Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti invernali. Report 3^ sessione

Nuoto
images/joomlart/article/40c46e3bbebd68bcbefd3e965aae21d7.jpg

Aurora Ponselè, Silvia Di Pietro, Lisa Fissneider e Andrea Toniato raddoppiano. Niccolò Bonacchi precede Stefano Mauro Pizzamiglio nei 50 dorso, Marco Belotti si riprende i 200 stile libero dopo quattro anni, Stefania Pirozzi e Matteo Rivolta difendono il titolo dei 400 misti e 100 farfalla. Chiusura della terza sessione dei campionati italiani assoluti invernali open, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione in vasca lunga, coi successi nella 4x100 stile libero femminile del CC Aniene in 3'44"21 - con la frazione lanciata più veloce della carriera di Federica Pellegrini in 53"69 - e nella 4x100 mista maschile delle Fiamme Oro in 3'39"96.
   
Bis di Aurora Ponselè che dopo gli 800 stile libero conquista anche il titolo nei 400 col primato personale di 4'09"68 entrando nella top ten italiana. Per la fondista - arrivata ai campionati italiani dopo tre settimane di collegiale al centro federale di Ostia con la Nazionale di nuoto in acque libere e pesanti carichi di lavoro - è l'ennesima prova di una versatilità che sta maturando. "Ne sono contenta - afferma - I titoli italiani sono una gran soddisfazione, ma ancora di più aver migliorato i personali in questo momento della stagione".
 
Continua il duello a colpi di primati personali tra Niccolò Bonacchi e Stefano Mauro Pizzamiglio sulla sia dei campionati europei in vasca corta. I 50 dorso se li prende Bonacchi in 25"38, con un vantaggio di cinque centesimi. "Nuotare con Stefano è stimolante e sicuramente aiuta entrambi ad andare oltre certi limiti".
   
Dopo il titolo nei 50 stile libero con un interlocutorio 25"72, Silvia Di Pietro raddoppia nella farfalla in 26"55, un tempo più probante che si avvicina al personale con costume in tessuto di 26"28. "Dopo le sensazioni negative di giovedì non mi aspettavo un tempo così - dichiara la sprinter - Ho eseguito un buon tuffo con subacquea e mi sono avvicinata al personale".
 
I 200 stile libero tornano da Marco Belotti dopo quattro anni di cambiamenti alla ricerca del salto di qualità, passando per Nizza e gli allenamenti con Yannick Agnell e Fabrice Pellerin e tornando a Roma dove ora è guidato da Massimo Meloni. Arriva un promettente 1'48"72. "Un buon tempo per iniziare la stagione - evidenzia - Sono felice delle scelte compiute negli ultimi mesi e delle esperienze acquisite".
 
Conferme su conferme per Lisa Fissneider, che avvicina il personale di cinque centesimi e bissa il titolo dei 100 nei 50 rana in 31"26. Giovedì già aveva sfiorato di quattro centesimi il personale dei 100 in 1'07"75 e tutto ciò a pochi giorni dai cinque record italiani fino al 30"39 nei 50 e 1'05"28 nei 100 e al personale nei 200 in 2'21"18 stabiliti ai campionati europei in vasca corta. "Stanca ma felice. Questi tempi sono una bella abitudine". Dichiara la 19enne bolzanina che precede una buonissima Arianna Castiglioni, a dieci centesimi dal personale e seconda come nei 100.
 
Aspettando il rientro di Fabio Scozzoli, anche i 100 rana sono di Andrea Toniato, che però vince con un tempo interlocutorio come 1'01"45. "Non bene come nei 50 - spiega serenamente - Ho visto rientrare gli avversari agli ultimi quindici metri e mi sono scomposto per forzare l'arrivo. Strappando però ho perso qualcosa, ma sono riuscito a mettere la mano davanti e sono contento".
 
Smaltita la febbre, Stefania Pirozzi domina i 400 misti creando il vuoto già a metà gara e chiudendo in abbrivio sul 4'46"28. L'azzurra, new entry al centro federale di Ostia, difende il titolo anche se non si sentiva in "buone condizioni". "Questa mattina - continua - mi sentivo fiacca ma ho voluto comunque mettermi in gioco. Non pensavo di riuscire a vincere e così sono partita cattiva. Sono riuscita ad acquisire un buon vantaggio e a gestirlo nel finale. Il tempo non è nulla di particolare ma sono contenta di aver difeso il titolo".
 
Vince con personalità anche Matteo Rivolta, che difende il titolo dei 100 farfalla con il tempo di 52"64, comunque lontano dal record italiano di 51"70 dell'aprile scorso, poi migliorato sino al 51"64 ai campionati mondiali di Barcellona. "Purtroppo l'influenza che mi ha colpito alla vigilia dei campionati europei mi ha debilitato e condizionato - spiega il delfinista - I record italiani migliorati in sequenza a novembre e il lavoro svolto saranno comunque una buona base da cui ripartire per preparare la stagione in vasca lunga".
 
In coda alla sessione il Circolo Canottieri Aniene vince la staffetta 4x100 stile libero femminile in 3'44"21 con le frazioni di Lucrezia Raco (57"17), Rachele Ceracchi (56"15), Miriana Durante (57"20) e Federica Pellegrini che nuota la frazione più veloce della sua carriera in 53"69, dopo il 53"78 della 4x100 mista. "Siamo molto felici perché finalmente siamo riuscite a vincere una staffetta che non ci vedeva protagoniste da tempo - racconta Pellegrini, che terminerà la stagione coi preliminari di Coppa Brema dove nuoterà anchei 200 farfalla - E' stato un bellissimo anno, sorprendente per certi aspetti con l'argento mondiale nei 200 stile libero e i tempi nel dorso che non avrei mai immaginato con poco allenamento. A settembre abbiamo ripreso a lavorare con maggiore intensità e subito sono arrivati i record nei 200 dorso e nei 100 stile libero e l'oro nei 200 e il bronzo nei 400 stile libero ai campionati europei in vasca corta. Si conclude un anno magnifico sperando che i prossimi lo siano altrettanto anche se è molto difficile". Alle Fiamme Oro la stafetta 4x100 mista maschile con il tempo di 3'39"96 e le frazioni di Mirco Di Tora (55"27), Mattia Pesce (1'02"45), Stefano Mauro Pizzamiglio (53"73) e Marco Orsi (48"51).


Podi della terza sessione
 
400 sl F
1. Aurora Ponselè (CC Aniene) 4'09"68 pp (prec. 4'12"32)
2. Martina De Memme (Esercito / Nuoto Livorno) 4'09"81
3. Coralie Balmy (CN Antibes - Fra) 4'12"15
4. Diletta Carli 4'14"26
    
50 dorso M
1. Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 25"38
2. Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro Roma) 25"43
3. Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma / Azzurra 91) 25"49
    
50 farfalla F
1. Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 26"55
2. Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 27"06
3. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 27"17
   
200 sl M
1. Marco Belotti (CC Aniene) 1'48"72
2. Alex Di Giorgio (CC Aniene) 1'49"15
3. Gabriele Detti (Esercito / Team Lomnardia MGM) 1'50"10
   
50 rana F
1. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 31"26
2. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 31"62
3. Martina Carraro (Azzurra 91) 31"73
 
100 rana M
1. Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto) 1'01"45
2. Claudio Fossi (Team Lombardia MGM) 1'01"57 pp (prec. 1'01"76)
3. Mattia Pesce (Fiamme Oro Roma / Forum Sport Center) 1'01"75
 
400 misti F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma / CC Aniene) 4'46"28
2. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma / RN Torino) 4'49"92
3. Susanna Negri (Team Lombardia MGM) 4'50"74
 
100 farfalla M
1. Matteo Rivolta (Team Insubrika) 52"64
2. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 53"33
3. Francesco Giordano (Fiamme Oro Roma / Team Lombardia MGM) 53"96


4x100 stile libero F
1. CC Aniene 3'44"21
Raco  57"17, Ceracchi 56"15, Durante 57"20, Pellegrini 53"69
2. Esercito 3'48"65
Letrari 57"23, Nesti 57"50, De Memme 57"26, Ferraioli 56"66
3. Forestale 3'48"95
Masini Luccetti 56"97, Gemo 57"63, Zofkova 57"88, Di Pietro 56"47


4x100 mista M
1. Fiamme oro 3'39"96
Di Tora 55"27, Pesce 1'02"45, Pizzamiglio 53"73, Orsi 48"51
2. Esercito 3'41"98
Bonacchi 55"05, Turrini 1'04"40, Codia 53"43, Geni 50"10
3. Larus Nuoto 3'47"71
Malerba 56"77, Antonelli 1'02"31, Bucci 57"03, Gaetani 51"60


consulta i risultati ufficiale


foto Andrea Staccioli / insidefoto - deepbluemedia.eu