Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

UnipolSai. Vola Scalia, ok Ceccon e Bianchi

Nuoto
images/joomlart/article/18a5310a16a2eb31fb1b813f96d8bb09.jpg

Seconda giornata dei campionati assoluti primaverili di nuoto UnipolSai in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione. Cinque giorni di gare, fino a sabato 14 aprile, che qualificano ai campionati europei di Glasgow dal 3 al 9 agosto. In vasca 691 atleti di 172 società. In apertura di programma le batterie dei 50 dorso con il miglior tempo di Silvia Scalia in 28''24, già sotto al limite tabellare per la Scozia (28''2) . La 23enne di Lecco -  tesserata per CC Aniene -  nuota il primato personale (precedente 28''45) e sale al secondo posto tra le perfomer italiane. "Come inizio non è male - spiega la nuotatrice seguita del tecnico federale Gianni Leoni - Adesso è fondamentale ripetersi in finale per staccare il pass per gli Europei". Alle spalle dell'atleta lombarda, la vincitrice di tutto Federica Pellegrini (CC Aniene), che firma il personale con 28''53 (precedente 29''01), proiettandosi al quinto posto tra le performer azzurre in una gara del tutto anomala nell'ambito della sua carriera. "Sono contenta perchè in questo periodo sto provando nuove cose che mi danno tante motivazioni - afferma la 29enne di Spinea, seguita dal tecnico federale Matteo Giunta - Ero iscritta ai 50 dorso con una wild card ed è andata decisamente bene. Il percorso che ho intrapreso mi sta riportando alla velocità, insomma alle origini della mia carriera". Terza e per la prima volta in carriera sotto i 29'' anche Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) con 28''77 (prec. 29''10).
Nei 50 farfalla prova d'autorità del primatista italiano Piero Codia, che griffa un buon 23''78. "Per essere la prima gara a farfalla dell'anno non è male - dichiara il 29enne di Trieste, allenato da Alessandro D'Alessandro e quarto agli Europei di Londra 2016 - Adesso conta ripetersi in finale". Il velocista giuliano precede Daniele D'Angelo (Marina Militare/CC Aniene), che chiude con il personale 23''86 (precedente 23''96), portandosi all'ottavo posto tra i performer italiani. 
Coltivano ambizioni "scozzesi" nei 100 farfalla la primatista azzurra Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo,  rispettivamente primo e secondo crono. La 28enne emiliana - tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91, seguita dal tecnico federale Fabrizio Bastelli e bronzo agli Europei di Berlino 2014 e Londra 2016 - tocca in 58''03, ben al di sotto del limite richiesto per Glasgow (58''4).  La 25enne pugliese del Circolo Canottieri Aniene chiude in 58''65. "Volevo rompere il ghiaccio con un tempo di valore, per poi ripetermi in finale dove conta veramente", ribadisce Bianchi. "Il trend è decisamente positivo e la fiduca tanta", asserisce Di Liddo. 
Nei 100 dorso vola Thomas Ceccon che è il più veloce in 54''43, primato personale che abbassa di ventinove centesimi il 54''72 stampato lo scorso luglio agli europei giovanili di Netanya. Il talentino veneto - tesserato per Leosport e allenato da Alberto Burlina e Riccardo Wenter -  passa dal decimo al nono posto nella classifica dei performer italiani e precede di un centesimo il primatista italiano Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9) per una finale che promette scintille. "Sto prendendo sempre più confidenza con il dorso - sottolinea Ceccon - In finale devo dare tutto e con Simone a fianco potrebbe essere un vantaggio". 
Francesca Fangio sbaraglia la concorrenza nei 200 rana, dando dimostrazione di un'importante superiorità. La 23enne livornese - tesserata per SMGM Team Lombardia e preparata da Renzo Bonora - tocca in 2'28''52. "Ieri ero stanca, ma stamattina le sensazioni erano decisamente migliori - spiega una sorridente Fangio a fine gara - In acqua mi sentivo sciolta, nuotando anche con un po' di margine".
Saldamente al comando dei 100 rana Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto). Il 30enne romagnolo - venticinque medaglie tra mondiali ed europei - nuota in 1'00''60 (27''69 ai 50). "Ho provato a forzare il passaggio di metà gara, poi ho accusato il colpo - dichiara l'atleta seguito da Cesare Casella - Il tempo è comunque discreto". 
In chiusura di programma i 200 stile libero. Davanti a tutte Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) in 2'01''00, due centesimi meglio della ligure Erica Musso (Fiamme Oro/Andre Doria) e trentacinque rispetto all'altoatesina Laura Letrari (Esercito/Bolzano Nuoto). Si torna in acqua alle 17.30 per le finali. 


I migliori risultati delle batterie
Assoluti indoor - 2^ giornata


50 dorso fem
1. Silvia Scalia (CC Aniene) 28''24 pp (precedente 28''45 del 19/03/2016 a Milano)
2. Federica Pellegrini (CC Aniene) 28''53 pp (precedente 29''01 del 24/06/2016 a Roma)
3. Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) 28''77 pp (precedente 29''10 del 08/08/2017 a Roma)


50 farfalla mas
1. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 23''78
2. Daniele D'Angelo (Marina Militare/CC Aniene) 23''86 pp (precedente 23''96 del 21/04/2016 a Riccione)
3. Matteo Rivolta (Fiamme Oro) 24''09


100 farfalla fem
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 58''03
2. Elena Di Liddo (CC Aniene) 58''65
3. Claudia Tarzia (Esercito/Genova Nuoto My Sport) 59''11


100 dorso mas
1. Thomas Ceccon (Leosport) 54''43 pp (precedente 54''72 del 02/07/2017 a Netanya)
2. Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9) 54''44
3. Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene) 54''85


200 rana fem
1. Francesca Fangio (SMGM Team Lombardia) 2'28''52
2. Letizia Memo (Piave Nuoto) 2'30''03
3. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 2'30''14


100 rana mas
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 1'00''60
2. Federico Poggio (SMGM Team Lombardia) 1'01''53
3. Flavio Bizzarri (Carabinieri/CC Aniene) 1'01''57


200 stile libero fem
1. Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) 2'01''00
2. Erica Musso (Fiamme Oro/Andrea Doria) 2'01''02
3. Laura Letrari (Esercito/Bolzano Nuoto) 2'01''35


Consulta i risultati ufficiali


Atleti qualificati agli Europei (11)


Simone Sabbioni nei 50 dorso in 25''17
Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8'25''82
Domenico Acerenza nei 400 stile libero in 3'46''27
Arianna Castiglioni nei 100 rana in 1'06''91
Martina Carraro nei 100 rana in 1'07''80
Federico Burdisso nei 200 farfalla in 1'57''23
Ilaria Cusinato nei 400 misti in 4'37''14
Carlotta Toni nei 400 misti in 4'39''27
Alessia Polieri nei 400 misti in 4'40''84
Andrea Vergani nei 50 stile libero in 21''70
Luca Dotto nei 50 stile libero in 22''06


CAMPIONATI EUROPEI CRITERI SELEZIONE. Saranno selezionati per gli Europei di Glasgow (3-9 agosto) i campioni italiani primaverili; gli atleti che siano autori nelle finali A di prestazioni pari o migliori dei tempi limite, fino a un massimo di tre nelle gare olimpiche e di due in quelle non olimpiche; le staffette che conseguano i tempi limite considerando la somma dei tempi al via realizzati dai singoli componenti nelle finali A; nelle gare con posti ancora liberi i nuotatori delle categorie giovanili che abbiano realizzato prestazioni di rilevante valore tecnico durante la stagione.
Gli atleti che abbiano concorso a qualificare le staffette a stile libero saranno qualificati di diritto anche nominalmente. Un'eventuale integrazione potrà essere considerata a fronte di tempo inferiori a 54"70 (F) e 48"90 (M) nei 100 stile libero e di 1'59"00 (F) e 1'48"00 (M) nei 200 stile libero, fermo restando la discrezionalità del direttore tecnico Cesare Butini.
Una eventuale integrazione della squadra, per prestazioni di particolare rilievo tecnico, sarà poi valutata dal Consiglio Federale, su proposta discrezionale del Direttore Tecnico Cesare Butini, tenendo conto delle graduatorie internazionali, dei tempi conseguiti durante i Giochi del Mediterraneo (Tarragona 23-25 giugno), il 55^ Trofeo Sette Colli (29 giugno-1 luglio) e di eventuali prestazioni di eccezionale valore tecnico realizzate durante i campionati europei juniores (Helsinki 4-8 luglio).


Foto Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu