Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Report batterie della 4^ giornata

Nuoto
images/joomlart/article/c6843acba7cc902fd88680bed8c2e751.jpg

Facile accesso alla finale degli 800 stile libero per i gemelli d'oro del nuoto italiano. Gregorio Paltrinieri firma il primo tempo delle batterie in 7'49"87 poco meno di 18 ore dopo il record europeo con la seconda prestazione all time nuotata nei 1500 in 14'34"04. Tocca dopo 1"53 Gabriele Detti per il secondo tempo delle eliminatorie in 7'51"40 che già aveva nuotato due serie di 400 per l'oro e dei 1500 per l'argento in tre giorni di competizione. Terzo tempo dell'ucraino Mykhaylo Romanchuk (7'51"83), mercoledì di bronzo e a tratti insidioso.  
E' giusto aspirare ad un'altra doppietta nella distanza non olimpica - quindi poco lavorata in stagione - che incontra le peculiarità dei due azzurri per una sfida tutta da gustare. "Il tecnico Stefano Morini ci ha detto di non esagerare; di nuotare senza sprecare eccessive energie e non ingarellarsi negli ultimi metri - spiega Detti (Esercito / Team Lombardia), 21enne livornese nipote del 'Moro', che ha detenuto il primato europeo della distanza in 7'42"74, prima che Paltrinieri se lo prendesse in 7'40"81 per l'argento mondiale dietro a Sun Yang - L'importante era nuotare vicini la finale. Abbiamo dormito poco e le emozioni di ieri ancora si fanno sentire". "Volevo entrare in finale accanto a Gabriele - ripete Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto), nato a Carpi una settimana dopo il gemello di corsia - Sono abbastanza stanco; non ho riposato con tranquillità. Non ho ancora rivisto i 1500, ma ho studiato i passaggi e sono andato molto forte soprattutto nelle frazioni centrali che secondo me potrebbero essere decisive nel confronto olimpico con Sun Yang".
Senza rischiare, la staffetta 4x200 femminile si qualifica alla finale col quarto tempo di 7'59"52 e le frazioni di Stefania Pirozzi in 2'00"80, Martina De Memme in 2'00"43, Erica Musso in 1'59"24 ed Alice Mizzau in 1'59"05. "Siamo argento mondiale e leader in Europa da quattro anni - ricorda Mizzau, 23enne di Fiamme Gialle e Team Veneto che si allena a Sabadell con Fred Vergnaux e Mireia Belmonte - Abbiamo nuotato con tranquillità e controllato la gara per ottenere una comoda qualificazione. In finale sarà tutto molto diverso" e ci sarà Federica Pellegrini.
Ilaria Scarcella e Francesca Fangio superano le eliminatorie dei 200 rana rispettivamente con l'11esimo tempo di 2'28"67 e il 15esimo di 2''30"65; eliminata Lisa Fissneider, 20esima in 2'30"65. Tempi transitori in attesa delle semifinali. "Ho sempre difficoltà in batteria e oggi ne ho avute più del solito - commenta Scarcella, genovese che compirà 23 anni il 6 luglio; allenata da Massimo Meloni per il CC Aniene - Ero molto rigida. Avrei voluto nuotare in un secondo di meno; comunque l'importante era rompere il ghiaccio ed entrare in semifinale", conclude la primatista italiana con costume gommato (2'23"32) con un personale in tessuto di 2'25"52. Insoddisfatta anche l'esordiente Fangio, 20enne livornese allenata da Renzo Bonora per il Team Nuoto Lombardia: "Sto vivendo un'esperienza fantastica. In allenamento mi sentivo molto bene e mi aspettavo di più. Il tempo è piuttosto alto. Proverò a fare meglio in semifinale". Il miglior tempo delle eliminatorie è della britannica Molly Renshaw che in 2'24"70 precede la compagna di squadra Chloe Tutton (2'25"79) e la danese Rikke Moeller Pedersen (2'25"90), primatista mondiale in 2'19"11 e campionessa in carica.
Luca Dotto e Filippo Magnini nuoteranno le semifinali dei 100 stile libero, a cui si qualificano rispettivamente con il quinto tempo di 48"68 e il 14esimo di 49"25. Avanti a tutti il francese Clement Mignon in 48"40, seguito dal serbo Velimir Stjepanovic (argento nei 200 in 1'46"26 e sesto nei 400), secondo in 48"59, e dall'olandese Sebastiaan Verschuren (campione dei 200 in 1'46"02), terzo in 48"61. Fuori dai giochi il podio uscente: non iscritti i francesi Florent Manaudou e Fabien Gilot; eliminato col 19esimo tempo Luca Leonardi in 49"37, così come l'esordiente Jonathan Boffa, 36esimo in 49"99. Assenti pure i russi Vladimir Morozov e Andrey Grechin: della top ten stagionale ci sono solo Dotto (47"96) e Mignon (48"01) ed attenzione al belga Pieter Timmers, che in staffetta ha nuotato 47"37 lanciato e un comodo 48"84 in batteria.
"Ho nuotato senza tensione, controllando la gara - ammette Dotto, 26enne padovano di Camposampiero, allenato dal tecnico federale Claudio Rossetto a Roma per Larus e Forestale - Non ho forzato e ho tenuto una bracciata fluida per un buon tempo di qualifica. Ci sono ampi margini di miglioramento in semifinale", conclude l'unico italiano sotto al muro dei 48 secondi, che non è mai salito sul podio europeo a livello individuale malgrado l'argento mondiale conquistato nei 50 stile libero a Shanghai nel 2011. "L'obiettivo era la semifinale - continua Filippo Magnini, 34enne pesarese allenato da Matteo Giunta e tesserato per il CC Aniene - Ho nuotato abbastanza bene, ho cercato la progressione e ho ricevuto buone sensazioni", in attesa della semifinali che il bicampione mondiale e tricampione europeo proverà a nuotare sotto i 49 secondi per ottenere il pass olimpico di staffetta. Il limite individuale è 48"5.
Buon terzo tempo di Ilaria Bianchi nelle batterie dei 100 farfalla in 58"34, dietro alla primatista mondiale svedese Sarah Sjoestroem (55"64) e alla danese Jeanette Ottesen, uniche sotto i 58 secondi in 57"20 e 57"86 e sempre in concorrenza per la medaglia d'oro nelle ultime edizioni di mondiali ed europei. Passa il turno anche Silvia Di Pietro con l'undicesimo crono di 59"16. "Va bene la qualificazione - assicura Bianchi, bronzo uscente e già qualificata per la terza Olimpiade consecutiva nella specialità - Dovrò passare più veloce perché in questo momento non sono in condizione di fare miracoli nella vasca di ritorno. Ho buone sensazioni e la vasca mi piace", chiosa la 26enne bolognese di Castel San Pietro Terme allenata dal tecnico federale Fabrizio Bastelli all'Azzurra 91 e tesserata pure per le Fiamme Azzurre. Meno rilassata Di Pietro, argento con la 4x100 e settima nei 100 stile libero. "Sapevo che avrei faticato. Sto partecipando a molte gare senza risparmiarmi - continua la 23enne romana allenata da Mirko Nozzolillo per Forestale e CC Aniene - L'importante era entrare in semifinale dove proverò ad andare più forte".


Giovedì 19 maggio - batterie 4^ giornata, dalle 10 ora locale

200 rana fem.
RI 2'23"32 di Ilaria Scarcella il 30 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'25"23 di Elisa Celli il 20 dic 2013 a Riccione
1. Molly Renshaw 2'24"70
11. Ilaria Scarcella 2'28"67 (pp in tessuto 2'25"52 del 2015) qual. alle semifinali
15. Francesca Fangio 2'30"08 (pp 2'26"94 del 2015) qual. alle semifinali
20. Lisa Fissneider 2'30"65 (pp 2'26"01 del 2011) eliminata

100 sl mas.
RI 47"96 di Luca Dotto il 21 apr 2016 a Riccione
1. Clement Mignon (Fra) 48"40
5. Luca Dotto 48"68 qual. alle semifinali
14. Filippo Magnini 49"25 (pp 48"04 del 2009 / pp in tessuto 48"12 del 2005) qual. alle semifinali
19. Luca Leonardi 49"37 (pp 48"38 del 2014) eliminato
36. Jonathan Boffa 49"99 (pp 49"44 del 2016) eliminato

100 farfalla fem.
RI 57"27 di Ilaria Bianchi il 29 lug 2012 alle Olimpiadi di Londra
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 57"20
3. Ilaria Bianchi 58"34 qual. alle semifinali
11. Silvia Di Pietro 59"16 (pp 58"52 del 2014) qual. alle semifinali
36. Alessia Polieri 1'02"92 (pp 1'01"15 del 2011) eliminata

800 sl mas.
RE 7'40"81 di Gregorio Paltrinieri il 5 ago 2015 ai mondiali di Kazan
1. Gregorio Paltrinieri 7'49"87 qual. alla finale
2. Gabriele Detti 7'51"40 (pp 7'42"74 del 2014) qual. alla finale

4x200 sl fem.
RI 7'46"57 della Nazionale
con Renata Fabiola Spagnolo, Alessia Filippi, Alice Carpanese, Federica Pellegrini
1. Spagna 7'57"20
4. Italia 7'59"52 qual. alla finale
con Stefania Pirozzi (2'00"80), Martina De Memme (2'00"43), Erica Musso (1'59"24), Alice Mizzau (1'59"05)


consulta i risultati ufficiali


Giovedì 19 maggio - semifinali e finali 4^ giornata, dalle 18 ora locale

800 sl fem. FINALE
RI 8'17"21 di Alessia Filippi il 1° ago 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 8'20"70 di Alessia Filippi il 7 giu 2008 a Roma
Diletta Carli pp 8'28"22 del 2016
Simona Quadarella pp 8'28"06 del 2016

200 misti fem. FINALE
RI 2'11"25 di Alessia Filippi il 29 mag 2009 a Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'12"71 di Ilaria Cusinato il 23 apr 2016 a Riccione
Sara Franceschi pp 2'12"82 del 2016
Carlotta Toni pp 4'39"60 in batteria

100 sl mas.
RI 47"96 di Luca Dotto il 21 apr 2016 a Riccione
Luca Dotto
Filippo Magnini pp 48"04 del 2009 / pp in tessuto 48"12 del 2005

100 farfalla fem.
RI 57"27 di Ilaria Bianchi il 29 lug 2012 alle Olimpiadi di Londra
Ilaria Bianchi
Silvia Di Pietro pp 58"52 del 2014

200 rana mas. FINALE
RI 2'08"50 di Loris Facci il 30 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'10"62 di Luca Pizzini il 23 apr 2016 a Riccione
Luca Pizzini

100 dorso fem. FINALE
RI 1'00"22 di Elena Gemo il 13 giu 2015 a Roma
Carlotta Zofkova pp 1'00"44 del 2014

200 farfalla mas. FINALE
RI 1'55"94 di Joseph Davide Natullo il 13 ago 2009 a Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'56"18 di Francesco Pavone il 7 lug 2015 a Gwangju
Giacomo Carini 1'56"81 pp in semifinale

200 rana fem.
RI 2'23"32 di Ilaria Scarcella il 30 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'25"23 di Elisa Celli il 20 dic 2013 a Riccione
Ilaria Scarcella pp in tessuto 2'25"52 del 2015
Francesca Fangio pp 2'26"94 del 2015

50 dorso mas. FINALE
nessun italiano qualificato

4x200 sl fem. FINALE
RI 7'46"57 della Nazionale
con Renata Fabiola Spagnolo, Alessia Filippi, Alice Carpanese, Federica Pellegrini
Italia


foto Staccioli / Perottino deepbluemedia.eu