Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Report batterie della 5^ giornata

Nuoto
images/joomlart/article/31de774c1c94f3445dfec1bc245ec729.jpg

Supera le batterie col sorriso Federica Pellegrini, che firma il secondo tempo dei 200 stile libero in 1'57"96 (57"92 al passaggio di metà gara). Cinque centesimi in meno per Femke Heemskerk (1'57"91), che giovedì ha portato la 4x200 olandese al bronzo con l'ultima frazione da 1'55"16. Al passo delle uniche atlete sotto al minuto e 58, la francese Charlotte Bonnet e la spagnola Patricia Castro Ortega, rispettivamente in 1'58"54 e 1'58"72. Passa pure Martina De Memme, 12esima in 2'00"06; eliminate Alice Mizzau, 17esima in 2'00"78, ed Erica Musso, 22esima in 2'01"23. Rinuncia la svedese Sarah Sjoestroem, che aveva aperto la staffetta in 1'55"30 - miglior tempo stagionale di Pellegrini ai campionati italiani - e che ha già nuotato 1'54"87. Non iscritta l'ungherese Katinka Hosszu, d'oro con la staffetta e l'ultima frazione da 1'56"65 pochi minuti dopo il successo nei 200 misti e il secondo posto nei 200 dorso. "Desideravo un test contro avversarie internazionali prima delle Olimpiadi. Il tempo è un buon riscontro; Heemskerk va molto forte; invece pensavo che Sjoestroem nuotasse; voci di corridoio indicavano che avrebbe rinunciato alla finale, ma non ha inciso sulla mia scelta di partecipare alla gara individuale. In semifinale cercherò di dosarmi di più", racconta 27enne di Spinea, tra l'altro campionessa europea ininterrottamente dal 2010 ed allenata da Matteo Giunta al centro federale di Verona per il CC Aniene. Soddisfatta anche De Memme: "Sono molto contenta. Pensavo di nuotare 1'59 alto. Ho fatto qualcosa in più, ma non tanto. Sono partita all'attacco. Passaggi veloci, buona nuotata in scia e all'ultima vasca ho mollato un po'. Il mio obiettivo è il tempo delle Olimpiadi che già avevo nelle braccia ai campionati italiani", conclude la 24enne livornese allenata in Turchia da Corrado Rosso. Il tempo limite per la staffetta è 1'58"8, individuale è 1'57"5. Il suo personale è 1'59"14. C'è da scendere parecchio.
La staffetta mixed stile libero si qualifica comodamente alla finale col secondo tempo di 3'28"56 grazie alle frazioni di Luca Leonardi (49"30), Jonathan Boffa (49"21), Aglaia Pezzato (55"00) ed Erika Ferraioli (55"05). Gli azzurri sono i campioni in carica della specialità introdotta a Berlino 2014. In quell'occasione parteciparono quattro squadre; adesso ne sono iscritte 14, di cui 10 hanno partecipato alle batterie. Il miglior tempo è dell'Olanda in 3'26"89. In finale subentreranno le punte con Filippo Magnini in prima frazione a caccia del pass olimpico, Luca Dotto precedentemente impegnato nella finale individuale in cui si giocherà la medaglia d'oro e Federica Pellegrini che nuoterà le semifinali dei 200 stile libero. "Era importante centrare la qualificazione - dice Ferraioli, 30enne romana di Esercito e CC Aniene, allenata da Mirko Nozzolillo e confermata nella squadra per la finale - Ci sono alcune selezioni molto forti; noi siamo gli outsider da temere per insidiare le pretendenti al podio".
Christopher Ciccarese e Luca Mencarini si qualificano alle semifinali dei 200 dorso nella prima serie di eliminatorie della quinta giornata della 33esima edizione dei campionati europei di nuoto, in svolgimento all'Aquatcs Centre di Londra, sede delle Olimpiadi del 2012. I nuotatori romani, entrambi tesserati per Fiamme Oro e CC Aniene, registrano rispettivamente il settimo tempo con 1'59"08 e il nono con 1'59"19. Il miglior crono delle eliminatorie è dell'ungherese David Foldhazi, unico sotto al muro dell' 1'58 in 1'57"69. Al secondo posto il campione europeo dal 2012 e vice campione del mondo polacco Radoslaw Kawecki in 1'58"41. Non iscritto il russo Evgeny Rylov che il 21 aprile scorso ha portato il record europeo sull' 1'54"21.
"Avevo detto che sarebbe stata tutta un'altra storia rispetto ai 100 - ricorda Ciccarese, 25enne allenato da Mirko Nozzolillo - Ho dato il massimo perché il sogno di ogni atleta è partecipare alle Olimpiadi. In semifinale proverò a dare tutto quello che ho per centrare l'obiettivo". "Belle sensazioni. Ho nuotato tranquillo. C'è entusiasmo", dichiara Mencarini, 20enne allenato da Massimo Meloni, ottavo due anni fa. Il tempo limite è sull' 1'57"3, molto vicino ai personali degli azzurri.
Molto bene Piero Codia e Matteo Rivolta, che superano il turno nei 100 farfalla rispettivamente col secondo tempo di 52"38 e il sesto di 52"65. Crono interlocutori in attesa delle semifinali dove proveranno ad avvicinare i personali migliorati ai campionati italiani per risultati da pass olimpici. "Era importante passare senza disperdere troppe energie. Buono il passaggio in 24"49 e il ritorno in 27"89. Gara bilanciata. Sono tranquillo e mi sento abbastanza in forma. Per adesso va bene così; nel pomeriggio butterò giù qualcosa", racconta Codia, 26enne triestino di Esercito e CC Aniene, allenato da Alessandro D'Alessandro, che detiene il primato italiano in 51"42, quarto tempo mondiale stagionale. Tranquillo anche Rivolta: "Pensavo di andare più forte. Ho seguito il polacco Konrad Czerniak, che mi ha tirato la gara. Sono un po' contratto, ma mi capita spesso al mattino. Spero di scendere di qualche decimo in semifinale", sottolinea il 24enne milanese di Fiamme Oro e Team Insubrika allenato a Roma da Mirko Nozzolillo. Il miglior tempo è dell'ungherese Laszlo Cseh, argento nelle ultime due edizioni, in 52"05. Eliminato Giacomo Carini, 34esimo in 53"94.
Conferma Elena Gemo; sorpresa Carlotta Zofkova nei 50 dorso. La 29enne padovana, tesserata a Roma per il CC Aniene ed allenata da Mirko Nozzolillo, chiude col decimo tempo di 28"67 senza particolari patemi. "Molto meglio i 50 rispetto ai 100 - riconosce l'azzurra del gruppo sportivo della Forestale - già finalista nel 2010 (8^) e nel 2014 (7^) - Ho avvertito buone sensazioni e fatto una buona partenza. Devo limare qualcosa in semifinale, ma sicuramente la sento una gara più confacente alle mie caratteristiche". Dentro per un soffio Zofkova, 23enne di Imola che si allena al centro federale di Verona con Tamas Gyertyanffy: "Non mi aspettavo di superare il turno - ammette l'azzurra tesserata per Forestale e Imolanuoto, sesta nelle ultime due edizioni europee - Alla fine ho perso un po' le braccia, anche la partenza non è stata un granché. Cercherò di sfruttare questo regalo". Il miglior tempo è della britannica Georgia Davies in 27"87, unica atleta sotto i 28 secondi ed argento uscente. La campionessa in carica, l'altra britannica Francesca Halsall, ha il terzo tempo in 28"12. Tra le due la danese Mie Nielsen, campionessa in carica dei 100 e  bronzo uscente, in 28"02.
Terzo tempo per Andrea Toniato in 27"37 e 12esimo per Fabio Scozzoli in 27"84 nelle eliminatorie dei 50 rana che qualificano entrambi gli azzurri. Avanti a tutti c'è il protagonista più atteso, il britannico Adam Peaty col miglior tempo mondiale stagione di 26"93, unico sotto i 27 secondi. Il bicampione del mondo e primatista mondiale (26"42) è campione uscente ed in carica dei 100 in 58"36. "Dopo il riscaldamento pensavo di far meglio - sottolinea Toniato, 25enne padovano di Cittadella allenato da Tamas Gyertyanffy al centro federale di Verona - E' tra i migliori tempi che ho mai nuotato (il quinto, ndr) e spero di andare più forte sin dalle semifinali", conclude l'atleta di Fiamme Gialle e Team Veneto. Lontano dalla forma migliore Scozzoli, vicecampione mondiale ed europeo della specialità nel biennio 2011-2012. "Non sono in perfette condizioni e peraltro sono anche un po' raffreddatto - spiega l'atleta di Esercito ed Imolanuoto che si allena insieme a Toniato - L'importante era entrare in semifinale".
Seconda finale per la debuttante Simona Quadarella, autrice del quinto tempo nelle batterie dei 1500 in 16'26"45. "Mi sento molto meglio rispetto agli 800 - racconta la 17enne romana allenata da Christian Minotti per il CC Aniene - Sono partita tranquilla e fino ai 1000 metri credo di aver disputato una buona gara. Dopo ho cominciato a faticare. Sono contenta per la seconda finale degli europei. Proverò ad avvicinare il personale", di 16'05"61. Quadarella si è piazzata quinta nella finale degli 800 vinta dall'ungherese Boglarka Kapas, autrice del miglior tempo delle batterie in 16'14"43. Secondo crono per la spagnola Mireia Belmonte Garcia in 16'14"74.


Venerdì 20 maggio - batterie 5^ giornata


200 dorso mas.
RI 1'56"91 di Damiano Lestingi il 5 mar 2009 a Riccione
Migliore prestazione in tessuto 1'57"21 di Christopher Ciccarese il 10 apr 2014 a Riccione
1. David Foldhazi (Hun) 1'57"69
7. Christopher Ciccarese 1'59"08 qual. alle semifinali
9. Luca Mencarini 1'59"19 (pp 1'57"45 del 2015) qual. alle semifinali


200 sl fem.
RM 1'52"98 di Federica Pellegrini il 29 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'55"00 di Federica Pellegrini il 4 lug 2015 a Vichy
1. Femke Heemskerk (Ned) 1'57"91
2. Federica Pellegrini 1'57"96 qual. alle semifinali
12. Martina De Memme 2'00"06 (pp 1'59"14 del 2015) qual. alle semifinali
17. Alice Mizzau 2'00"78 (pp 1'57"37 del 2015) eliminata
22. Erica Musso 2'01"23 (pp 1'58"65 del 2015) eliminata


100 farfalla mas.
RI 51"42 di Piero Codia il 20 apr 2016 a Riccione
1. Laszlo Cseh (Hun) 52"05
2. Piero Codia 52"38 qual. alle semifinali
6. Matteo Rivolta 52"65 (pp 51"54 del 2016) qual. alle semifinali
34. Giacomo Carini 53"94 (pp 53"19 del 2016) eliminato


50 dorso fem.
RI 28"07 di Elena Gemo il 12 giu 2015 a Roma
1. Georgia Davies (Gbr) 27"87
10. Elena Gemo 28"67 qual. alle semifinali
17. Carlotta Zofkova 29"08 (pp 28"65 del 2012) qual. alle semifinali
19. Margherita Panziera 29"21 (pp 29"11 del 2015) eliminata


50 rana mas.
RI 27"06 di Andrea Toniato l' 8 lug 2015 a Gwangju
1. Adam Peaty (Gbr) 26"93
3. Andrea Toniato 27"37 qual. alle semifinali
12. Fabio Scozzoli 27"84 (pp 27"17 il 27 lug 2011 ai mondiali di Shanghai) qual. alle semifinali


4x100 sl mixed
RE della Nazionale 3'25"02 del 22 ago 2014 agli europei di Berlino
con Luca Dotto, Luca Leonardi, Erika Ferraioli e Giada Galizi
1. Olanda 3'26"89
2. Italia 3'28"56 qual. alla finale
con Luca Leonardi (49"30), Jonathan Boffa (49"21), Aglaia Pezzato (55"00), Erika Ferraioli (55"05)


1500 sl fem.
RI 15'44"93 di Alessia Filippi il 28 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 15'52"84 di Alessia Filippi il 16 lug 2008 a Spresiano
1. Boglarka Kapas (Hun) 16'14"43
5. Simona Quadarella 16'26"45 (pp 16'05"61 del 2015) qual. alla finale
 
Venerdì 20 maggio - semifinali e finali 5^ giornata, dalle 18 ora locale

800 sl mas. FINALE
RE 7'40"81 di Gregorio Paltrinieri il 5 ago 2015 ai mondiali di Kazan
Gregorio Paltrinieri
Gabriele Detti pp 7'42"74 del 2014
 
200 sl fem.
RM 1'52"98 di Federica Pellegrini il 29 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'55"00 di Federica Pellegrini il 4 lug 2015 a Vichy
Federica Pellegrini
Martina De Memme pp 1'59"14 del 2015


100 farfalla mas.
RI 51"42 di Piero Codia il 20 apr 2016 a Riccione
Piero Codia
Matteo Rivolta pp 51"54 del 2016


200 rana fem. FINALE
nessun'italiana qualificata
 
100 sl mas. FINALE
RI 47"96 di Luca Dotto il 21 apr 2016 a Riccione
Luca Dotto


50 dorso fem.
RI 28"07 di Elena Gemo il 12 giu 2015 a Roma
Elena Gemo 
Carlotta Zofkova pp 28"65 del 2012


200 dorso mas.
RI 1'56"91 di Damiano Lestingi il 5 mar 2009 a Riccione
Migliore prestazione in tessuto 1'57"21 di Christopher Ciccarese il 10 apr 2014 a Riccione
Christopher Ciccarese 
Luca Mencarini pp 1'57"45 del 2015
 
100 farfalla fem. FINALE
RI 57"27 di Ilaria Bianchi il 29 lug 2012 alle Olimpiadi di Londra
Ilaria Bianchi


50 rana mas.
RI 27"06 di Andrea Toniato l' 8 lug 2015 a Gwangju
Andrea Toniato 
Fabio Scozzoli pp 27"17 il 27 lug 2011 ai mondiali di Shanghai


4x100 sl mixed
RE della Nazionale 3'25"02 del 22 ago 2014 agli europei di Berlino
con Luca Dotto, Luca Leonardi, Erika Ferraioli e Giada Galizi
Italia 


vai ai risultati ufficiali