Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Report batterie della 6^ giornata

Nuoto
images/joomlart/article/d81e59f2560d1f286c80a083015e2802.jpg

Arianna Castiglioni e Martina Carraro si qualificano alle semifinali dei 50 rana nelle batterie di apertura della sesta giornata di nuoto alla 33esima edizione dei campionati europei, in svolgimento all'Aquatic Centre di Londra, sede delle Olimpiadi del 2012. La 18enne di Busto Arsizio firma il quarto tempo in 31"02; ottavo crono con 31"27 per la 22enne genovese, già quinta nei 100 in 1'07"81. Miglior tempo della svedese Jennie Johansson in 30"75, campionessa mondiale ed argento uscente; seguita dall'islandese Hrafnhildu in 30"94, uniche atlete sotto a 31 secondi. Non iscritta la primatista mondiale lituana Ruta Meilutyte.
Soddisfatta Castiglioni, allenata dal tecnico federale Gianni Leoni per Fiamme Gialle e Team Insubrika: "Finalmente ho nuotato bene; i 50 mi riescono facili. Ho lavorato tanto sulle gambe e ho ricevuto sensazioni differenti rispetto alle gare precedenti". Meno aspettative per Carraro, seguita dal tecnico federale Fabrizio Bastelli per Azzurra 91: "La forma comincia a scemare dopo una settimana di gare. Avevo finalizzato il lavoro per gli assoluti. Tutto ciò che arriverà lo considererò un di più".
Federico Bocchia vince la sfida a distanza con Marco Orsi e conserva il pass olimpico individuale per i 50 stile libero ipotecato grazie al 22"06 nuotato ai campionati italiani. Il 29enne sprinter parmigiano, allenato da Massimiliano Mazzoli alla De Akker Team, si qualifica alle semifinali con l'ottavo tempo di 22"41, precedendo di quattro centesimi il primatista italiano (21"64), di fatto eliminato dal quinto tempo in 22"32 di Luca Dotto, venerdì campione d'Europa nei 100. Il miglior tempo è del britannico Benjamin Proud in 22"15; avanti al campione olimpico, mondiale ed europeo francese Florent Manaudou, autore di 22"18.
"Non ho dormito molto, forse 5 ore - racconta Dotto, 26enne padovano di Camposanpiero allenato a Roma dal tecnico federale Claudio Rossetto per Larus Nuoto e Forestale - Ho riposato poco; non mi sono sciolto dopo la vittora nei 100 perché avevo la staffetta mista con cui siamo arrivati secondi. Però mi sento leggero, sto bene, è un gran campionato. Sono molto felice di aver riportato in Italia il titolo dei 100 dopo che Filippo Magnini aveva dominato per anni. Il 50 lo prendo con molta leggerezza", seppur proprio in questa specialità sia esploso a livello internazionale con l'argento conquistato ai mondiali di Shanghai nel 2011. Felice Bocchia, al primo campionato della carriera: "Sarà una bella semifinale; ho cambiato qualcosa tecnicamente e si vede. Ho la possibilità di fare bene e ce la metterò tutta". Amareggiato Orsi: "Sono estremamente deluso - spiega il 25enne bolognese di Budrio, allenato da Roberto Odaldi per Fiamme Oro e Uisp Bologna - Un virus ha condizionato la mia preparazione. Ho dovuto rinunciare ai campionati italiani e sono arrivato agli europei grazie alla fiducia dello staff tecnico della nazionale pensando di poter far meglio. Invece le sensazioni provate in acqua hanno espresso chiaramente le mie potenzialità attuali. Peccato perché vengo da un quinto posto ai mondiali; ero in crescita. Al Settecolli proverò almeno a qualificarmi per la staffetta", con cui è bronzo mondiale in carica.
Stefania Pirozzi e Alessia Polieri superano il turno nei 200 farfalla rispettivamente col quinto tempo di 2'10"20 e nono di 2'10"37. La migliore prestazione è della vice campionessa olimpica e campionessa in carica, la spagnola Mireia Belmonte Garcia (Esp) in 2'09"70. "Molto bene fino ai 150 metri; ho sofferto un po' nell'ultima vasca - ammette Pirozzi, 22enne beneventana di CC Napoli e Fiamme Oro, allenata al centro federale di Ostia da Stefano Morini insieme a Gregorio Paltrinieri e al fidanzato Gabriele Detti - L'importante era passare il turno con tranquillità e disputare una buona prestazione", conclude la primatista italiana con costume in tessuto, quarta nell'ultima edizione continentale e alla ricerca del tempo limite olimpico di 2'08"02. Discorso simile per Polieri, 21enne bolognese di Castel San Pietro allenata da Cesare Casella per Fiamme Gialle e Imolanuoto, settima nel 2012 e ottava nel 2014.
Silvia Di Pietro ed Erika Ferraioli nuotano in 25"35 e si qualificano alle semifinali dei 50 stile libero con l'ottavo crono dei preliminari, curiosamente uguale a quello della 38enne svedese Therese Alshammar. Sul 24"80 l'olandese Ranomi Koromowidjodjo, campionessa olimpica e vicecampionessa mondiale. Secondo tempo della danese Jeanette Ottesen (24"98), bronzo uscente; quinto della britannica Francesca Halsall (25"11), campionessa in carica. Non iscritta la svedese Sarah Sjoestroem, che due anni fa si piazzò seconda. "Sono un po' stanca - ammette Ferraioli, 30enne romana, tesserata per il CC Aniene ed allenata da Mirko Nozzolillo come la 23enne compagna di nazionale - Ho disputato tante gare e staffette con grandi campioni. L'importante era passare il turno", conclude la sprinter dell'Esercito. "Brutta partenza e un po' di errori tecnici. Non posso essere contenta della batteria che comunque serviva a capire sensazioni e gestione di gara. In semifinale cambierà tutto", afferma la Di Pietro, tesserata pure per la Forestale e due anni fa quinta a Berlino.
In finale la 4x200 maschile col sesto tempo di 7'14"34 e le frazioni di Andrea Mitchell D'Arrigo in 1'48"19, Filippo Megli in 1'49"50, Jonathan Boffa in 1'49"14 e Filippo Magnini in 1'47"51. In finale entreranno Luca Dotto e Gabriele Detti ed usciranno gli esordienti Megli e Boffa. Il miglior tempo è dell'Ungheria in 7'12"46. Non iscritte Germania e Russia, rispettivamente prima e seconda a Berlino; il Belgio, bronzo in carica, è quarto in 7'13"97. "L'importante era qualificare la squadra; sono riuscito a risalire sino al terzo posto e a controllare la posizione - commenta il capitano Magnini, 34enne di CC Aniene allenato da Matteo Giunta al centro federale di Verona  - In finale sarà importante nuotare una prestazione rilevante per garantire la partecipazione della staffetta alle Olimpiadi".


consulta i risultati ufficiali


Sabato 21 maggio - batterie 6^ giornata

50 rana fem.
RI 30"74 di Arianna Castiglioni il 13 ago 2015 a Roma
1. Jennie Johansson (Swe) 30"75
4. Arianna Castiglioni 31"02 qual. alle semifinali
8. Martina Carraro 31"27 pp 30"79 del 2016 qual. alle semifinali
26. Ilaria Scarcella 32"55 (pp 31"13 del 2015) eliminata
36. Lisa Fissneider 33"48 (pp 31"09 del 2014) eliminata

50 sl mas.
RI 21"64 di Marco Orsi il 20 dic 2014 a Riccione
1. Benjamin Proud (Gbr) 22"15
5. Luca Dotto 22"32 (pp 21"90 del 2011) qual. alle semifinali
8. Federico Bocchia 22"41 (pp 21"93 del 2009 / 22"01 del 2012) qual. alle semifinali
11. Marco Orsi 22"45 eliminato
28. Giuseppe Guttuso 22"88 (pp 22"30 del 2016) eliminato

200 farfalla fem.
RI 2'06"50 di Caterina Giacchetti il 26 mag 2009 a Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'07"82 di Stefania Pirozzi l' 8 apr 2014 a Riccione
1. Mireia Belmonte Garcia (Esp) 2'09"70
5. Stefania Pirozzi 2'10"20 qual. alle semifinali
9. Alessia Polieri 2'10"37 (pp 2'08"62 del 2015) qual. alle semifinali
18. Ilaria Cusinato 2'13"41 (pp 2'10"98 del 2016) eliminata


50 sl fem.
RI 24"84 di Silvia Di Pietro il 24 ago 2014 agli europei di Berlino
1. Ranomi Kromowidjojo (Ned) 24"80
8. Silvia Di Pietro 25"35 qual. alle semifinali
8. Erika Ferraioli 25"35 (pp 25"02 del 2014) qual. alle semifinali
25. Aglaia Pezzato 25"85 (pp 25"41 del 2015) eliminata


4x200 sl mas. FINALE
RI 7'03"48 del 31 lug 2009 ai mondiali di Roma
con Emiliano Brembilla, Gianluca Maglia, Marco Belotti e Filippo Magnini
1. Ungheria 7'12"46
6. Italia 7'14"34 qual. alla finale
con Andrea Mitchell D'Arrigo in 1'48"19, Filippo Megli in 1'49"50, Jonathan Boffa in 1'49"14 e Filippo Magnini in 1'47"51


Sabato 21 maggio - semifinali e finali 6^ giornata, dalle 16 ora locale

1500 sl fem. FINALE
RI 15'44"93 di Alessia Filippi il 28 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 15'52"84 di Alessia Filippi il 16 lug 2008 a Spresiano
Simona Quadarella pp 16'05"61 del 2015

50 rana fem.
RI 30"74 di Arianna Castiglioni il 13 ago 2015 a Roma
Arianna Castiglioni
Martina Carraro pp 30"79 del 2016

100 farfalla mas. FINALE
RI 51"42 di Piero Codia il 20 apr 2016 a Riccione
Piero Codia
Matteo Rivolta pp 51"54 del 2016

200 sl fem. FINALE
RM 1'52"98 di Federica Pellegrini il 29 lug 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'55"00 di Federica Pellegrini il 4 lug 2015 a Vichy
Federica Pellegrini

50 sl mas.
RI 21"64 di Marco Orsi il 20 dic 2014 a Riccione
Luca Dotto pp 21"90 del 2011
Federico Bocchia pp 21"93 del 2009 / 22"01 del 2012

50 dorso fem. FINALE
nessun'italiana qualificata

200 dorso mas. FINALE
RI 1'56"91 di Damiano Lestingi il 5 mar 2009 a Riccione
Migliore prestazione in tessuto 1'57"21 di Christopher Ciccarese il 10 apr 2014 a Riccione
Christopher Ciccarese
Luca Mencarini pp 1'57"45 del 2015
 
200 farfalla fem.
RI 2'06"50 di Caterina Giacchetti il 26 mag 2009 a Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'07"82 di Stefania Pirozzi l' 8 apr 2014 a Riccione
Stefania Pirozzi
Alessia Polieri pp 2'08"62 del 2015 
 
50 rana mas. FINALE
RI 27"06 di Andrea Toniato l' 8 lug 2015 a Gwangju
Andrea Toniato


50 sl fem.
RI 24"84 di Silvia Di Pietro il 24 ago 2014 agli europei di Berlino
Silvia Di Pietro
Erika Ferraioli pp 25"02 del 2014


4x200 sl mas. FINALE
RI 7'03"48 del 31 lug 2009 ai mondiali di Roma
con Emiliano Brembilla, Gianluca Maglia, Marco Belotti e Filippo Magnini
Italia


fotografie Perottino / deepbluemedia.eu