instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Assoluti Frecciarossa. Scalia stacca l'ultimo pass. Appuntamento a Melbourne

Nuoto
images/large/Silvia_Scalia_of_Fiamme_Gialle_-_Nuoto_DBM_AS20530.JPG

Il campionato invernale di Riccione promuove altri sei atleti al mondiale in vasca corta a Melbourne. Due giornate e quattro sessioni di gare in vasca da 25 metri allargano la rosa degli azzurri che voleranno in Australia per le gare iridate dal 13 al 18 dicembre. Nell giornata conclusiva ottiene il pass Silvia Scalia che si aggiunge ai già qualificati nelle giornate prececenti (Costanza Cocconcelli, Sara Franceschi, Alessandro Miressi, Paolo Conte Bonin e Matteo Rivolta), ai qualificati nel Nico Sapio, ai medagliati ai Mondiali di Budapest ed ai campioni europei di Roma 2022.
L'unica a conquistare un posto sull'aereo che porterà gli azzurri in Australia nell'ultima giornata dei tricolori è Silvia Scalia, decisa e tenace, forte della sua preparazione, che vince i 100 dorso in 56"78, sotto il limite tabellare di 56"99 e con il record personale. "Volevo guadagnarmi il pass per i Mondiali e l'ho fatto con cattiveria - commenta la vice campionessa d'Europa dei 50 a Roma 2022, allenata da Matteo Giunta per Fiamme Gialle e Aniene - Ho cercato di rimanere concentrata e di dare tutto dall'inizio alla fine. E' andata molto bene e ho riscattato la giornata no di giovedi e i 50 andati non come mi aspettavo".
Intanto Lorenzo Mora si conferma nei 200 dorso che vince con 1'50"23 e nuotando di nuovo sotto il tempo limite valido per volare a Melbourne (1'50"79) che aveva già ottenuto al trofeo Nico Sapio a Genova. Forza e consapevolezza contraddistinguono l'allievo di Fabrizio Bastelli, tesserato con Fiamme Rosse e Amici Nuoto Vigili del Fuoco Modena. "Ho pagato un po' di stanchezza - spiega - Ho provato a passare un po' più forte rispetto al Nico Sapio: mi è mancato l'ultimo 50. Riuscire a fare tripletta nel dorso non è scontato in Italia: ne sono contento ed è estremamente importante".
Tra i più soddisfatti c'è sicuramente Costanza Cocconcelli, 20enne di Bologna - tesserata per Fiamme Gialle e NC Azzurra 91- che dopo il successo con qualificazione mondiale nei 200 misti, vince anche i 100 con 59"24. Niente tempo limite ma primo titolo italiano nella distanza. L'azzurra, allenata da Bastelli in chiusura di giornata, è anche seconda nei 100 stile libero. "Ho un po' subito la tensione dei 200 misti di giovedì. Il tempo non è eccellente, penso di valere molto meno nei 100, ma è comunque importante aver fatto doppietta".
Primo titolo italiano anche per Leonardo Deplano (Carabinieri/Aniene) che vince i 50 stile libero in 21"38 davanti ad Alessandro Miressi e Manuel Frigo. "Festeggio il mio primo titolo italiano ma con un po' di rammarico per il tempo. Non sono al massimo della condizione. Un saluto a Lorenzo Zazzeri: lo aspettiamo presto in vasca con noi" chiosa il fiorentino che può avere velleità iridate per il pass in staffetta.
Regalano emozioni anche gli 800 stile libero maschili, avvincenti e risolti allo sprint con il successo di Davide Marchello, nato a Messina e trasferitosi a Roma, tesserato con l'Aurelia Nuoto, che si allena con Fabrizio Antonelli al Centro Federale di Ostia, che dà fondo a tutte le sue energie e ferma il cronometro dopo 7'41"49. Subito dietro di lui Filippo Bertoni, allenato da Christian Minotti per l'Aniene, che tocca in 7'41"56.
La pluricampionessa Simona Quadarella, allieva di Christian Minotti all'Aniene, bronzo mondiale a Budapest campionessa europea degli 800 e 1500 a Roma quest'anno, fa il vuoto nella gara più lunga che vince con 15'41"79 (il suo record italiano in vasca corta è 15'29"74 nuotato il 5 marzo 2021 a Roma). "Sono molto contenta della prestazione - spiega Simona peraltro già qualificata e che proverà a issarsi sul gradino più alto del podio in corta mancando la sua principale competitor l'americana Ledecky autrice di due primati del mondo nelle ultime due tappe di Coppa del mondo - Il tempo è in linea con la fase di carico. Adesso avremo un mese per preparare al meglio i Mondiali di Melbourne, dove andrò per riconfermarmi: prendere una medaglia sarebbe una bella cosa".
Martina Carraro, invece, è severa con se stessa e si dà un 6- malgrado abbia battuto la primatista italiana Francesca Fangio (2'19"17 del 14 aprile scorso a Riccione nel campionato a squadre). La signora Scozzoli, allenata da Cesare Casella per Fiamme Azzurre e Azzurra 91, chiude in 2'21"11. "Un buon 200 ma niente di speciale. Concludo questo campionato italiano che giudico appena sufficiente. Adesso mi dedicherò alla stagione in vasca lunga". Francesca Fangio (Esercito/In Sport) si ferma a 2'21"32. Si chiude con il primato personale di Chiara Tarantino (Fiamme Gialle) che si aggiudica i 100 stile libero in 53"35 migliorando il suo precedente di 53"60.
Soddisfatto il direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini che traccia il bilancio. "Al di là dei tempi limiti ottenuti, ci sono stati tanti buoni risultati e stanno venendo fuori dei giovani molto interessanti, soprattutto nella velocità e come dimostrato anche da Marchello e Bertone negli 800 stile libero. La qualificazione della Scalia nei 100 dorso è molto stimolante. Dobbiamo completare una squadra che sarà formata dall'eccellenza e dalla giusta quantità. I tecnici sapranno come gestire le quattro settimane che ci separano dai Mondiali di Melbourne. Entro il 19 novembre dovremo decidere partecipazioni e presenze gara. Nel complesso già stiamo lavorando e programmando in funzione delle Olimpiadi Parigi 2024".

