Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi. Italia quarta nella classifica per nazioni. Russia distante solo 6 punti

Nuoto
images/large/Italia_quarta_classifica_pernazioni_olimpiadi.jpg

Le Olimpiadi di Tokyo sono state straordinarie per l'Italnuoto che ha aggiornato il libro dei record e dei trionfi con due argenti (Gregorio Paltrinieri negli 800 e la 4x100 stile libero maschile) e 4 bronzi (Nicolò Martinenghi nei 100 rana, Federico Burdisso nei 200 farfalla, Simona Quadarella negli 800 e la 4x100 mista maschile), per un totale di sei medaglie; raddoppiato il numero rispetto a Rio 2016 (1-0-2), quattro in più di Pechino 2008 (1-1-0); eguagliando lo storico medagliere di Sydney 2000 (3-1-2) che rimane l'edizione dei Giochi con più ori. Olimpiadi in Giappone di "una squadra perfetta", come sottolineato più volte dal direttore tecnico Cesare Butini e come confermato anche dalla classifica per nazioni sviluppata e pubblicata nei giorni scors da Swimming Stats di Swim Swam, applicando il sistema di punteggio utilizzato dalla FINA in occasione dei Mondiali in vasca lunga e corta. L'Italia infatti ha chiuso la graduatoria per nazioni al quarto posto con 428 punti, a soli sei punti dalla Russia terza con 434; ancora distanti invece gli Stati Uniti primi con 941.5 e l'Australia seconda con 665. Italia che è addirittura seconda nella classifica maschile con 286 punti, precedeuta solamente dagli Stati Uniti che comandano con 435.5.
Un risultato di assoluto rilievo che dimostra la solidità di un movimento che ha ampie prospettive per continuare a crescere sino alle Olimpiadi di Parigi 2024; e di un'Italnuoto che, nel frattempo, intende essere protagonista anche nel 2022 ai Mondiali di Fukuoka e agli Europei di Roma.