Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

UnipolSai. Scozzoli e Ceccon da urlo

Nuoto
images/joomlart/article/12e03c4dfa475d799a05513743b490c1.jpg

Fabio Scozzoli non smette di stupire e firma il primato personale nei 100 rana, Thomas Ceccon il record italiano juniores nei 100 dorso. Andrea Vergani concede il bis nei 50 farfalla. Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo si confermano nei 100 farfalla, così come Silvia Scalia nei 50 dorso e Francesca Fangio nei 200 rana. Stefania Pirozzi cresce nei 200 stile libero. Questi sono i protagonisti della seconda giornata dei campionati assoluti primaverili di nuoto UnipolSai, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione, che portano a diciotto i biglietti per Glasgow.
La copertina di giornata spetta a Fabio Scozzoli che vola nei 100 rana. Il 30enne romagnolo - venticinque medaglie tra mondiali ed europei - nuota uno strepitoso 59''33 (27''33), primato personale che toglie nove centesimi al 59''42 firmato in finale ai Mondiali di Shangai 2011 quando fu argento e che lo pone al quarto posto tra i performer mondiali stagionali. "Sono felicissimo e mi sentivo nelle gambe questo tempo - afferma l'atleta di Imola, tesserato per Esercito e Imolanuoto e allenato da Cesare Casella - Questa mattina ho forzato il passaggio ai 50, ma poi ho accusato il colpo negli ultimi 10 metri nella vasca di ritorno. Ho fiducia nel lavoro che sto svolgendo e la fortuna di avere a fianco uno staff che mi segue benissimo, quotidianamente".
Prenota il volo per la Scozia Silvia Scalia che si impone nei 50 dorso. La 23enne di Lecco - tesserata CC Aniene - tocca in 28''30, sei centesimi in meno rispetto al personale (28''24) della mattinata. "Ho pagato un po' di tensione, ma l'importante era centrare la qualificazione - sottolinea l'atleta lombarda seguita dal tecnico federale Gianni Leoni - Ci tenevo molto e alla fine il risultato è arrivato". Alle spalle di Scalia, l'emiliana Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) in 28''46 e Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) terza con il personale 28''50 che ritocca il 28''77 registrato in batteria; quarta la vincitrice di tutto Federica Pellegrini (CC Aniene) in 28''55.
Conferma lo stato di grazia e di essere talento in costante ascesa Andrea Vergani che, dopo il successo di martedì nei 50 stile libero (21''70), concede il bis nei 50 farfalla in 23''65, primato personale che ritocca di due centesimi il 23''67 griffato ai categoria estivi a Roma. Il campioncino di Milano - tesserato per Canottieri Vittorino da Feltre e allenato da Gianluca Caspani - sale al terzo posto tra i performer italiani e precede di otto centesimi il primatista azzurro Piero Codia (Esercito/CC Aniene), secondo in 23''73; sul gradino più basso del podio con il personale Daniele D'Angelo (Marina Militare/CC Aniene), in 23''80 (prec. 23''86 in batteria).
Doppio pass per Glasgow dai 100 farfalla. La primatista italiana Ilaria Bianchi scende sotto il muro dei 58'' e vince in 57''70. La 28enne emiliana - tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91, seguita dal tecnico federale Fabrizio Bastelli e bronzo agli Europei di Berlino 2014 e Londra 2016 - nuota la quarta prestazione personale di sempre; alle spalle dell'atleta di Castel San Pietro Terme, distante cinque centesimi, Elena Di Liddo - tesserata per CC Aniene e seguita da Raffaele Girardi - che tocca in 57''75, quanto bastper preparare lo zaino per la Scozia (tempo limite 58''4). "Bella gara; sono decisamente felice per tutte e due - afferma Bianchi - Il crono è soddisfacente". "Era fondamentale centrare la qualificazione per gli Europei e ci sono riuscita. Ilaria è sempre difficile da battere anche con un tempo importante", le fa eco Di Liddo.
Thomas Ceccon regala emozioni e nuota il record italiano juniores nei 100 dorso. L'enfant prodige veneto di Thiene - tesserato per Leosport - tocca in 53''94 (27''80 ai 50), settima prestazione mondiale stagionale, abbassando di trenta centesimi il precedente limite di categoria 54''24, registrato da Simone Sabbioni per la medaglia d'oro alle olimpiadi giovanili di Nanchino il 18 agosto 2014. "Questa è la mia gara e sono contento per il crono - dichiara Ceccon, allenato da Alberto Burlina e Riccardo Wenter - Adesso non mi devo montare la testa e proseguire così, sto entrando in una dimensione nuova e da quando mi alleno al centro federale di Verona ho maggiore serenità e continuità"; alle spalle del 17enne veneto, che diventa il quarto posto performer azzurro, il primatista italiano Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9), in 54''23.
Titolo, primato personale e biglietto europeo per Francesca Fangio nei 200 rana. La 23enne livornese - tesserata per SMGM Team Lombardia - tocca in 2'26''72, cancellando il 2'26''94 siglato nel 2015 a Roma e passando all'ottavo posto tra le performer italiane. "E' andata come volevo, peccato perchè potevo limare il tempo - sottolinea l'allieva di Renzo Bonora - Adesso mi sto divertendo ed è un bel po' che non mi sentivo così".
A Glasgow anche Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) che vince la gara di Federica Pellegrini in 1'59''71. "Di buono prendo solo il pass per i campionati europei, il crono non è certo eccezionale".
In chiusura la staffetta 4x200 stile libero maschile con l'ex aequo di Esercito (Nicolangelo Di Fabio 1'49''48, Lorenzo Glessi 1'51''07, Federico Turrini 1'48''79 e Matteo Ciampi 1'46''97) e Carabinieri (Samuel Pizzetti 1'47''29, Marco Belotti 1'52''60, Luca Dotto 1'48''70 e Filippo Megli 1'47''72) in 7'16''31.
Giovedì la terza giornata con dirette su Rai Sport + HD ed in streaming alle 10 e alle 17.30; stessa programmazione prevista per venerdì e sabato.


I podi delle finali
Assoluti indoor - 2^ giornata


50 dorso fem
1. Silvia Scalia (CC Aniene) 28''30
2. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 28''46
3. Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) 28''50 pp (precedente 28''77 in batteria)


50 farfalla mas
1. Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre) 23''63 pp (precedente 23''67 del 01/08/2017 a Roma)
2. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 23''73
3. Daniele D'Angelo (Marina Militare/CC Aniene) 23''80 pp (precedente 23''86 in batteria)


100 farfalla fem
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 57''70
2. Elena Di Liddo (CC Aniene) 57''75
3. Claudia Tarzia (Esercito/Genova Nuoto My Sport) 58''68 pp (precedente 58''84 del 06/04/2017 a Riccione)


100 dorso mas
1. Thomas Ceccon (Leosport) 53''94 RIJ (precedente 54''24 di Simone Sabbioni del 18/08/2014 a Nanchino)
2. Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9) 54''23
3. Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene) 


200 rana fem
1. Francesca Fangio (SMGM Team Lombardia) 2'26''72 pp (precedente 2'26''94 del 12/08/2015 a Roma)
2. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra) 2'27''92 pp (precedente 2'29''90 del 19/12/2015 a Riccione)
3. Letizia Memo (Piave Nuoto) 2'28''25 pp (precedente 2'29''50 del 10/03/2018 a Milano)


100 rana mas
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 59''33 pp (precedente 59''42 del 25/07/2011 a Shangai)
2. Zaccaria Casna (UISP Bologna) 1'01''26 pp (precedente 1'02''42 del 20/04/2016 a Riccione)
3. Federico Poggio (SMGM Team Lombardia) 1'01''42


200 stile libero fem
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 1'59''71
2. Linda Caponi (Carabinieri/Team Nuoto Toscana) 1'59''94
3. Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene) 2'00''21


4x200 stile libero mas
1. Esercito 7'16''31
Di Fabio 1'49''48, Glessi 1'51''07, Turrini 1'48''79,  Ciampi 1'46''97
1. Carabinieri 7'16''31
Pizzetti 1'47''29, Belotti 1'52''60, Dotto 1'48''70, Megli 1'47''72
3. CC Aniene 7'18''35


Consulta i risultati ufficiali


Atleti qualificati agli Europei (18)


Simone Sabbioni nei 50 dorso in 25''17
Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8'25''82
Domenico Acerenza nei 400 stile libero in 3'46''27
Arianna Castiglioni nei 100 rana in 1'06''91
Martina Carraro nei 100 rana in 1'07''80
Federico Burdisso nei 200 farfalla in 1'57''23
Ilaria Cusinato nei 400 misti in 4'37''14
Carlotta Toni nei 400 misti in 4'39''27
Alessia Polieri nei 400 misti in 4'40''84
Andrea Vergani nei 50 stile libero in 21''70 e nei 50 farfalla in 23''63
Luca Dotto nei 50 stile libero in 22''06
Silvia Scalia nei 50 dorso in 28''30
Ilaria Bianchi nei 100 farfalla in 57''70
Elena Di Liddo nei 100 farfalla in 57''75
Thomas Ceccon nei 100 dorso in 53''94
Francesca Fangio nei 200 rana in 2'26''72
Fabio Scozzoli nei 100 rana in 59''33
Stefania Pirozzi nei 200 stile libero in 1'59''71


CAMPIONATI EUROPEI CRITERI SELEZIONE. Saranno selezionati per gli Europei di Glasgow (3-9 agosto) i campioni italiani primaverili; gli atleti che siano autori nelle finali A di prestazioni pari o migliori dei tempi limite, fino a un massimo di tre nelle gare olimpiche e di due in quelle non olimpiche; le staffette che conseguano i tempi limite considerando la somma dei tempi al via realizzati dai singoli componenti nelle finali A; nelle gare con posti ancora liberi i nuotatori delle categorie giovanili che abbiano realizzato prestazioni di rilevante valore tecnico durante la stagione.
Gli atleti che abbiano concorso a qualificare le staffette a stile libero saranno qualificati di diritto anche nominalmente. Un'eventuale integrazione potrà essere considerata a fronte di tempo inferiori a 54"70 (F) e 48"90 (M) nei 100 stile libero e di 1'59"00 (F) e 1'48"00 (M) nei 200 stile libero, fermo restando la discrezionalità del direttore tecnico Cesare Butini.
Una eventuale integrazione della squadra, per prestazioni di particolare rilievo tecnico, sarà poi valutata dal Consiglio Federale, su proposta discrezionale del Direttore Tecnico Cesare Butini, tenendo conto delle graduatorie internazionali, dei tempi conseguiti durante i Giochi del Mediterraneo (Tarragona 23-25 giugno), il 55^ Trofeo Sette Colli (29 giugno-1 luglio) e di eventuali prestazioni di eccezionale valore tecnico realizzate durante i campionati europei juniores (Helsinki 4-8 luglio).


Foto Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu