instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Assoluti Frecciarossa. Cerasuolo e Ciampi si confermano. Bene Pilato

Nuoto
images/large/Benedetta_Pilato_of_GS_Fiamme_Oro_DBM_AS24965.JPG

Ultimi posti per i campionati mondiali in vasca corta, in programma a Melbourne dal 13 al 18 dicembre. Li assegna il Campionato italiano assoluto Frecciarossa che si apre allo Stadio del Nuoto di Riccione con la prima delle quattro sessioni di serie in diretta su Rai Sport + HD.
Il primo a confermarsi è Simone Cerasuolo che ribadisce il pass iridato nei 50 rana vincendo in 25"90 e respingendo le velleità dei compagni di società dell'Imolanuoto: Fabio Scozzoli che tocca in 26"18 e Federico Poggio che conclude in 26"74. Posto assicurato per i mondiali a fianco del pluricampione Nicolò Martinenghi rimasto a casa ad allenarsi. "L'importante era far parte della squadra per il mondiale e vincere il titolo - osserva il 19enne delle Fiamme Oro, vice campione europeo a Roma nell'agosto scorso - Sono riuscito a centrare entrambi gli obiettivi. Sono molto contento anche per il tempo che riporto sotto al 26 netto", come avvenuto in occasione del personale di 25"78 nuotato al trofeo Nico Sapio cinque giorni fa e già sotto al tempo limite di 26"09.
Missione compiuta anche per Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics), che conferma il pass nei 400 stile libero dopo il 3'37"86 nuotato al Nico Sapio. Il 26enne vice campione europeo a Kazan la scorsa stagione s'impone in 3'39"31 (non importante se oltre il limite di 3'38"59) davanti al più performante in vasca lunga Marco De Tullio (CC Aniene), secondo in 3'39"89, e a Matteo Lamberti (Carabinieri / GAM Team Brescia), terzo in 3'41"38. "Sapevo che sarebbe stato più difficile nuotare i 400 stile libero rispetto al meeting di Genova perché erano in programma di mattina. Quindi avevamo pianificato di ottenere la qualificazione al Sapio e confermarmi agli assoluti. Ci sono riuscito e ne sono contento. Dedico questa vittoria alla mia fidanzata Martina che sta attraversando un momento particolare ed è la mia prima tifosa".
A quattro centesimi dal tempo limite Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene), che s'impone nei 50 farfalla in 22"43, a 41 centesimi dal primato italiano che detiene. "La prestazione è incoraggiante - racconta il campione del mondo nei 100 e bronzo nei 50 farfalla che tra sei giorni compirà 31 anni - Qualche settimana fa avevo nuotato già in coppa del mondo in linea al tempo limite e ho confermato il mio standard d'interesse internazionale, spero nella convocazione e comunque venerdì sarò in vasca anche nei 100 per riprovarci".
Con forza e in pieno controllo, la campionessa mondiale ed europea in vasca lunga Benedetta Pilato (Fiamme Oro / CC Aniene) si prende il titolo dei 100 rana cambiando passo nell'ultima vasca: 1'04"66 (tre centesimi al di sotto del tempi limite malgrado la qualificazione già sicura) e un bel margine di vantaggio su Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika), seconda in 1'05"02, e Martina Carraro (Fiamme Azzurre), terza in 1'05"20. "Riprendere con intensità e brillantezza non è mai facile, peraltro quest'anno ho anche la maturità e tengo a terminare bene questo ciclo di studi - racconta la 17enne tarantina, già d'argento nella distanza breve a mondiali ed europei in vasca corta del 2021 - I risultati della scorsa stagione mi hanno dato ancora più consapevolezza e brio".
Unico sotto ai 4'10, Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse) vince i 400 misti in 4'09"79. Si conferma anche Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene) nei 50 dorso in 26"54; mentre Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) si gira a pancia in giù e vince gli inediti 200 stile libero in 1'57"07. Nell'ultima gara della sessione torna al titolo Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Nuoto Club Azzurra 91) nei 100 farfalla in 57"22.
Si torna in vasca alle 16:15 in diretta su Rai Sport + HD.

Podi prima sessione

400 misti mas.
1. Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse) 4'09"79
2. Pietro Paolo Sarpe (CC Aniene) 4'10"34
3. Simone Spediacci (In Sport Rane Rosse) 4'11"00 pp

50 dorso fem.
1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene) 26"54
2. Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene) 26"74
3. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle / Nuoto Club Azzurra 91) 26"86

50 farfalla mas.
1. Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene) 22"43
2. Michele Busa (Imolanuoto) 22"93
3. Simone Stefanì (Fiamme Oro / Time Limit) 23"03

200 stile libero fem.
1. Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) 1'57"07
2. Alice Mizzau (Fialle Gialle / Vis Sauro) 1'58"03
3. Giulia Vetrano (RN Torino) 1'58"09

50 rana mas.
1. Simone Cerasuolo (Fiamme Oro / Imolanuoto) 25"90
2. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 26"18
3. Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto) 26"74

100 rana fem.
1. Benedetta Pilato (Fiamme Oro / CC Aniene) 1'04"66
2. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) 1'05"02
3. Martina Carraro (Fiamme Azzurre) 1'05"20

400 stile libero mas.
1. Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics) 3'39"31
2. Marco De Tullio (CC Aniene) 3'39"89
3. Matteo Lamberti (Carabinieri / GAM Team Brescia) 3'41"38

100 farfalla fem.
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Nuoto Club Azzurra 91) 57"22
2. Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene) 57"48
3. Giulia D'Innocenzo (Carabinieri / CC Aniene) 57"78

Foto di Andrea Staccioli / DBM - InsidefotoL'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit