Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti invernali. Report 1^ sessione

Nuoto
images/joomlart/article/a0a9c0c48c2c63f05ffda6eebbf8911d.jpg

L'onda lunga dei campionati europei di nuoto in vasca corta porta i titoli di Gabriele Detti nei 400 stile libero, Piero Codia nei 50 farfalla, Andrea Toniato nei 50 rana, Lisa Fissneider nei 100 rana, Federico Turrini nei 400 misti, Elena Gemo nei 50 dorso ed Alice Mizzau nei 200 stile libero. Ilaria Bianchi abbandona i malumori danesi e si prende i 100 farfalla col quinto tempo mai nuotato in Italia. Record italiano di società delle Fiamme Gialle nella 4x100 mista femminile in 4'04"90; al secondo posto il CC Aniene trascinato dalla frazione di chiusura in 53"78 di Federica Pellegrini, tra le migliori di sempre e nel pomeriggio in vasca per i 200 dorso. A un centesimo dal record di società le Fiamme Oro che vincono la 4x100 stile libero in 3'16"89.


La prima sessione dei campionati italiani assoluti invernali open in vasca lunga si apre col successo di Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'51"25, avanti ad Alex Di Giorgio (3'53"48) e Gregorio Paltrinieri (3'53"62), ancora in difficoltà. "Non era facile gestire una gara in vasca lunga dopo aver finalizzato il lavoro per i campionati europei in vasca corta - asserisce Detti, bronzo nei 1500 col primato personale di 14'36"43 ad Herning - Ci sono riuscito e ho confermato, malgrado la stanchezza, un buono stato di base da cui cominciare a preparare ed avvicinare i campionati europei di Berlino".
 
L'importanza di abbattere certi muri lo dimostrano Piero Codia, Elena Gemo e Alice Mizzau, rispettivamente unici atleti sotto ai 24 secondi nei 50 farfalla, ai 29 secondi nei 50 dorso e ai 2 minuti nei 200 stile libero per la conquista del titolo italiano. Codia conquista il primo tricolore in vasca corta della carriera in 23"78 ma è secondo all'ucraino Andrey Govorov (ADN Swim Project - 23"20). "Un altro passo avanti dopo il record italiano in vasca corta", racconta il delfinista che non si è qualificato alla finale continentale malgrado il 23"15 da primato maturato dopo i primati personali già segnati nei due turni precedenti in 23"37 e 23"26.  Mizzau vince in 1'59"65 anche se non è contenta "della gestione della gara, troppo lenta nella prima parte". "Ho chiuso più forte del solito, ma con una gestione più bilanciata avrei ottenuto un tempo migliore", conclude l'azzurra che conquista il primo titolo in vasca corta. Gemo s'impone in 28"96 in pieno clima natalizio. "Ancora pochi giorni e poi ci godremo le vacanze. Auguro a tutti buone feste. Intanto mi prendo questo titolo", il quarantunesimo, nonché settimo nei 50 dorso indoor.   
 
Molto veloci i 50 rana che già fissano dei riscontri cronometrici probanti in attesa del rientro di Fabio Scozzoli, avviato al completo recupero. Vince Andrea Toniato, al primo titolo italiano in 27"57 con cinque centesimi di vantaggio su Mattia Pesce. "Sapevo che potevo far meglio in vasca lunga piuttosto che in corta"; racconta il 20enne padovano che ai campionati europei indoor ha portato il personale sul 26"83. "Sono soddisfatto e fiducioso per i 100 di venerdì".
     
Conferme su conferme per Lisa Fissneider, che vince i 100 rana in 1'07"75 nuotando a 4 centesimi dal primato personale dell'oro ai campionati mondiali juniores di Lima 2011 che resta la migliore prestazione italiana in tessuto. Alle sue spalle si registra il gran balzo in avanti della 16enne Arianna Castiglioni, che entra nella top ten italiana portando il personale dall' 1'09"46 all' 1'08"57. "Sono arriva molto stanca - racconta la 19enne bolzanina che ai campionati europei indoor ha stabilito cinque record italiani fino al 30"39 nei 50 e 1'05"28 nei 100 e ha portato il personale nei 200 in 2'21"18 - Era importante vincere e confermarmi in vasca lunga".
 
Nuota in scioltezza Federico Turrini - bronzo nei 400 misti ai campionati europei di Herning - che si conferma campione d'Italia in 4'17"30, seguito da Giorgio Gaetani col personale di 4'21"60 e un netto progresso. "Ho cercato di disputare una gara controllata nei primi 100 (58"69, ndr) e poi andare in progressione, ma aver finalizzato la preparazione con lavori specifici per la vasca corta non mi ha aiutato. Sono orgoglioso di aver conquistato il ventesimo titolo della carriera".


Quinto tempo mai nuotato, quarto in tessuto, per Ilaria Bianchi che vince i 100 farfalla in 58"14 (frazioni di 27"31 e 30"83)  e lascia più di un rammarico per le controprestazioni registrate ai campionati europei. Tempo di livello internazionale che lascia a un secondo e 43 centesimi Elena Di Liddo, seconda. La 23enne di Castel San Pietro punta con decisione la vasca lunga ancora avara di soddisfazioni (5^ alle Olimpiadi, 6^ ai Mondiali) se paragonata ai titoli mondiali ed europei conquistati in corta nel 2012. "In realtà non mi sentivo bene in riscaldamento - racconta la delfinista - Spezzando il ritmo ogni 25 metri non sono riuscita a rendere incisiva la mia spinta e probabilmente ho pagato anche un approccio poco empatico. Ho sprecato l'occasione e sono tornata arrabbiata. Ora mi sento un più sollevata".
 
Staffette da record in chiusura di sessione. Le Fiamme Gialle battono il CC Aniene nella 4x100 mista femminile e gli strappano il primato di società portandolo dal 4'05"46 gommato del 6 marzo 2009 (Gemo, Di Renzo, Giacchetti, Pellegrini) al 4'04"90 con le frazioni di Arianna Barbieri (1'02"26), Lisa Fissneider (1'08"23), Alessia Polieri (59"84) e Alice Mizzau (54"57). L'Aniene si piazza al secondo posto in 4'05"57 con la chiusura di Federica Pellegrini in 53"78, tra le migliori di sempre.
Le Fiamme Oro vincono la 4x100 stile libero in 3'16"89 con l'apertura da primato personale di Stefano Mauro Pizzamiglio in 49"66 (prec. 50"11) e le frazioni di Luca Leonardi (49"04), Lucio Spadaro (50"08) e Marco Orsi (48"11), che nuoterà solo staffette per problemi muscolari di ritorno da Herning dove ha conquistato ben cinque medaglie.


Seguono i podi dei campionati italiani assoluti invernali in vasca corta, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione ed in diretta su Rai Sport 2.
 
400 sl M
Gabriele Detti (Esercito / Team Lombardia) 3'51"25
Alex Di Giorgio (CC Aniene) 3'53"48
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) 3'53"62
 
50 dorso F
Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 28"96
2. Carlotta Zofkova (Forestale / Imolanuoto) 29"16
2. Arianna Barbieri (Fiamme Gialle / Azzurra 91) 29"16
 
50 farfalla M
1. Andrey Govorov (ADN Swim Project) 23"20
2. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 23"78
3. Matteo Rivolta (Team Insubrika) 24"08
4. Paolo Facchinelli (Azzurra 91) 24"17


200 sl F
1. Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto) 1'59"65
2. Martina De Memme (Esercito / Nuoto Livorno) 2'00"43
3. Coralie Balmy (CN Antibes) 2'00"76
4. Diletta Carli (Fiamme Oro Roma / Tirrenica) 2'01"02
 
50 rana M
1. Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto) 27"57
2. Mattia Pesce (Fiamme Oro Roma / Forum Sport Center) 27"62
3. Francesco Di Lecce (RN Torino) 27"75
 
100 rana M
1. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 1'07"75
2. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 1'08"57 pp (prec. 1'09"46)
3. Giulia De Ascentis (CC Aniene) 1'08"69
 
400 misti M
1. Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) 4'17"30
2. Giorgio Gaetani (Larus Nuoto) 4'21"60 pp (prec. 4'27"44)
3. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 4'23"26
 
100 farfalla F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 58"14
2. Elena Di Liddo (CC Aniene) 59"57
3. Claudia Tarzia (Genova Nuoto) 59"99
 
4x100 sl M
1. Fiamme Oro 3'16"89
Pizzamiglio 49"66 pp (prec. 50"11), Leonardi 49"04, Spadaro 50"08, Orsi 48"11
2. Team Lombardia MGM 3'19"15
Rolla 51"09, Schirru 49"31, Di Fabio 49"96, Magnini 48"79
3. CC Aniene 3'20"96
Benatti 50"65, Belotti 49"32, Lestingi 50"47, Di Giorgio 50"52
 
4x100 mista F
1. Fiamme Gialle 4'04"90 RI di società
Barbieri 1'02"26, Fissneider 1'08"23, Polieri 59"84 e Mizzau 54"57
2. CC Aniene 4'05"57
Sorriso 1'03"84, De Ascentis 1'08"80, Di Liddo 59"15, Pellegrini 53"78
3. Team Lombardia MGM 4'12"98
Cartapani 1'03"13, Valentini 1'11"28, Albenzi 1'01"19, Crocione 57"38


consulta i risultati ufficiali


foto di Andrea Staccioli / insidefoto - deepubluemedia.eu