Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Giochi del Mediteraneo<br>Italia d'oro e d'argento

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/729ff3e2ed8147d39856a228854e1717.jpg

La 4x200 sl maschile vince in 7.09.44 davanti alla Francia. Magnini secondo nei 100 sl dietro a Bernard. Argenti anche di Boggiatto, Giorgetti, Segat e Marin. Bronzo di Dioli

PESCARA
La prima medaglia d'oro maschile dell'Italia ai XVI Giochi del Mediterraneo è della staffetta 4x200 stile libero che stasera, nella piscina Le Naiadi, ha vinto la finale con 7.09.44 stabilendo il record dei Giochi che ha migliorato il precedente di 7.17.08 che gli azzurri avevano fissato questa mattina in batteria. Anche oggi suona l'Inno Nazionale. Emiliano Brembilla (1.47.90), Marco Belotti (1.47.05), Gianluca Maglia (1.46.41) e Filippo Magnini (1.48.08) hanno preceduto la Francia di Stravius (1.47.30), Trannoy (1.48.47), Bodet (1.48.88) e Strohmeyer (1.48.92) che ha azzurri moschettieri sono sorridenti e soddisfatti.
Comincia Brembilla. "Abbiamo testato quella che potrebbe essere una potenziale staffetta a Roma e i risultati suono buoni. La 4x200 ha un grande potenziale e i tempi di oggi ci fanno ben sperare". Poi è la volta di Belotti. "E' bello fare parte di questa staffetta. Dopo il quarto posto di Pechino c'è grande voglia di salire sul podio a Roma". La parola passa a Maglia. "Ho dato tutto e ho fatto un'ottima frazione che in questo periodo va benissimo. E' un onore per me gareggiare con campioni come Pippo, Emiliano e Max". Conclude Magnini. "Sono soddisfatto sia del tempo della staffetta che della mia frazione. Dopo i 100 non mi sono sciolto e poi eravamo così avanti che non c'è stata gara. Questa staffetta può arrivare lontano".
Ma è quella di oggi è stata soprattutto la giornata della sfida Magnini-Bernard sui 100 stile libero. L'attenzione era alta già in batteria: secondo tempo per il francese campione olimpico con 49.43 e quinto tempo per l'italiano bicampione del mondo con 50.04. Il miglior tempo era dell'algerino Kebbab con 49.05. Il finale sul podio ci sono andati loro tre. Ha vinto l'oro Alain Bernard in 47.83 (passaggio ai 50 metri di 23.05) e con il record dei Giochi, ha conquistato l'argento Filippo Magnini in 48.27 (passaggio ai 50 metri di 23.65), ha ottentuo il bronzo Nabil Kebbab con 48.89. "Devo mettere a posto un po' di cose ma sono contento. Non mi aspettavo questo tempo, pensavo a un 48 alto. Le sensazioni in acqua erano buone. Il passaggio ai cinquanta metri è soddisfacente condiderando il periodo. Adesso ho tre settimane di tempo per migliorare la condizione. L'obiettivo è quello di passare sui 23 netti e abassare un'altro secondo". Sulla sfida con Bernard dice. "La sfida è sempre viva ma in realtà inizia a Roma. Ora siamo qui per partecipare ai Giochi del Mediterraneo e provare le gare per i Mondiali. Alla fine gli ho fatto i complimenti. E' giusto così. Lo sport è questo". Dopo la premiazione Alain Bernard si presenta col sorriso stampato sulle labbra. "Si, accetterò di fare la sfida con il costumino". Sulla gara dice. "E' importantissimo battere Magnini, riuscirci è sempre molto difficile. E' grande campione e averlo batuto in una manifestazione internazionale come questa, e prima del Mondiale, mi da fiducia".
Medaglie d'argento e soddisfazioni anche per Francesca Segat e Luca Marin nei 400 misti. Segat con 4.42.27 e Marin con 4.13.58. La prima a finire è Francesca Segat. "Sono un po' stanca. Sono calata un pochino nella rana che è il mio punto debole ma questo è un periodo di transizione per verificare lo stato di forma. Ora inizia la fase dello scarico. La gara è andata abbastanza bene e del tempo sono soddisfata. Ho nuotato un secondo di più che agli assoluti ma è fisiologico. In acqua mi sentivo bene". Dopo di lei è la volta di Luca Marin. "Il tempo era quello che avevamo pensato di dover fare in vista dei Mondiali. Non ho mai fato un tempo del genere prima di una manifestazione importante come i Mondiali. Sto lavorando bene e ho un altro mese per continuare ad allenarmi perchè avrò la gara il 2 agosto. Parlerò con Castagnetti e analizzeremo pregi e difetti della gara di oggi". E pesando ancora al Mondiale di Roma aggiunge. "Visto che non ci sarà Phelps si potrà lottare per tutti i gradini del podio". 
Sono d'argento anche Chiara Boggiatto e Edoardo Giorgetti nei 200 rana, rispettivamente con 2.26.84 e 2.10.11. Parla prima la Boggiatto. "Un po' mi aspettavo questa medaglia anche se rimane il rammarico per non aver messo la mano davanti per un soffio. A Roma cercheremo tutti di fare il massimo". Poi Giorgetti. "Sono molto contento, è stata una gara bellissima e mi sono divertito. Peccato non aver battuto lo spagnolo, ma sono ancora un po' carico di lavoro". 
La medaglia di bronzo di Luca Aneglo Dioli nei 400 misti con 4.15.13 ha completato il bottino azzurro della terza giornata. "Il podio è una bella soddisfazione, il tempo, invece, non mi soddisfa del tutto, anche se in questo periodo va bene così. Ho forzato fin dall'inizio perché sapevo che era l'unico modo per conquistare una medaglia. Fino ad adesso è stata un'ottima stagione per me e ho fatto cose che non mi aspettavo".

