Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Sette Colli. Convocati e punto del dt Butini

Nuoto
images/large/loc_settecolli_2019_17_6_19.jpg

Il countdown è terminato. Le iscrizioni sono chiuse. Dal 21 al 23 giugno andranno in scena gli Internazionali di Nuoto - il 56° trofeo Sette Colli, tappa dell'innovativo circuito LEN Swimming Cup, come di consueto, trasmesso da Rai Sport + HD. Finali sotto le stelle, dalle 18:45 alle 21:00, anticipate dal pre-show che sarà possibile seguire anche in streaming sul sito della Federazione Italiana Nuoto. Batterie venerdì e sabato dalle 10:00, domenica dalle 9:30.
Il Trofeo Sette Colli compie cinquantasei anni e ormai è diventato un test-event internazionale cui nessuno vuole rinunciare. Il tasso tecnico e la visibilità mediatica lo rendono unico e prezioso alla viglia degli appuntamenti principali della stagione. In questo caso si affaccia sulle Universiadi di Napoli e sui campionati del mondo che si svolgeranno a Gwangju, in Corea del Sud, dal 21 al 28 luglio.
Quest'anno le iscrizioni hanno superato i 500 atleti italiani e stranieri in rappresentanza di 39 Paesi.
Insieme agli azzurri, capitanati dagli olimpionici Gregorio Paltrinieri e Federica Pellegrini, sono attese molteplici star del movimento come gli ori olimpici Katinka Hosszu e Florent Manaudou, al rientro alle gare dopo circa tre anni, Ranomi Kromowidjojo ed Adam Peaty, Chad Le Clos e Femke Heemskerk e Pernille Blume.
Confermata anche la presenza dei campioni paralimpici, ai quali è riservata la gara regina della velocità, i 100 stile libero.

Il punto del direttore tecnico Cesare Butini. "Ormai siamo alla vigilia degli Internazionali di Nuoto - Trofeo Sette Colli che rappresenta, come consuetudine, l'ultima possibilità di completamento della squadra che parteciperà ai campionati mondiali. La manifestazione, continua a crescere dal punto di vista tecnico ed organizzativo, ci darà il termometro della potenzialità della nostra nazionale. Le selezioni dell'aprile scorso hanno confermato il trend positivo di prestazioni con 21 qualificati e la qualificazione di 5 delle 7 staffette olimpiche. In accordo con la direzione tecnica, abbiamo definito le posizioni critiche di alcuni atleti; in primis è stata confermata la presenza della giovane Benedetta Pilato ritenendo che, nonostante i numerosi impegni internazionali della sua categoria, la partecipazione a un mondiale sia una occasione formativa per la sua crescita tecnica. Sono stati inoltre qualificati a livello individuale i due campioni europei Alessandro Miressi (100 stile libero) e Piero Codia (100 farfalla) che avevano ottenuto già la qualifica come staffettisti. Ilaria Cusinato (medagliata europea di Glasgow) parteciperà alle gare di misti; Silvia Scalia, in virtù dei due record italiani e della prestazione dei 100 dorso, gareggerà nei 50 dorso; Nicolò Martinenghi sarà iscritto anche nella gara dei 100 rana; infine Domenico Acerenza sarà iscritto ai 1500 ai quali non prenderà parte Gabriele Detti. Agli Internazionali di Nuoto dovremmo comunque definire la composizione di staffette qualificate tra le quali sono confermate esclusivamente la 4x100 e 4x200 stile libero maschili e le 4x100 miste maschili e femminili. Dobbiamo infatti valutare con attenzione la situazione della staffetta 4x200 stile libero femminile che ha ottenuto il limite anche grazie alla prestazione di Simona Quadarella, che potrebbe non essere disponibile perché impegnata il giorno dopo nelle batterie degli 800 stile libero, così come sarebbe sub judice l'eventuale inserimento di Margherita Panziera perché impegnata l'indomani nelle batterie dei 200 dorso; inoltre, nella stessa giornata della staffetta, Federica Pellegrini dovrà affrontare le batterie e semifinali dei 100 stile libero. Anche le staffette stile libero maschili sono in cerca di definizione; le grandi potenzialità della staffetta veloce, con già tre atleti qualificati, impongono di scegliere con accuratezza il lotto dei convocati. La 4x200 acquista una maggiore valenza a seguito della scelta di Detti di non disputare i 1500, aprendo così lo scenario di una sua possibile presenza in finale. Ovviamente la nostra volontà è di qualificare il maggior numero di staffette alle Olimpiadi di Tokyo già dai mondiali (passano le prime 12); in questa ottica è mia intenzione garantire la qualità delle staffette miste, laddove possibile con una seconda opportunità per ogni stile. Avremo anche un’attenzione particolare per le staffette mixed in relazione alla densità del programma di gara. Per le staffette femminili dello stile libero attendiamo una prova di qualità dalle nostre sprinter, mentre dalla 4x200 mi aspetto uno scatto d'orgoglio da parte del gruppo affinché si eviti l'impiego nei due turni di atlete fortemente impegnate in altre gare del programma individuale".

consulta il sito ufficiale

Internazionali di Nuoto / 56° trofeo Sette Colli

Atleti: Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli), Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto), Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport), Piero Codia (Esercito / CC Aniene), Santo Yukio Condorelli (Aurelia Nuoto), Marco De Tullio (Fiamme Oro / Swim Project), Gabriele Detti (Esercito / Rane Rosse), Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto), Manuel Frigo (Team Veneto), Lorenzo Glessi (Esercito / Gorizia Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro / CN Brebbia), Filippo Megli (Carabinieri / Fiorentina NC), Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto), Luca Pizzini (Carabinieri / IC Bentegodi), Matteo Restivo (Carabinieri / Florentia NC), Simone Sabbioni (Esercito / Swim Pro SS9), Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto), Ivano Vendrame (Esercito / Larus Nuoto), Mattia Zuin (Fiamme Oro / Nottoli 94); Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91), Martina Carraro (Fiamme Azzurre / Azzurra 91), Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika), Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto), Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene), Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene), Federica Pellegrini (CC Aniene), Benedetta Pilato (Fimco), Simona Quadarella (Fiamme Rosse / CC Aniene), Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene), Alisia Tettamanzi (Marina Militare / Nuotatori Milanesi), Carlotta Zofkova (Carabinieri / Imolanuoto).  

Staff tecnico: direttore tecnico Cesare Butini, tecnici federali Fabrizio Bastelli, Stefano Franceschi, Matteo Giunta, Gianni Leoni, Stefano Morini e Claudio Rossetto, medico federale Lorenzo Marugo, fisioterapisti Stefano Amirante, Alessandro Del Piero, Marco Morelli e Maurizio Solaroli. 

La conferenza stampa

Il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, insieme al Sindaco di Roma Virginia Raggi e al direttore tecnico della nazionale Cesare Butini, presenterà la 56esima edizione del trofeo Sette Colli / Internazionali di Nuoto con una conferenza stampa che si terrà al Circolo del Tennis del Foro Italico, in via dei Gladiatori 31, a Roma, giovedì 20 giugno alle ore 12:30. Presente l'intera squadra nazionale di nuoto. 
In occasione della conferenza stampa sarà possibile ritirare l'accredito per la manifestazione. 
Chi ancora non ha completato la procedura di accredito (deadline 18 giugno ore 20:00) può collegarsi al seguente link 
https://www.federnuoto.it/nuoto-extra/2018-2019-3/4144-media-accreditation-form-internazionali-di-nuoto-56%C2%B0-trofeo-settecolli-roma,-21-23-giugno-2019/file.html