Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Debrecen Barbieri, bis d'argento

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/fb4063c3834defd1485ee25d59668c8f.jpg

Dopo il secondo posto nei 100 si ripete nei 50 dorso. Chiude in 28"31, a quattro centesimi dal record italiano col gommato della Gemo. "Fino adesso è stato tutto bellissimo e non mi monto la testa"

DEBRECEN (HUN)
Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91) va oltre il sogno. Dopo la qualificazione alle Olimpiadi nei 100, il record italiano e l'argento ai campionati europei, arriva il bis nei 50 in 28"31, un centesimo più del suo record personale (25 maggio in semifinale) e vicina al record italiano assoluto di 28”27 che appartiene a Elena Gemo dal 29 luglo 2009 ai Mondiali di Roma. Secondo posto exaequo con la croata Sania Jovanovic. Davanti la spagnola Mercedes Peris Minguet che ha vinto con 28"25. La medaglia di bronzo, come da regolamento in questi casi, non è stata assegnata. 
Arianna Barbieri si dice soddisfatta. "Speravo di fare meglio ma va bene. Sono concentrata, nuoto e mi alleno con umiltà, senza montarmi la testa e cominciare a volare con la fantasia. Fino adesso è stato tutto bellissimo: l'argento giovedì nei 100 dorso, il record italiano e la qualificazione olimpica; un'altra medaglia d'argento oggi e un'altra volta grandi emozioni. Mi sarebbe piaciuto l'oro, ovvio vero? Eravamo tutte lì. Per ora mi accontento del secondo posto". Sorride a aggiunge che "è bello esser riconosciuta dalle altre avversarie, prima ero sconosciuta".
Allenata da Fabrizio Bastelli, insieme a Mirco Di Tora e Ilaria Bianchi, rappresenta il nuovo ciclo che avanza.
Quinta Carlotta Zofkova (Imolanuoto) con 28"72, stesso tempo delle batterie, ma aveva nuotato meglio in semifinale, 28"65, stabilendo il primato personale. Carlotta Zofkova è severa con se stessa. "Ho peggiorato rispetto a venerdi. Mi sento ancora fiacca, però voglio dare tutto in staffetta mista domenica. Cercherò di riposarmi e spero di fare bene".




F. Passariello e M. Cicerchia
Nostri inviati