XVI GIOCHI DEL MEDITERRANEO PESCARA '09
Nuoto, 27 giugno-1 luglio
Risultati delle finali e iscrizioni gara
Sabato 27 giugno - Finali

50 dorso F
1. Elena Gemo 28.60 R.I.
5. Laura Letrari 29.00
50 dorso M
4. Mirco Di Tora 25.48
6. Sebastiano Ranfagni 25.91
100 rana F
1. Roberta Panara 1.08.47
3. Giulia Fabbri 1.09.14
100 rana M
3. Luca Pizzini 1.01.26
200 misti F
4. Francesca Aceto 2.15.78
Non partita Francesca Segat
200 misti M
3. Alessio Boggiatto 2.01.13
4. Luca Angelo Dioli 2.02.10
400 sl F
1. Federica Pellegrini 4.00.41 R.M.
7. Giulia Bolgiani 4.16.82
400 sl M
2. Samuel Pizzetti 3.48.37
5. Massimiliano Rosolino 3.52.29
4x100 sl F
1. Italia 3.40.63
Erica Burato 56.41
Laura Letrari 55.17
Giorgia Mancin 56.2
Federica Pellegrini 53.03

Domenica 28 giugno - Finali

50 sl M
3. Federico Bocchia 22.05
4. Marco Orsi 22.10
50 sl F
2. Gigliola Tecchio 25.56
2. Cristina Chiuso 25.56
200 dorso M
2. Sebastiano Ranfagni 1.58.59
3. Damiano Lestingi 1.59.96
200 dorso F
1. Alessia Filippi 2.08.03 R.I.
4. Valentina Lucconi 2.13.74
100 frafalla M
5. Mattia Nalesso 53.03
100 farfalla F
1. Francesca Segat 59.13
4. Ilaria Bianchi 59.88
4x100 sl M
2. Italia 3.13.78
Calvi 49.44
Orsi 48.00
Maglia 48.71
Galenda 47.63

Lunedì 29 giugno - Finali

100 sl F
5. Erica Buratto 56.04
7. Alice Carpanese 56.48
100 sl M
2. Filippo Magnini 48.27
4. Christian Galenda 48.96
200 rana F
2. Chiara Boggiatto 2.26.84
7. Ombretta Plos 2.31.53
200 rana M
2. Edoardo Giorgetti 2.10.11
4. Loris Facci 2.13.35
400 misti F
2. Francesca Segat 4.27.27
4. Francesca Aceto 4.47.17
400 misti M
2. Luca Marin 4.13.58
3. Luca Angelo Dioli 4.15.13
4x200 sl M
1 Italia 7.09.44
Brembilla 1.47.90
Belotti 1.47.05
Maglia 1.46.41
Magnini 1.48.08

Martedì 30 giugno - Batterie
M 200stile libero Belotti Maglia
F 200stile libero Zoccari Carpanese
M 50farfalla Facchinelli Nalesso
F 50farfalla Maccagnola Mazzoni
M 100 dorso Di Tora Catalano
F 100 dorso Gemo De Nardi
M 1500 stile libero Pizzetti Colbertaldo
F 4x200 stile libero

Mercoledì 1 luglio - Batterie
F 50 rana Panara Donadon
M 50 rana Terrin Residori
F 200 farfalla Giacchetti Cavallino
M 200 farfalla Vespe Beni
F 4x100 mista
M 4x100 mista

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato