Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Mixed mista in finale col record. Miressi avanti

Nuoto
images/large/staffetta.jpg

Una volta era un gioco, adesso è gara olimpica. Non si scherza più. La mista mixed, bronzo d'Europa, chiude la quarta giornata di batterie ai mondiali di Gwangju qualificandosi alla finale col record italiano di 3'44"38 grazie alle frazioni della dorsista Margherita Panziera (1'00"19), del ranista Nicolò Martinenghi (59"50), della delfinista Elena Di Liddo (56"83), quarta nella prova individuale, e dello stileliberista Manuel Frigo (47"86), già quarto con la 4x100 veloce. Conquista il pass per Tokyo 2020 e migliora di 47 centesimi il precedente nuotato per la medaglia continentale la scorsa estate a Glasgow con Fabio Scozzoli in seconda e Alessandro Miressi in quarta frazione.
L'Italia - sesta nel 2015 in 3'45"59 e ottava nel 2017 in 3'46"33 e argento europeo nel 2016 in 3'45"74 - dovrebbe cambiare formazione in finale con l'ingresso di Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli e Federica Pellegrini, impegnata anche nell'ottava finale consecutiva dei 200 stile libero in cui parte col miglior tempo. 
Ai primi cinque posti ci sono gli Stati Uniti (3'41"23) campioni in carica, l'Australia (3'42"22) vice campione, la Russia (3'43"30) vice campione europea, la Gran Bretagna (3'43"37) campione d'Europa e il Canada (3'44"03), bronzo mondiale che ha condiviso la medaglia con la Cina squalificata.
"Sono soddisfatta per record e qualificazione, non per la frazione che è al di sotto delle aspettative - commenta Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) - Non so perché in allenamento mi sento bene e in gara si spegne la luce. Passaggio lento, ritorno pure. Spero di trovare un passo migliore nel 200". "Era importante tornare a gareggiare subito dopo le prestazioni precedenti da cui mi aspettavo di più - continua Martinenghi (Fiamme Oro / NC Brebbia) - Il tempo è buono e sono contento di aver contribuito al record di una staffetta ambiziosa". "Ho nuotato bene e con buone sensazioni - prosegue Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene), unica confermata in finale del quartetto - Il primo 50 ero in acque calme, nel secondo ho inghiottito tutta la schiuma generata dal polacco che mi affiancava dalla parte dove respiravo. Era importante entrare in finale. E' una bella staffetta, divertente, ma che merita rispetto perché olimpica e ormai tutti la fanno". "Sono contento perché era il mio obiettivo nuotare di nuovo sotto i 48 secondi", conclude Manuel Frigo (Team Veneto).
In precedenza Alessandro Miressi aveva raggiunto le semifinali dei 100 stile libero con una gara attenta e controllata. Il campione europeo nuota in 48"57 (passaggio ai 50 in 23"48), 4 centesimi più lento della batteria dei campionati europei di Glasgow poi vinti in 48"01. "Ho nuotato meglio che in staffetta con una progressione giusta - racconta il torinese che compirà 19 anni il prossimo 2 ottobre e ha chiuso la 4x100 stile libero in 47"57 - Avevo puntato Kyle Chalmers (australiano campione olimpico che finisce decimo in 48"66, ndr) e sono riuscito pure a mettergli la mano davanti. Di solito nel pomeriggio do sempre qualcosa in più. Per entrare in finale ci sarà da lottare e probabilmente servirà migliorare il personale (record italiano di 47"92, ndr). Proverò a velocizzare il passaggio e a tenere duro", conclude l'azzurro tesserato per Fiamme Oro Roma e Centro Nuoto Torino, allenato da Antonio Satta.
Il miglior tempo è dello statunitense Calaeb Dressel; il campione in carica, che punta a vincere otto gare dopo le sette di Budapest 2017, chiude in 47"32 (22"68 al passaggio), già 31 centesimi al di sotto del tempo con cui aveva aperto la staffetta d'oro domenica scorsa. Solo altri due atleti nuotano già sotto i 48": in 47"92 il russo Vladislav Grinev (che si è presentato al mondiale col secondo tempo stagionale di 47"43 e che ha aperto la staffetta d'argento in 47"83) e in 47"95 il brasiliano Marcelo Chierighini. Dentro rischiando sia il bronzo mondiale ed europeo francese Mehdy Metella (13esimo in 48"71) sia il vice campione olimpico belga Pieter Timmers (14esimo in 48"76). Eliminato, e lontano dalle sue possibilità, l'italo-canadese Santo Condorelli (Aurelia Nuoto), 18esimo in 48"80 (23"13 al passaggio), a tre centesimi dall'ultimo tempo utile per accedere al turno successivo. Sarebbe bastato il 48"72 nuotato in prima frazione di staffetta.
Supera le batterie Ilaria Cusinato nei 200 farfalla che chiude col 12esimo tempo di 2'10"03 (1'02"08 a metà gara), ovvero col sesto tempo della carriera e parecchio margine considerato il primato personale di 2'08"78 nuotato agli assoluti di Riccione nell'aprile scorso. "Sono contenta per la prestazione perché è stata dura dopo il primo giorno, l'eliminazione nelle semifinali dei 200 misti e la piccola crisi che ho avuto - racconta l'atleta di Fiamme Oro e Team Veneto, che studia "mediazione linguistica, settore criminologia" ed è allenata da Alessandro Chinellato a Tezze sul Brenta dopo un lungo periodo al centro federale di Ostia con il tecnico Stefano Morini - Ho voltato pagina, ma ho mille pensieri cui dare risposte. Comunque è molto difficile entrare in finale, ma a me interessa il tempo e la valutazione che do a me stessa". Il miglior risultato della padovana di Cittadella, che compirà 20anni il prossimo 5 ottobre, è il settimo posto agli europei di Glasgow dove ha conquistato l'argento sia nei 200 sia nei 400 misti. Recentemente si è pure piazzata quarta alla 30esima edizione delle Universiadi di Napoli, che ha aperto come portabandiera della delegazione italiana e col bronzo nei 400 misti.
Il primo tempo delle batterie è firmato dalla statunitense Hali Flickinger (primatista stagionale) in 2'05"96, seguita dalle ungheresi Boglarka Kapas, campionessa europea, e Liliana Szilagy in 2'07"60 e 2'08"16. La campionessa olimpica e mondiale, la spagnola Mireia Belmonte strappa l'ultimo pass utile col 16esimo tempo di 2'10"63. La vice campionessa mondiale tedesca Franziska Hentke è sesta in 2'08"69 in ex aequo con la britannica Alys Thomas, bronzo europeo. La vice campionessa europea russa Svetlana Chimrova è quarta in 2'08"26.
Sfortunata Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene) che si ferma ad un centesimo dalle semifinali col 17esimo tempo dei 50 dorso in 28"30; la 24enne di Lecco - che ha vinto alle Universiadi di Napoli conquistando pure il bronzo nei 100 - era stata la prima delle escluse anche nei 100 in 1'00"74. 
Si torna in vasca alle 20:00 locali, le 13:00 italiane, con in finale Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti negli 800 stile libero, Federica Pellegrini nei 200 stile libero, Federico Burdisso nei 200 farfalla e Fabio Scozzoli nei 50 rana.

Risultati delle batterie

50 dorso F
RI 27"89 di Silvia Scalia il 3 aprile 2019 agli assoluti di Riccione
1. Fu Yuanhui (Chn) 27"70
17. Silvia Scalia 28"30 eliminata

100 sl M
RI 47"92 di Alessandro Miressi il 12 agosto 2018 ai campionati di categoria di Roma
1. Calaeb Dressel (Usa) 47"32
8. Alessandro Miressi 48"57 qualificato alle semifinali
18. Santo Yukio Condorelli 48"80 (pp 47"88 - nuotato col Canada - il 10/8/2016) eliminato

200 misti M
RI 1'58"33 di Alessio Boggiatto il 29 luglio 2009 ai mondiali di Roma
MPT 1'58"86 di Federico Turrini il 12 aprile 2013 agli assoluti di Riccione
1. Laszlo Cseh (Hun) 1'57"79
Thomas Ceccon dns

200 farfalla F
RI 2'06"50 di Caterina Giacchetti il 26 maggio 2009 ai Giochi del Mediterraneo di Pescara
MPT 2'07"49 di Alessia Polieri il 21 maggio 2016 agli europei di Londra
1. Hali Flickinger (Usa) 2'05"96
12. Ilaria Cusinato 2'10"03 (pp 2'08"78 il 13/4/2018) qualificata alle semifinali
Ilaria Bianchi dns

4x100 mixed mista
prec. RI 3'44"85 della nazionale il 6 agosto 2018 agli europei di Glasgow
con Margherita Panziera, Fabio Scozzoli, Elena Di Liddo e Alessandro Miressi
1. Stati Uniti 3'41"23
2. Australia 3'42"22
3. Russia 3'43"30
6. Italia 3'44"38 RI qualificata alla finale
Margherita Panziera (1'00"19), Nicolò Martinenghi (59"50), Elena Di Liddo (56"83), Manuel Frigo (47"86)

Programma semifinali e FINALI dalle 20:00 locali (le 13:00 italiane)

800 STILE LIBERO M
RE 7'40"77 di Gabriele Detti il 26 luglio 2017 ai mondiali di Budapest
con Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti

200 STILE LIBERO F
RM 1'52"98 di Federica Pellegrini il 29 luglio 2009 ai mondiali di Roma
MPT 1'54"55 di Federica Pellegrini il 26 giugno 2016 al Sette Colli di Roma
con Federica Pellegrini

100 sl M
RI 47"92 di Alessandro Miressi il 12 agosto 2018 ai campionati di categoria di Roma

con Alessandro Miressi

50 dorso F senza italiane

200 FARFALLA M
RI 1'54"64 di Federico Burdisso il 2 aprile 2019 agli assoluti di Riccione
con Federico Burdisso

50 RANA M
prec. RI 26"73 di Fabio Scozzoli il 14 aprile 2018 agli assoluti di Riccione
con Fabio Scozzoli

200 farfalla F
RI 2'06"50 di Caterina Giacchetti il 26 maggio 2009 ai Giochi del Mediterraneo di Pescara

MPT 2'07"49 di Alessia Polieri il 21 maggio 2016 agli europei di Londra
con Ilaria Cusinato (pp 2'08"78 il 13/4/2018)

200 misti M senza italiani

4X100 MIXED MISTA con l'Italia
RI 3'44"38 in batteria
con Margherita Panziera (1'00"19), Nicolò Martinenghi (59"50), Elena Di Liddo (56"83), Manuel Frigo (47"86)
prec. RI 3'44"85 della nazionale il 6 agosto 2018 agli europei di Glasgow
con Margherita Panziera, Fabio Scozzoli, Elena Di Liddo e Alessandro Miressi

consulta i risultati ufficiali

foto deepbluemedia.eu