Podi 4^ sessione

100 misti fem.
1. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 59"24
2. Anita Bottazzo (Imolanuoto) 1'00"34
3. Sonia Laquintana (Azzurra 91) 1'00"50

200 farfalla fem.
1. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto) 2'06"09
2. Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2'07"20
3. Federica Greco (Aurelia Nuoto) 2'08"85

200 dorso mas.
1. Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/Amici Nuoto Modena) 1'50"23
2. Matteo Restivo (Carabinieri/RN Florentia) 1'54"11
3. Michele Lamberti (Fiamme Gialle/GAM Team) 1'54"24

200 rana fem.
1. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/Azzurra 91) 2'21"11
2. Francesca Fangio (Esercito/In Sport) 2'21"32
3. Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento) 2'21"97

50 stile libero mas.
1. Leonardo Deplano (Carabinieri/Aniene) 21"38
2. Alessandro Miressi (Fiamme Oro) 21"40
3. Manuel Frigo (Fiamme Oro/Team Veneto) 21"85

100 dorso fem.
1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle/Aniene) 56"78 PP e tempo valido per i Mondiali
2. Margherita Panziera (Fiamme Oro/Aniene) 57"90
3. Martina Cenci (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto) 58"25

800 stile libero mas.
1. Davide Marchello (Aurelia Nuoto) 7'41"49
2. Filippo Bertoni (Aniene) 7'41"56
3. Luca De Tullio (Fiamme Oro/Aniene) 7'42"73

1500 stile libero fem.
1. Simona Quadarela (Aniene) 15'41"79
2. Isabella Sinisi (Aniene) 16'06"34
3. Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) 16'17"75

200 misti mas.
1. Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport) 1'54"06
2. Lorenzo Glessi Esercito/Gorizia Nuoto) 1'54"70
3. Massimiliano Matteazzi (In Sport) 1'56"81

100 stile libero fem.
1. Chiara Tarantino (Fiamme Gialle) 53"35 PP
2. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 53"55
3. Giulia D'Innocenzo (Carabinieri/Aniene) 54"22

consulta i risultati completi

Foto di Andrea Staccioli / DBM - InsidefotoL'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit