Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Settecolli Clear. Gran finale al Foro Italico

Nuoto
images/joomlart/article/a66ea4068d610a37e317971216093ac9.jpg

Cinquantotto batterie e cinquecentosei presenze gara nella terza sessione preliminare del 53° trofeo Settecolli Clear – Internazionali di nuoto. Si comincia dai 200 dorso, undici heats tra uomini e donne. Jacopo Bietti (CC Aniene) ha il miglior tempo di 2’00”22, davanti all’ungherese Adam Telegdy con un solo centesimo di vantaggio; due centesimi dividono, invece, Michele Malerba (Larus Nuoto) e Luca Mencarini (Fiamme Oro Roma/CC Aniene), terzo e quarto con 2’00”32 e 2’00”34. La canadese Kylie Masse, che ha già vinto i 50 con 27”82 e i 100 con 59”66, ha il primo tempo della mattina con 2’11”61, seguita a ventitre centesimi da Margherita Panziera (CC Aniene – 2’11”84).

Nei 50 farfalla maschi Piero Codia (Esercito/CC Aniene) e Leonardo Vimercati (Gestisport) mettono un po’ di azzurro, unici italiani tra i primi otto delle batterie; quarto tempo di Codia con 24”03 e ottavo di Vimercati con 24”35. Il primo della lista è il britannico Adam Berret in 23”83, il secondo l’ungherese Cseh in 23”94, il terzo il bielorusso Tsurkin in 23”96. Stessa situazione tra le ragazze con le azzurre di Forestale e Caniottieri Aniene Silvia Di Pietro e Elena Gemo uniche nelle prime otto posizioni: Silvia è quarta con 26”46 e Elena sesta con 27”11. Le prime due sono Teresa Alshammar e Inge Dekker, divise da dieci centesimi: 25”82 la svedese e 25”92 l’olandese che non si ferma davanti al cancro alla cervice (l’operazione è andata bene) e vuole il pass per Rio 2016.

L’ungherese Daniel Gyurta, decimo nei 100 e secondo in finale B con 1’01”20, ha il primo tempo dei 200 rana con 2’13”83, secondo è Flavio Bizzarri (Forestale) con 2’13”05; la giapponese Kanako Watanabe, terza venerdì nei 100 con 1’07”35 e seconda sabato in finale B dei 50 con 31”93, questa mattina ha il miglior tempo dei 200 rana con 2’25”26.

Nei 100 stile libero il primatista e campione d’Italia e campione d’Europa Luca Dotto (Forestale/Larus) ha il terzo tempo delle batterie con 49”23; il miglior tempo, invece, ce l’ha il francese Jeremy Stravius con 48”84, che nella finale europea vinta da Dotto si è classificato quarto. L’azzurro il 19 aprile a Riccione ha vinto il titolo italiano con 48”40, due giorni dopo ha stabilito in record italiano di 47”96 nella prima frazione della 4x100 e il 20 maggio a Londra è diventato campione europeo con 48”25. Stravius in finale a Londra ha nuotato in 48”53. Oggi tra i due si inserisce il giapponese Shinri Shioura con 48”98.

Nei 200 stile libero Federica Pellegrini (CC Aniene), primatista mondiale dal 29 luglio 2009 con 1’52”98, campionessa europea e vicecampionessa mondiale, ha il secondo tempo delle batterie con 1’57”19 (57”22 al tocco dei 100 metri) alle spalle della svedese Michelle Coleman che nella heat precedente fa segnare 1’56”93 (56”83). Fede è stata argento a Kazan 2015 con 1’55”32 e oro a Londra 2016 con 1’55”93. 

I 200 misti chiudono la mattinata. Giovanni Sorriso (CC Aniene) con 2’01”61 e la luganese, primatista svizzera dei 100 stile libero, Maria Ugolkova con 2’15”12 hanno i tempi migliori.

Si riprende alle 18.15 con la finale dei 100 stile libero femminile paraolimpici, poi tutte le altre che saranno trasmesse in differita su Rai Sport 1 delle ore 20.

Risultati batterie 3^ giornata

Risultati completi


Il sito ufficiale


Foto di Andrea Staccioli e Giorgio Scala / Deepbluemedia.it
Vietata la riproduzione - Diritti riservati