Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Settecolli. Gare cancellate per maltempo

Nuoto
images/joomlart/article/dce17c66454728efd2553f2e45d69b84.jpg

Il tempo di celebrare il successo di Aurora Ponselè negli 800 stile libero e dell'ungherese Peter Bernek nei 200 dorso ed è stato necessario cancellare la terza sessione pomeridiana della 51esima edizione del Trofeo Settecolli Clear di nuoto. Fulmini, vento e pioggia sullo Stadio del Nuoto non hanno consentito il proseguimento delle gare. Prima una sospensione momentanea; poi la decisione definitiva convenuta con i tecnici delle società presenti e coi delegati internazionali per tutelare la sicurezza di atleti, giudici, tecnici, dirigenti ed operatori della comunicazione coinvolti. Le atlete, tra cui Federica Pellegrini, si stavano preparando per nuotare la finale dei 200 dorso prima che un forte nubifragio tornasse ad abbattersi su Roma. E' la prima volta in 51 anni che il trofeo Settecolli chiude anticipatamente le gare a causa del maltempo.
 
Intanto aveva vinto e convinto Aurora Ponselè, che si era imposta negli negli 800 stile libero in 8'25"86 (4'11"62 ai 400 metri): settima prestazione mondiale stagionale. La 22enne pesarese migliora di quasi due secondi il primato personale (prec. 8'27"65) e diventa la terza performer italiana di sempre con costume in tessuto avvicinando il personal best di Federica Pellegrini (8'24"99). La migliore prestazione in tessuto resta l' 8'20"70 nuotato da Alessia Filippi al Settecolli del 2008, nonché record della manifestazione, poche settimana prima della conquista della medaglia d'argento alle Olimpiadi di Pechino. "Sono scivolata in partenza e la pioggia non mi ha aiuto ad esprimere tutto quello che ho, ma il tempo è molto buono. Il prossimo obiettivo è il campionato italiano di fondo per cercare la qualificazione europea anche nella 10 chilometri", dichiara l'azzurra, già protagonista nei 400 di cui è diventata la terza performer italiana di sempre con il tempo di 4'07"62.
Successivamente c'era stato il successo dell'ungherese Peter Bernek nei 200 dorso in 1'57"80, con dieci centesimi di vantaggio su Luca Mencarini, secondo in 1'57"90 ed in linea col primato personale. 


I PODI DELLE FINALI DISPUTATE

800 sl F
1. Aurora Ponselè (Ita) 8'25"86
2. Boglarka Kapas (Hun) 8'28"82
3. Isabella Sinisi (Ita) 8'33"76


200 dorso M
1. Peter Bernek (Hun) 1'57"80
2. Luca Mencarini (Ita) 1'57"90
3. Christopher Ciccarese (Ita) 1'59"01


BEST PERFORMERS
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 100 farfalla 56"50 972 punti
2. Ruta Meilutyte (Ltu) 50 rana 29"90 958 punti
3. Inge Dekker (Ned) 50 farfalla 25"50 950 punti
4. Andrea Toniato (Ita) 50 rana 27"25 937 punti
5. Giedrius Titenis (Ltu) 100 rana 59"75 936 punti
6. Aurora Ponselè (Ita) 800 sl 8'25"86 930 punti
7. Femke Heemskerk (Ned) 100 farfalla 53"50 921 punti
8. Katinka Hosszu (Hun) 400 sl in 4'05"92 919 punti
9. Boglarka Kapas (Hun) 800 sl in 8'28"82 914 punti
10. Elena Di Liddo (Ita) 100 farfalla 57"73 911 punti


consulta i risultati ufficiali


fotografie deepbluemedia.eu


la foto del fulmine sullo Stadio del Nuoto è tratta dal profilo twitter della campionessa olimpica Ranomi Kromowidjodjo