Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti UnipolSai. Martinenghi al record nei 50 rana in batteria

Nuoto
images/00_foto_2021/large/marti_2_4_21.jpg

Nicolò Martinenghi non si ferma più e in 26"47 migliora il record italiano dei 50 rana, stabilendo il quarto tempo all time, nell'ultima eliminatoria della sessione maschile della terza giornata degli Assoluti UnipolSai, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione. Il 21enne di Varese - tesserato per CC Aniene ed allenato da Marco Pedoja - sottrae nove centesimi a personale e limite precedenti che aveva nuotato il 18 dicembre scorso, agli invernali svoltisi nella stessa vasca. L'azzurro punta ad avvicinare ulteriormente il record europeo e mondiale del britannico Adam Peaty (25"95) già in finale (diretta su Rai Sport + HD dalle 17:30) e spodestare i due brasiliani che lo precedono nel ranking di tutti i tempi: Felipe Lima in 26"33 e Joao Gomex jr in 26"42; tutto ciò all'indomani della terza prestazione mondiale all time in 58"37 (27"28 al passaggio) firmata nella distanza olimpica dopo quelle realizzate dal leone britannico (56"88) e dal bielorusso Ilya Shymanovich (58"29). "Sono molto contento del record - afferma "Tete", due volte campione mondiale e sette europeo in ambito giovanile - E' una prestazione che volevo fare e sono felice di esserci riuscito. Ero bello gasato. Sono arrivato in piscina senza aspettative, ma sto molto bene ed è venuta fuori la prestazione. Nel pomeriggio cercherò di migliorare ancora e poi si punta all'europeo di Budapest. Sarà una piccola Olimpiade e si gareggia contro il tempo". 
Nelle altre gare spicca il miglior crono di Simone Sabbioni nei 100 dorso (gara dove è qualificato per Tokyo il primatista italiano Thomas Ceccon). Il ventiquattrenne riminese di Esercito e Vis Sauro Nuoto Team, allievo di Luca Corsetti, nonché primatista in vasca corta della specialità, tocca in 54"42 dimostrando buona condizione nella vasca di casa. Bene il campione europeo Piero Codia (Esercito - CC Aniene) che chiude i 100 farfalla in  52"19, mentre bello il testa a testa nei 200 stile libero con tre atleti in mezzo secondo: Marco De Tullio (GS Fiamme Oro - Sport Project)  con 1'48"48 davanti ad Alessio Proietti Colonna (Marina Militare - Aurelia Nuoto) e a Mattia Zuin (GS Fiamme Oro - Nottoli Nuoto 74) entrambi a 1'48"89.
Velocissima la batteria dei 100 rana che apre la sessione femminile. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle - Team Insubrika) migliora il personale di due centesimi col tempo di 1'06"37 (già sotto al limite olimpico di 1'06"9) e firma il miglior crono. Ad un centesimo la primatista italiana Benedetta Pilato (CC Aniene - 1'06"02 con cui ha conquistato il pass olimpico agli invernali) e poi Martina Carraro (Fiamme Azzurre - Nuoto Club Azzurra 91) in 1'06"97. Con questa prestazione Castiglioni, negativa al Covid-19 solo il 24 marzo, ribalta le prospettive di una finale che si annuncia apertissima per assegnare l'ultimo posto individuale disponibile in chiave olimpica.
In chiusura la divina Federica Pellegrini mette nel mirino il muro dell' 1'57 per omologare la qualificazione alla quinta Olimpiade che nessuno ha mai messo in discussione, in vasca o no. Già giovedì al 23esimo titolo italiano nei 100; punta i 30 sui 200 e il 129esimo della carriera firmando il miglior tempo delle batterie in 1'59"38. La 32enne di Spinea, tesserata per il CC Aniene e allenata dal tecnico Matteo Giunta al centro federale di Verona, precede due compagne di club: Sara Gailli in 2'01"01 e la regina europea del mezzofondo Simona Quadarella, 2'01"13.
Nelle gare di mezzo Elena Di Liddo (Carabinieri - CC Aniene) precede Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre - Nuoto Club Azzurra 91) nei 100 farfalla in 58"37 contro 58"51 con obiettivo il muro dei 58" che vale Tokyo e la specialista Silvia Scalia (Fiamme Gialle - CC Aniene) chiude davanti a Margherita Panziera (Fiamme Oro - CC Aniene) i 50 dorso in 28"45 contro 28"56.

SESSIONE MASCHILE

100 dorso M
1. Simone Sabbioni (Esercito - Vis Sauro Nuoto Team) 54"42
2. Christopher Ciccarese (GS Fiamme Oro - CC Aniene) 54"72
3. Matteo Restivo (Carabinieri - Rari Nantes Florentia) 54"99

100 farfalla M
1. Piero Codia (Esercito - CC Aniene) 52"19
2. Santo Yukio Condorelli (Aurelia Nuoto) 52"30
3. Federico Burdisso (Esercito - Aurelia Nuoto) 52"59

200 stile libero M
1. Marco De Tullio (GS Fiamme Oro - Sport Project) 1'48"48
2. Alessio Proietti Colonna (Marina Militare - Aurelia Nuoto) 1'48"89
3. Mattia Zuin (GS Fiamme Oro - Nottoli Nuoto 74) 1'48"89

50 rana M
1. Nicolo' Martinenghi (CC Aniene) 26"47 R.I.
prec. 26"56 il 18 dicembre 2020 a Riccione
2. Alessandro Pinzuti (Esercito - In Sport Rane Rosse) 27"35
3. Simone Cerasuolo (Imolanuoto) 27"68

SESSIONE FEMMINILE

100 rana F
1. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle - Team Insubrika) 1'06"37 pp
2. Benedetta Pilato (CC Aniene) 1'06"38
3. Martina Carraro (Fiamme Azzurre - Nuoto Cl.Azzurra 91) 1'06"97

100 farfalla F
1. Elena Di Liddo (Carabinieri - CC Aniene) 58"37
2. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre - Nuoto Club Azzurra 91) 58"51
3. Claudia Tarzia (Esercito - Genova Nuoto My Sport) 58"93

50 dorso F
1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle - CC Aniene) 28"45
2. Margherita Panziera (Fiamme Oro - CC Aniene) 28"56
3. Francesca Pasquino (In Sport Rane Rosse) 28"70

200 stile libero F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 1'59"38
2. Sara Gailli (CC Aniene) 2'01"01
3. Simona Quadarella (CC Aniene) 2'01"13

foto di Andrea Staccioli Insidefoto - DBM (In caso di riproduzione è necessario citare autore e fonte. Vietati ridistribuzione e vendita)

consulta i risultati ufficiali