Carabinieri) vince in 1.00.65 eguagliando il primato cadetti stabilito ieri da Mattia Pesce, Andrea Toniato (Plain Team Veneto) è arrivato quinto col primato juniores di 1.01.33.
 
Vai ai risultati completi




Cicerchia, Larosa
Nostri inviati