Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei junior. Gaetani oro, Cerasuolo bronzo, Popovici star

Nuoto
images/large/20210708_AMasAM0_9056.jpg

L’entusiasmo dei ragazzi di tutta Europa è contagioso. Lo spirito di squadra trascinante. Così dopo la tripletta di mercoledì (Benedetta Pilato d'oro nei 50 rana, 4x100 stile libero mixed d'argento e Giulia Vetrano di bronzo negli 800 stile libero) Erika Gaetani e Simone Cerasuolo conquistano subito altre due medaglie, d’oro e di bronzo, agli europei juniores di nuoto in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Roma.
Erika Gaetani è la nuova campionessa d’Europa dei 100 dorso con il record personale e italiano cadette di 1’00”65 che migliora il precedente personale di 1'01''03 che aveva stabilito il primo aprile di quest’anno agli assoluti a Riccione e il precedente di categoria di 1'00"69 che apparteneva a Tania Quaglieri dal 4 aprile 2017 sempre a Riccione. Tesserata con la Gestisport ed allenata da Gianni Zippo, già campionessa nei 200 e argento nei 100 dorso agli euro junior di Kazan 2019, Gaetani con questo tempo sale al settimo posto tra le performer italiane. “Avevo puntato l’oro dopo il secondo posto di due anni fa a Kazan. Volevo riscattarmi e sapevo di potercela fare – spiega il bronzo mondiale di categoria nei 200 a Budapest 2019 – Spero nel pass per i campionati europei del prossimo anno a Roma, sarebbe bellissimo nuotare in questa stessa piscina con le tribune piene e il tifo appassionato”. Alle sue spalle, ex aequo con 1’00”93, la francese Mary Moluh e la britannica Katie Shanahan.  
In precedenza Simone Cerasuolo aveva conquistato il bronzo nei 100 rana che chiude con il tempo di 1’01”56 (lontano dal personale di 1’00”78 che aveva nuotato in batteria mercoledì) ma sufficiente per salire sul podio continentale. Vince l’ucraino Volodymyr Lisovets’ con 1’00"28 e secondo il lituano Aleksas Savickas con un secondo di ritardo. Il 18enne di Imola, che si allena insieme ai campioni azzurri Fabio Scozzoli e Martina Carraro seguito da Cesare Casella e Matteo Tampieri, si aspettavo un riscontro cronometrico migliore. “Contento per la medaglia, meno per il tempo. Sono un po’ stanco, ma ho ancora la semifinale dei 50 (poi vinta con il miglior tempo) e la staffetta".
In chiusura di giornata sfuma la medaglia di bronzo della staffetta 4x100 mista mixed, squalificata per cambio irregolare. Gli azzurri, che avevano chiuso in 3’51”90, sarebbero stati terzi, dietro a Russia con 3’50”25 e Gran Bretagna con 3’51”48”. Salgono al terzo posto invece gli ucraini che con 3‘54”03 erano staccati di oltre due secondi dagli azzurri Erika Gaetani, Simone Cerasuolo, Simone Dutto e Matilde Biagiotti.
Qualficati alle finali di venerdì gli azzurri Ilaria Togni e Maria Letizia Piscopiello nei 200 rana, Federico Tammaro nei 50 dorso con il personale di 26"04, Simone Cerasuolo con il miglior tempo (27"61) e Federico Rizzardi nei 50 rana.

SuperPopovici. Terzo exploit del rumeno David Popovici che vince i 100 stile libero in 47”30, record del mondo juniores e primato dei campionati, nonché a 18 centesimi dal record europeo assoluto dell’olimpionico e campione del mondo Alain Bernard, che il francese nuotò proprio allo Stadio del Nuoto il 30 luglio 2009 con il costume gommato. Primo tempo mondiale stagionale, avanti a big come il russo Kliment Kolesnikov (47"31), lo statunitense Caeleb Dressel (47"39) e l'azzurro Alessandro Miressi (47"45). Con questo tempo Popovici si candida a recitare un ruolo da protagonista alle Olimpiadi di Tokyo essendo già diventato il decimo performer all time. Il 47”30 nuotato dal sedicenne rumeno gli sarebbe valso l’oro ai recenti europei di Budapest e ai Giochi di Rio 2016, l’argento ai mondiali di Budapest 2017 e il bronzo a quelli di Gwangju 2019. Popovici aveva già migliorato il record mondiale juniores nuotando al prima frazione della staffetta, poi seconda, in 47”56. Nella finale stravinta dal rumeno, Davide Dalla Costa è settimo con 50"26. “Sono entusiasta di questo risultato - dice David - Il tempo conferma il buon lavoro in prospettiva olimpica e non ho intenzione di fermarmi qui. Punto al podio olimpico. Saluto il pubblico romano e i miei genitori che erano in tribuna e che mi piacerebbe fossero con me anche a Tokyo”. 

Euro junior Roma 2021. Sei giorni di competizioni dal 6 all’11 luglio, oltre 25 ore di gare, trasmesse in diretta streaming, 565 atleti (305 maschi e 260 femmine) in rappresentanza di 48 Nazioni, le cui bandiere colorano gli spalti dello Stadio del Nuoto di Roma; 1647 presenze gara e 144 staffette. Sono questi i numeri della 47^ edizione dei campionati europei juniores di nuoto, la terza in Italia dopo quelle di Firenze 1978 e Roma 1987. 

Così gli azzurri nelle semifinali e FINALI della 3^ giornata
Giovedì 8 luglio

100 rana mas
1. Volodymyr Lisovets’ (UKR) 1’00"28 
2. Aleksas Savickas (LTU) 1'01"29
3. Simone Cerasuolo 1’01”56 

100 dorso fem
1. Erika Gaetani 1’00”65 pp (precedente 1'01''03 del 01/04/2021 a Riccione)
2. Mary Moluh (FRA) 1’00”93
2. Katie Shanahan (GBR) 1’00”93

semi 100 farfalla mas
1. Josif Miladinov (BUL) 51"86
13. Simone Dutto 54"28 pp  (precedente 54''43 in semifinale)

semi 200 rana fem
1. Justine Delmas (FRA) 2'25"12
7. Ilaria Togni 2'30"23 qual. in finale
8. Maria Letizia Piscopiello 2'31"26 qual. in finale

semi 50 dorso mas
1. Ksawey Masiuk (POL) 25"21
8. Federico Tammaro 26"04 pp (precedente 26"20 in batteria) qual. in finale
14. Davide De Paolis 26"26 pp (precedente 26''28 del 30/04/2021 a Riccione)

semi 200 stile libero fem
1. Nikoletta Padar (HUN) 1'59"52
10. Giulia Vetrano 2'01"28 riserva 2
13. Noemi Lamberti 2'02"10 pp  (precedente 2'02"95 in batteria)

200 misti mas
1. Berke Saka (TUR) 2'00"04
2. Vadym Naumenko (UKR) 2'00"65
3. Cedric Buessing (GER) 2'01"84
Nessun italiano in gara

semi 50 rana mas
1. Simone Cerasuolo 27"61 qual. in finale
6. Federico Rizzardi 28"19 qual. in finale

200 farfalla fem
1. Anastasiia Markova (RUS) 2'08"41 Record dei campionati
precedente di Emese Kovacs (HUN) con 2'08"55 del 2007
2. Lana Pudar (BIH) 2'09"59
3. Lucie Delmas (FRA) 2'10"42
6. Sofia Sartori 2'12"13

100 stile libero mas
1. David Popovici (ROU) 47"30 RMJ e Record della manifestazione
2. Edward Mildred (GBR) 48"77
3. Mateusz Chowaniek (POL) 49"37
7. Davide Dalla Costa 50"26

1500 stile libero mas
1. Mert Kilavuz (TUR) 15"02"22
2. David Betlehem (HUN) 15'02"28
3. Yigit Aslan (TUR) 15'05"08
Nessun italiano in gara

4x100 mista mixed
1. Russia 3'50''25
Aleksei Tkachev 54''84, Georgii Glazunov 1'01''86, Daria Klepikova 58''89, Daria Tatarinova 54''66
2. Gran Bretagna 3'51''48
Katie Shanahan 1'01''75, Harvey Freeman 1'02''62, Edward Mildred 52''14, Davis Evelyn 54''97
3. Ucraina 3'54''03
Oleksandr Zheltyakov 54''44, Volodymyr Lisovets' 1'01''55, Viktoriya Kostromina 1'01''62, Karyna Snitko 56''42
Squalificata Italia per cambio irregolare
(Erika Gaetani, Simone Cerasuolo, Simone Dutto, Matilde Biagiotti)

consulta i risultati ufficiali

vedi le gare in streaming

foto di Andrea Masini / DBM. In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita