Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti di Riccione. Via con i 5000. Conferme di Taddeucci e Occhipinti

Nuoto
images/00_foto_2021/medium/medium/medium/medium/medium/large/Riccione_Assoluti_nuoto_940x788_03_pages-to-jpg-0001.jpg

Cinque giorni per seicento atleti. Riccione diventa Capitale del nuoto azzurro e accoglie gli Assoluti UnipolSai. Si comincia con la cinque chilometri di fondo e Ginevra Taddeucci si aggiudica la prima gara in programma. L'azzurra, già campionessa italiana della distanza ai primaverili 2019, che a luglio dello stesso anno vinse anche la 10 chilometri di Coppa LEN a Barcellona (terza tappa del circuito), vince la classifica a serie con 56'10"53, 15 secondi meglio rispetto a due anni fa sempre a Riccione. Alle spalle di Ginevra Taddeucci, 24 anni da compiere il 3 maggio, allenata da Giovanni Pistelli e tesserata con Fiamme Oro e CC Napoli, si sono classificate Veronica Santoni (CC Aniene) seconda in 56'17"61 e Barbara Pozzobon (Fiamme Oro/Hydros Oderzo) terza in 57'08"71.

5000donne

Nei cinquemila metri uomini si ripete il podio del 31 marzo 2019. Alessio Occhipinti, romano, 25 anni compiuti venerdì scorso, medaglia di bronzo nella 25 chilometri mondiale a Gwangju 2019, chiude davanti a Martcello Guidi e Andrea Manzi e si conferma campione italiano primaverile. L'azzurro, allenato da Emanuele Sacchi, tesserato con Fiamme Oro e CC Aniene, vince in 52'22"40 con 2"63 di vantaggio sul compagno di Nazionale Marcello Guidi (Fiamme Oro/RN Cagliari) che ferma il cronometro dopo 52'25"03 migliorando quasi 14 secondi rispetto al crono di due anni fa. Terzo in 53'14"43 Andrea Manzi (Fiamme Oro/CC Napoli). Sessanta gli iscritti, divisi a metà per ciascuna gara. Obiettivo gli Europei di Budapest (12-16 maggio) e questa rappresenta la prima gara indicativa. Per la dieci chilometri olimpica hanno già staccato il pass dai mondiali di Gwangju Rachele Bruni, Gregorio Paltrinieri e Mario Sanzullo.

5000uomini.pg

Risultati completi

Dopo un giorno di pausa dal 31 marzo al 3 aprile entreranno in vasca i nuotatori per quattro giorni di gare intense con 147 società per 563 atleti (287 maschi e 276 femmine) e quasi 1200 presenze gara. Formula con le batterie al mattino e le finali alle 16.30 il 31 marzo; poi alle 17.30 i restanti tre giorni sempre live in streaming su federnuoto.it le eliminatorie e su Rai Sport + HD con il commento di Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi ed interviste di Elisabetta Caporale le finali. I big del nuoto si giocano titolo italiano, qualificazione ai Campionati europei (17-23 maggio) e alle Olimpiadi di Tokyo (24 luglio-1 agosto), per i giovani c'è la possibilità di staccare il pass in vista degli Eurojunior di Roma (6-11 luglio) e dei Mondiali juniores di Kazan (24-29 agosto). In acqua tanti big tra tutti l'olimpionica Federica Pellegrini alla ricerca del tempo di qualifica nei "suoi" 200 stile libero, iscritta nei 50, 100, 200 e 400 stile libero, 100 e 200 dorso; tornano a Riccione dopo aver saltato gli "invernali" la campionessa mondiale Simona Quadarella, iscritta ai 200, 400, 800 e 1500 stile libero e l'iridato Gabriele Detti iscritto ai 200, 400, 800 e 1500 stile libero, queste ultime due specialità dove si confronterà col suo vecchio compagno di stanza al Polo Acquatico di Ostia l'olimpionico Gregorio Paltrinieri. Sparerà tutte le sue cartucce Re Magno Filippo Magnini tornato alle gare a dicembre dopo tre anni di stop. Il trentanovenne bicampione mondiale pesarese cerca il quarto pass olimpico nei suoi 100 stile libero.

consulta la pagina dell'evento

accredito Riccione campionato Assoluto fondo marzo 2021 02 page 0001